Home Attualità

Professione Food Blogger 2.0: Come iniziare una carriera al top

CONDIVIDI
food blogger 2.0
Professione Food Blogger 2.0 (istock photos)

Professione Food Blogger 2.0 : come iniziare una carriera al top, consigli e spunti per intraprendere una professione tutta al femminile, come scrivere una recensione

Diventare una Food Blogger 2.0 oggi giorno è diventato difficile, poiché questa professione, inizialmente partita come una passione verso il mondo culinario e un hobby, è divenuto man mano un vero è proprio impegno lavorativo. Ma la concorrenza è tanta, basta aprire un blog di cucina qualunque per vedere una miriade di ragazze (ma non solo) intende a scrivere e a parlare di cucina e di ristoranti top/flop. Allora, cosa serve per farsi notare? iper diventare La Food Blogger per eccellenza? Sicuramente il primo passo è sapere quello che si sta facendo, scivendo in modo eccellente e attraente. Purtroppo, poche persone sanno come realizzare una buona recensione e sempre più spesso, si vedono ripetere le stesse frasi e parole.

Scrivere una recensione su un ristorante può essere anche un modo divertente e stimolante per esprimere la propria passione per la cucina di qualità e il modo migliore per farlo è quello di porre la massima attenzione ai dettagli, avere una buona conoscenza del cibo e saper analizzare l’estetica del ristorante.
Non occorre essere critici gastronomici: chiunque può scrivere la recensione di un ristorante, basta seguire qualche semplice regola. quali sono i passi da seguire per diventare una Food Blogger a tutti gli effetti? Vediamoli insieme

Il primo passo per diventare una Food Blogger 2.0: provare il ristorante

Come per qualsiasi altro tipo di recensione, è fondamentale provare di persona l’oggetto della propria recensione.
Dopo aver scelto quale ristorante recensire, recarvisi a pranzo o a cena, e, armati di bloc-notes o tablet, iniziare a prendere appunti: menu, carta dei vini, pulizia del locale, servizi igienici, l’atmosfera, i clienti, il personale compreso quello di cucina e di accoglienza.
L’ideale è comporre la recensione subito dopo aver terminato il pasto, in modo da aver ben impressa nella mente l’esperienza vissuta.
Il consiglio è inoltre quello di mangiare nel ristorante almeno un paio di volte prima di scrivere la recensione, magari facendo in modo di andarvi sia nel weekend che durante i giorni lavorativi, in modo da rilevare eventuali differenze nel menu e nel servizio offerto.
Cercare di ordinare un elemento di ogni categoria, dall’antipasto al dolce, in modo da recensire il menu in maniera più esaustiva. Una volta che il cibo viene servito, fare in modo di concentrarsi sul sapore, la consistenza e la maniera in cui il cibo viene presentato sul piatto. La parte più importante della recensione riguarda naturalmente il come si mangia.

Informazioni utili sul ristorante

  • Informazioni primarie: fondamentale indicare il nome del ristorante, l’ubicazione, il prezzo medio e l’eventuale necessità di prenotazione.
  • Informazioni supplementari: presenza di parcheggio, spazi all’aperto, terrazza, servizi dedicati ai bambini e la politica del ristoratore circa gli animali domestici.

 Potrebbe interessarti anche: Black food: la tavola si tinge di nero e fa tendenza

La clientela

Un consiglio molto utile è quello di guardarsi intorno mentre si mangia nel ristorante da recensire, in modo da farsi un’idea sulla tipologia di clienti che il ristorante attrae. Si tratta di un luogo scelto soprattutto dalle famiglie? Dai giovani? E’ frequentato anche da turisti?
Uno sguardo agli abiti indossati dai clienti del ristorante, può servire a capire se vi sia un particolare codice di abbigliamento da adottare.

Come giudicare il menu di un ristorante

Il cuore della recensione è ovviamente rappresentato dal tipo di cucina offerta dal ristorante, e deve contenere vari riferimenti ai piatti migliori ed eventualmente a quelli da evitare. Altri dettagli da citare sono la presenza o meno di prodotti biologici, l’esistenza di piatti adatti a vegetariani o celiaci e naturalmente il prezzo medio delle portate.
Ovviamente la recensione deve prescindere dai propri gusti personali in fatto di cibi: se ad esempio non si è amanti del pesce, sarebbe fuorviante dare un’opinione sui piatti di pesce. Meglio recensire quei piatti di cui si è certi di poter dare un giudizio utile e costruttivo.

Leggi anche: Arriva il Tripadvisor delle persone: pronte a recensire gli esseri umani?

I vini da scegliere

Se ci si sta rivolgendo ad un pubblico più esigente o si sta recensendo un ristorante di lusso, è utile fornire una valutazione sulla carta dei vini, citando le tipologie di vini presenti, l’eventuale presenza di sommelier ecc.

Il rapporto qualità/prezzo

Se il primo criterio di scelta è sempre la qualità del cibo offerto, il secondo riguarda inevitabilmente il prezzo, in particolare il rapporto qualità/prezzo. In altre parole, la recensione deve trasmettere se valga la pena mangiare in quel determinato ristorante, anche in funzione del prezzo delle portate.

Potrebbe interessarti anche: RISTORANTI PARTICOLARI: ecco quello di cartone!

 Il servizio e L’atmosfera

Dettagli importanti sono anche quelli relative alla gentilezza e disponibilità del personale, le tempistiche di attesa, la pulizia generale del locale e di piatti e posate ecc. Molte persone sono alla ricerca di ristoranti dall’atmosfera particolare. Ecco perché è importante menzionare il tipo di atmosfera del ristorante: intima, rumorosa, elegante, informale ecc.

In caso di un’esperienza negativa

Nel caso si abbia mangiato in un ristorante più di una volta e, nel corso di una di queste volte, si abbia avuto un’esperienza negativa, è il caso di menzionarlo nella recensione, assicurandosi però di dare ai lettori un quadro completo del ristorante. Può capitare infatti che ottimi ristoranti offrano un servizio leggermente inferiore in caso di grande affluenza o in determinati giorni festivi.

Ulteriori informazioni

Un dettaglio non trascurabile riguarda l’ubicazione del ristorante è la facilità o meno di raggiungerlo. Non tutti hanno a disposizione un mezzo privato, pertanto potrebbe essere utile citare come arrivare utilizzando i mezzi pubblici, o, in caso di possesso di un’automobile, la presenza di un parcheggio privato e le condizioni della strada per accedervi.

 

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda le curiosità,  consigli e suggerimenti sulle nuove professioni e le tecnologie CLICCA QUI!

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI