Home Salute e Benessere Le cellule tumorali odiano questi 6 alimenti. È ora di iniziare a...

Le cellule tumorali odiano questi 6 alimenti. È ora di iniziare a consumarli!

CONDIVIDI

Ecco gli alimenti che aiutano a prevenire il cancro e inibire la proliferazione delle cellule tumorali.

Cancro e alimentazione: 6 cibi anti-cancro

Alcuni cibi sono noti per essere dannosi per la salute, altri hanno effetti molto benefici sul nostro corpo. Fornendo i nutrienti di cui ha bisogno, lo mantengono sano e possono persino aiutare a prevenire varie malattie, come il cancro.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Salute & Benessere  CLICCA QUI

Ecco i 6 cibi nemici delle cellule tumorali:

1 – Carote:

Secondo uno studio condotto su 120.000 donne, mangiare da 2 a 4 porzioni di carote a settimana riduce il rischio di cancro al polmone del 40%, mentre 5 o più porzioni a settimana riducono il rischio del 60%.
Gli effetti anti-cancro della carota sono principalmente dovuti ai carotenoidi che contiene, incluso il beta-carotene. Quest’ultimo ha una potente proprietà antiossidante e neutralizza i radicali liberi, prevenendo il cancro.

2 – Fagioli secchi:

I fagioli secchi in tutte le loro varietà fanno parte della famiglia dei legumi. Diversi studi hanno evidenziato che il consumo regolare di legumi è legato a rischi più bassi di cancro del colon-retto.
Gli antiossidanti contenuti nei fagioli secchi in particolare, gli antociani (presenti soprattutto nei fagioli rossi e neri) e la saponina, sono responsabili di questa azione preventiva contro il cancro. Secondo studi su animali in vitro, le saponine aiutano a prevenire diversi tipi di cancro.

3 – verdure crocifere:

Diversi studi epidemiologici hanno dimostrato che il consumo regolare di verdure crocifere come cavoli, broccoli, cavoletti di Bruxelles può aiutare a prevenire alcuni tumori come il cancro ai polmoni, il cancro ai reni (nelle donne) e il cancro alle ovaie.
Il cavolo, in particolare, ha potenti proprietà anti-cancro. Consumato nelle quantità di una porzione alla settimana, almeno, riduce il rischio di diversi tipi di cancro, inclusi quello al pancreas e ai polmoni, ma limita anche la proliferazione di alcune cellule tumorali. Deve questi effetti principalmente agli antiossidanti che contiene:

I composti fenolici riducono la crescita delle cellule tumorali, secondo studi in vitro. Flavonoidi (cianidina nel cavolo rosso) riducono la formazione del tumore e diminuiscono lo sviluppo delle cellule tumorali.

4 – Aglio:

Secondo uno studio condotto dai ricercatori del Centro Provinciale di Jiangsu in Cina, il consumo regolare di aglio crudo può ridurre il rischio di cancro ai polmoni.
Gli scienziati hanno studiato le abitudini alimentari e lo stile di vita di oltre 1.400 persone con cancro ai polmoni e 4.500 persone sane. Hanno concluso che i pazienti che consumano aglio crudo almeno due volte a settimana hanno meno probabilità di sviluppare il cancro ai polmoni, anche se sono fumatori.
Un altro studio condotto dalla University of South Australia ha anche dimostrato che l’aglio può ridurre il rischio di tumori dell’intestino del 30%. Un effetto dovuto allicina, il suo principio attivo. L’aglio espelle le molecole cancerogene dal fegato e dal colon, che possono causare il cancro, agendo su alcuni enzimi. Aiuta anche a prevenire il cancro allo stomaco e alla cervice, perché permette al fegato di disintegrare queste molecole e di sbarazzarsene. Ecco perchè non dovresti mai buttare l’aglio germogliato

5 – Uva:

L’ uva è ricca di flavonoidi, sostanze con potere antiossidante che prevengono la comparsa di alcuni tumori, impedendo l’attività di un enzima essenziale per la sopravvivenza delle cellule tumorali. L’effetto anti-cancro dell’uva è dovuto anche al resveratrolo, presente nella buccia dell’uva.
Anche il succo d’uva è efficace nella protezione contro il cancro. Secondo uno studio condotto sui ratti, la somministrazione di succo d’uva ha ridotto la proliferazione delle cellule tumorali nella ghiandola mammaria e ridotto il peso dei tumori.
Il succo d’uva rossa, in particolare, protegge contro il cancro del colon e dei globuli bianchi, secondo studi in vitro.

6 – Vitamina D:

Diversi studi scientifici hanno dimostrato che la vitamina D sarebbe in grado di ridurre il rischio di alcuni tumori, compreso il cancro del colon-retto e della mammella.

Secondo uno studio di Inserm, le donne che hanno alti livelli di vitamina D nel sangue hanno un rischio inferiore del 25% di sviluppare il cancro al seno.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Cancro: se hai questi 6 sintomi fatti visitare da un medico

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI