I modi alternativi per riciclare le bucce degli agrumi in cucina: scopri le idee più utili

riciclare bucce agrumi
Fonte: Canva

Per non sprecare niente esistono dei modi alternativi per riciclare le bucce degli agrumi in cucina: dalle arance ai limoni, passando per mandarini e pompelmi. Ecco le idee più utili. 

Se non sei un’amante degli sprechi di sicuro conoscerai molti modi alternativi per riciclare le materie prime che non hai utilizzato, così come gli scarti in cucina.

Un esempio di come anche le bucce degli agrumi possano tornare utili in moltissime preparazioni è quello che infatti vogliamo fornirvi.

Scopriamo come riciclare le bucce degli agrumi in cucina: dalle arance ai limoni, passando per mandarini e pompelmi. Ecco le idee anti spreco più utili.

Ecco come riciclare le bucce degli agrumi in cucina

riciclare bucce agrumi
Fonte: Canva

Pur essendo la maggior parte degli agrumi invernali in estate troviamo invece moltissimo i limoni. Infatti grazie a questo frutto possiamo preparare numerose squisitezze sia dolci che salate.

Il limone ben si presta in estate a ricette fresche e delicata. Pensiamo ai primi piatti a base di limone come il risotto al limone. Ma anche ai secondi come le polpette al limone o il rotolo di petto di pollo al limone. O un gustoso sorbetto al limone con l’albume pastorizzato.

Insomma dopo aver usato il limone o altri agrumi cosa fare con le bucce? Se non ci piace lo spreco esistono diversi modi alternativi per usarle in cucina. Non considerando che molti le riutilizzano anche per la casa. Qui ad esempio puoi trovare dei validi consigli per riutilizzare gli scarti di frutta e verdura non solo in cucina.

Premesso che in questa sede scopriremo gli usi alternativi delle scorze di agrumi in cucina è doveroso sottolineare che è bene utilizzare frutta biologica e priva di pesticidi per poter poi riusare le bucce in altre ricette. Scopriamo allora i modi alternativi per riciclare le bucce degli agrumi in cucina.

1) Bucce di limone e arance grattugiate. Quante volte vi sarà capitato soprattutto nelle ricette dolci di vedere tra gli ingredienti “scorza di limone o arancia grattugiata”. Specie nei dolci la buccia dell’agrume dona quel tocco in più di sapore. E se non abbiamo sempre reperibili questi frutti possiamo tranquillamente grattugiarle evitando la parte bianca amara e congelarle le scorze dentro a dei piccoli contenitori di plastica o stampini per il ghiaccio. In questo modo le avremo sempre a disposizione e pronte all’uso.

2) Scorze di limone o arance disidratate in polvere. Sempre per aromatizzare dolci e pietanze un altro metodo è quello di farle essiccare, quindi frullarle fino a farle diventare polvere. A questo punto andranno riposte in un luogo fresco e asciutto, possibilmente dentro a un barattolo di vetro a chiusura ermetica. In questo modo avremo sempre pronte le nostre bucce disidratate ed essiccate, ridotte in polvere, ideali per dare una nota agrumata ai nostri piatti. Dalla carne al pesce, passando per insalate e ovviamente dolci.

LEGGI ANCHE –> Oleolito di limone fai da te: ecco la ricetta per farlo in casa

3) Olio aromatizzato al limone o arancia. Se vi piacciono gli oli aromatizzati, c’è chi lo preferisce al peperoncino, chi al tartufo, questo è di sicuro un metodo valido per farlo agrumato. Basterà mettere in infusione nell’olio extra vergine d’oliva le bucce di arancia o limone in un luogo buio e asciutto per circa 15 giorni. Le bucce rilasceranno nell’olio tutto il loro fresco e fruttato aroma donando all’olio delle note agrumate semplicemente deliziose.

4) Sale aromatizzato all’arancia o al limone. Non solo l’olio, ma anche il sale può essere aromatizzato da piacevoli note agrumate. Per prepararlo basterà sbucciare le arance o i limoni evitando la parte bianca. Frullarle insieme al sale grosso fino ad ottenere un classico sale fino. O comunque dandogli la consistenza che più si preferisce. A questo punto in una teglia ricoperta con carta da forno adagiamo il sale aromatizzato e lo lasciamo asciugare a 70°C per circa 45 minuti. Quando si sarà asciugato lo lasciamo raffreddare e poi lo mettiamo in un barattolo lontano dall’umidità. Con questo sale aromatizzato potrete aggiungere delle note fresche di sapore ai vostri piatti.

5) Tisane. Qui non c’è davvero che l’imbarazzo della scelta. Sempre scegliendo frutta biologica potrete realizzare tisane ad ogni gusto usando le scorze di limoni, pompelmi, bergamotti, mandarini e naturalmente arance.