Home Pelle

Punti neri: che cosa sono e i rimedi per naso, viso, orecchie e schiena

CONDIVIDI
punti neri
iStock Photo

Che cosa sono i punti neri e, soprattutto, come fare per eliminarli da naso, schiena, viso etc? Scopriamo insieme qualche segreto.

Dopo le zampe di gallina sono probabilmente l’oro l’inestetismo più odiato dal gentil sesso. Se è vero infatti che qualche fotunata non deve far i conti con l’acne o con la celulite è altrettanto vero che dai punti neri sembra non esserci scampo. Tutte prima o pi ci troviamo ad affrontarli e spesso diventano un vero e proprio nemico da sconfiggere a tutti i costi.

La guerra ai punti neri è dunque sempre aperta e vede noi donne in prima fila, agguerrite e pronte ad estirpare gli odiati comedoni costi quel che costi. Come vincere però la dura lotta? In primis imparando a conoscere meglio le cause di questa problematica, la sua vera identità e, soprattutto, i rimedi realmente efficaci per contrastarla giorno dopo giorno.

Che cosa sono allorai punti neri e, soprattutto, come li possiamo combattere? CheDonna.it vi guida oggi alla scoperta di uno degli inestetismi più odiati dalle donne.

Punti neri naso

punti neri
iStock Photo

Sono i più comuni, odiati, quelli contro cui si accanisce il 90% delle donne. Forse perché il naso è sempre in primo piano, sporgente rispetto al nostor viso e ci da l’idea di esser un po’ il biglietto da visita del volto. Sfortuna vuole che sia anche una delle sue zone più grasse e terreno fertile dunque per gli odiati punti neri.

Fortunatamente però il problema è stato ben intuito dagli esperti del settore e appositi rimedi sono stati pensati proprio per questa zona del volto. Vi diceniente la parola “cerottini“? Ogni marca ha i suoi e ogni donna ha, ovviamente, i suoi favoriti. Se ben applicati eliminano circa il 40% dei punti neri ma, soprattutto, dilatano i pori quanto basta per eliminare i rimanenti conuna pressione veramente leggera. Il consiglio è di curare però molto bene l’applicazione: ogni marca specifica nelle istruzioni l’iter ideale per usare i propri cerottini, il nostro consiglio è di utilizzarliquando i pori sono già un po’ aperti, magari dopo una doccia bella calda o un bagno di vapore.

Altra alternativa può esser quella di applicare una buona maschera peel off, sempre però dopo aver proceduto a un’accurata detersione e a un leggero pasaggio di vapore che possa aprire i pori.

Punti neri viso

punti neri
iStock Photo

Sebbene spesso ci concentriamo sul naso, i punti neri possono afliggere molte altre zone del viso, prime fra queste mento e fronte: in poche parole, l’intera e celeberrima zona T. Si tratta non a caso della parte del viso maggiormente soggetta a tutte le conseguenze dell’eccesso di sebo, come anche la lucidità, a cui si ricollega comunemente l’insorgere dei punti neri.

Anche qui cui si può affidare a cerottini e maschere peel off, facendole magari precedere, oltre che un’attenta detersione e dilataizone die pori, anche un leggero scrub, perfetto per esporre ancor meglio il putno nero.

Ricrodate che il viso è un’area delicata. In generale è dunque sconsiglito procedere alla spremitura maniale o via ferretti, rischiosa poiché può causaremicrolesioni di difficile guarigione.

Punti neri orecchie

punti neri
iStock Photo

Forse esteticamente è un problema secondario, certamente percepito assai meno della comparsa di punti neri su naso, mento o fronte. I punti neri nelle orecchie però possono condurre facilmente a risvolti assai poco piacevoli del semplice ienstetismo, come vere e proprie infezioni anche dolorose.

I punti neri nelle orecchie danno infatti inizialmente solo una leggera sensazione di sporco, quasi impercepibile, ma la delicatezza e ristrettezza della zona rischiano di far infettare il punto nero che sarà dunque bene rimuovere per tempo. Come? Si può utilizzare con grande attenzione un classico estrattore di comedoni (un lungo bastoncino con un cappio all’estremità) premunendosi di disinfettare prima los trumento con grande cura.

Un utile rimedio sono anche gli impacchi di acqua calda, da fare imbevendo un panno e lasciandolo in posa per alcuni minuti, ripetendo poi la procedura fino alla fuoriuscita dei punti neri.

In generale però sempre meglio prevenire che curare: mantenete dunque la zona sempre pulita e, qualora i punti neri siano già comparsi, oltre che eliminarli preoccupatevi di disinfettarli anche con appositi oli essenziali che evitino l’insorgere di infezioni. A tale scopo consigliamo tea tree oil, amamelide ma anche il smeplice limone.

Punti neri rimedi

punti neri
iStock Photo

La mole di rimedi farmacologici, cosmetici e fai da te dedicata ai punti neri è direttamente proporzionale alla loro capillare diffusione. Il punto di partenza è però sempre lo stesso: la pulizia. Pulire mattina e sera la pelle con grande cura è essenziale affinché i pori si mantengano quanto più possibile liberi. A tale scopo si può poi procedere anche a periodici scrub (noi vi consigliamo quello a base di riso e polline) e ricorrere almeno uan volta al mese a una profonda pulizia del viso dall’estetista.

Si può poi procedere a un bagno di vapore per aprire bene i pori e rendere più facile l’estirpazione dei punti neri e sarà poi il turno deirimedi veri e propri.

Ci sono ovviamente gli appositi cerotti e gli sturmenti per la spremitura ma soprattutto ci sono le maschere. Molte di queste ve le abbiamo già presentate negli anni come quella in coppetta, la black mask peel offquella all’olio di cocco, altre possono esser comprate già belle e pronte ma è l’applicazione a necessitare sempre e comunque di attenzione: le maschere pensate per purificare tendono infatti a seccare la pelle e sarà dunque bene applicarle solo nelle zone interessate così da non aggredire troppo il resto del viso.

Uno dei rimedi più comunemente consigliati è poi quello a base di bicarbonato e limone: per purificare i pori ostruiti dai punti neri mescolare in mezzo bicchiere d’acqua tiepida un cucchiaino di bicarbonato di sodio e un cucchiaino di succo di limone, tamponare il viso con la soluzione ottenuta, lasciater agire per qualche minuto e poi risciacquare

Infine chiudete la pulizia con un tonico astringente: noi vi consigliamo quello al tè verde e quello al rosmarino e lavanda.

Punti neri schiena

punti neri
iStock Photo

E’ un qualcosa di leggermente meno comune rispetto al formarsi di punti neri sul viso ma ciò non vuol dire che molte persone non ne siano interessati. Le cause sono essenzialmente le medesime dei punti neri su naso o mento (sbalzi ormonali, eccesso di sebo, scarsa igniene, etc) ma le accortezze da adottare qualora si sia colpiti dal problema sono diverse.

Si deve ad esempio prestare grande attenzione alla scelta degli abiti: i tessuti poco traspiranti agevolano infatte l’occlusione dei pori, così come lo sfregamento delle tracolle di borse e zaini che sarebbe denque bene evitare.

Come eliminare allora il problema? In primis prevenendolo attraverso l’uso di detergenti delicati da rimuovere sempre con grande cura (soprattutto gli shampoo che spesso  dopo il alvaggio rimangono a lungo sulla schiena), scegliendo indumenti traspiranti (sorpattutto durante l’attività fisica) e alimentandoci con grande attenzione. Poi, qualora il danno sia ormaia già fatto, vi consigliamo di avvalervi soprattutot di maschere fai da te (come quella al carbone vegetale fai da te) che dati gli ingredienti low cost potrà esser prodotta senza troppi sacrifici nella abbondanti quantità necessarie per la schiena.

Punti neri cosa sono?

punti neri
Foto da Pinterest

Detti anche comedoni aperti, i punti neri sono impurità cutanee derivanti dalla dilatazione e dall’apertura dei punti bianchi o comedoni chiusi. Compaiono solitamente in aree cutanee particolarmente ricche di ghiandole sebacee capace di produrre accumuli di sebo, cheratina e talvolta microrganismi all’internod ei follicoli piliferi. Quando questi comedoni bainchi si riempiono troppoe splodono e l’ossidazione die lipidi fuoriusciti da vita alla classica coloraizone scura dei punti neri.

Los porco non è tra le cuase principali dei comeodno ma può senza dubbio favorirne la formaizone così come ogni altro genere di occlusione dei pori come un demaquillage scorretto o l’assenza di una periodica esfoliazione cutanea.