Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Carciofi: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarli

Carciofi: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarli

CONDIVIDI

I carciofi sono ricchi di proprietà benefiche per l’organismo: scopri perchè fanno bene e come consumarli più spesso, con un occhio alle possibili controidicazioni

Carciofi: tutte le ricette per gustarli al meglio

I carciofi sono ortaggi di origine mediterranea ricchissimi di sostanze nutrienti, che gli conferiscono molte proprietà benefiche per l’organismo.
Veri alleati di chi ha bisogno di perdere peso, ma ottimi anche per chi soffre di colesterolo alto o di problemi al fegato, scopriamo insieme la scheda completa di questo alimento portentoso.

Il periodo più adatto a consumare i carciofi è proprio la primavera: non per niente sono protagonisti assoluti di molte ricette tipiche del menù di Pasqua.
Il carciofo è frutto di una pianta erbacea molto resistente e le sue foglie vengono utilizzate da moltissimo tempo per le proprietà terapeutiche di cui sono ricche.

In Italia i carciofi vengono coltivati in varie regioni, e in particolare in Sardegna, Lazio, Liguria, Puglia e Toscana: tra le qualità più note e diffuse, ricordiamo il carciofo romano senza spine (o mammola), il carciofo sardo spinoso o il violetto siciliano.

CALORIE E VALORI NUTRIZIONALI

I carciofi sono un ortaggio povero di calorie: ne contano soltanto 22 ogni 100 grammi. Grazie a un indice glicemico molto basso e all’elevato contenuto in fibre, questo vegetale è adatto a chi deve consumare alimenti per tenere sotto controllo i livelli di glicemia e a chi soffre di problemi di natura digestiva, ma non solo.

Il sapore amaro del carciofo deriva dal suo elevato contenuto di cinarina, una sostanza che conferisce a questo ortaggio molte delle sue proprietà benefiche assieme ad altri nutrienti di cui è ricco come il potassio e il ferro.
I carciofi hanno un basso contenuto di vitamine, ma sono fonte di tanti sali minerali come il magnesio, il rame e lo zinco.

Se vuoi essere sempre aggiornata su tutte le proprietà, i benefici e gli effetti degli alimenti da utilizzare come veri e propri rimedi naturali CLICCA QUI!

Tutto sui carciofi: proprietà, controindicazioni, curiosità e ricette

carciofi proprietà

PROPRIETA’ E BENEFICI

Le sostanze nutritive contenute nel carciofo lo rendono rimedio naturale per eccellenza, dotato di varie proprietà benefiche sull’organismo. Tra i benefici dei carciofi per il nostro benessere, ricordiamo:

– Sono diuretici, per cui contribuiscono alla depurazione renale e sono un ottimo rimedio naturale per abbassare la pressione sanguigna e ridurre la cellulite. Per beneficiare delle proprietà diuretiche del carciofo è utile prepare un infuso con le sue foglie: ha un sapore molto amaro, ma è davvero ottimo per la salute.

– Il consumo regolare di carciofi può abbassare i livelli di colesterolo cattivo e di trigliceridi nel sangue, contribuendo alla prevenzione delle malattie cardiovascolari.

– I carciofi sono una ricca fonte di antiossidanti che contrastano i radicali liberi, conquistandosi un posto nell’elenco dei cibi che aiutano a prevenire il tumore.

– Sono un ottimo digestivo e regolano le funzionalità del tratto intestinale, grazie all’elevato contenuto di cinarina e fibre alimentari: sono molto utili in caso di stipsi e come strumento per ripulire naturalmente il colon.

– Il carciofo protegge il fegato ed è un rimedio naturale in caso di patologie di natura epatica, come l’epatite e la cirrosi. Le proprietà epatoprotettrici si perdono con la cottura, per cui il carciofo andrebbe consumato crudo.

– In ultimo, i carciofi contengono inulina che migliora il controllo dei livelli di glicemia: sono un ortaggio ideale nell’alimentazione dei diabetici.

CONTROINDICAZIONI

Il consumo di carciofi non è consigliato per chi soffre di calcoli biliari, in quanto questi ortaggi potrebbero provocare ostruzioni nel dotto biliare causando dolorose coliche.
Il carciofo è sconsigliato anche in caso di allergia alle Asteraceae e per le donne in fase di allattamento, perchè inibisce la produzione di latte.

COME ASSUMERLO E CURIOSITA’

I migliori carciofi sono con foglie esterne verde scuro, mentre dentro devono avere foglie tenere e color verde chiaro. I gambi devono essere sodi, teneri e senza ammaccature.

Per consumarli, bisogna eliminare le foglie esterne più dure, tagliare via la punta e pulire il gambo: una volta puliti, è possibile mangiare i carciofi sia crudi che cotti, anche se è meglio evitare la cottura per non disperdere le proprietà dell’ortaggio.

Se cuocete i carciofi, conservate l’acqua di cottura e riutilizzatela per la preparazione di zuppe e minestre è ricchissima di sali minerali.
Infine, un consiglio per assimilare meglio il ferro contenuto nei carciofi: mangiateli assieme a cibi ricchi di vitamina C, come ad esempio il succo di limone.

VIDEO RICETTA – POLPETTE DI CARCIOFI

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI