Come pulire i cassetti e i mobili della cucina: trucchi infallibili

Scopri come pulire i cassetti della cucina facilmente e senza difficoltà seguendo qualche piccolo accorgimento.

Come pulire cassetti e mobili
Foto:Pixabay

E’ importante pulire a fondo la cucina, si dovrebbe fare con regolarità, visto che è l’ambiente che si prepara il cibo e si consuma. Vige la regola dell’ordine e pulizia visto che non solo si preparano le pietanze, ma il più delle volte si consumano.

Inoltre se la conservazione degli alimenti non avviene nel modo corretto si rischia di alterare la qualità organolettica. Bisogna prestare attenzione, in quanto i cassetti e mobili dove riponente gli alimenti e non solo devono essere sempre puliti per evitare l’ingresso di microrganismi poco graditi. Non solo il cibo viene riposto nei mobili ma anche stoviglie, utensili, pentole, tutto quello che occorre per preparare pietanze e consumarle. Quindi ponete attenzione senza trascurare nulla.

La fretta spesso non permette di fare una pulizia accurata dei cassetti e mobili della cucina, ma non è sempre vero. Noi di CheDonna.it vi diamo qualche consiglio su come pulire i cassetti della cucina in modo facile e veloce.

Come pulire i cassetti della cucina: consigli utili

Pulire la lavatrice
Aceto e bicarbonato Foto:Adobe Stock

In cucina purtroppo lo sporco si annida non solo sulle superfici ma anche nei cassetti e mobili visto che vengono aperti di continuo per prendere utensili e ingredienti per la preparazione delle pietanze.

E’ impossibile farlo ogni giorno ma potete farlo almeno ogni 2-3 settimane. La pulizia si può limitare solo se si presta attenzione ogni volta che si prendono e si posano utensili e alimenti. Basta tener presente che la pulizia profonda e costante non fa altro che tenere lontano insetti e farfalline dal cibo. 

La cucina può essere composta da:

  • cassetti
  • mobili
  • credenze

Per le credenze va posta una maggiore attenzione in quanto l’anta è composta da vetro che può essere macchiato o con aloni. Per fare una pulizia accurata e profonda è necessario svuotare tutto. Dovete tener presente che la diffusione di vapori e odori si impregnano sulle ante durante la cottura delle diverse pietanze.

Dopo aver svuotato tutto procedete ad eliminare eventuali residui di briciole e cibo che magari può essere fuoriuscito dalle confezioni. Poi procedete alla pulizia con acqua e detergente che utilizzate di solito per la pulizia di superfici. E’ importante scegliere il detergente adatto ai materiali per evitare che si possano rovinare, ma potete provare con soluzioni alternative naturali, ecco quali.

L’aceto bianco è la soluzione ideale sia per la cucina in legno, in laminato oppure laccata, non solo pulisce ma disinfetta le superfici prevenendo la formazione dei batteri. Preparate la soluzione con mezzo litro di acqua calda, 5 gocce di detersivo per piatti che utilizzate normalmente e un bicchiere di aceto bianco. Immergete un panno in microfibra nella bacinella, lo strizzate bene e pulite all’interno dei cassetti, mobili e credenza. Non dimenticate anche le ante. Non va trascurato nulla. Potete riporre tutto solo quando le superfici saranno asciutte, se avete poco tempo asciugate con un canovaccio di cotone.

Evitate di riporre tutto e subito perchè si può andare incontro ad umidità che è nemico numero uno degli alimenti. Non solo, i tarli del legno prediligono luoghi bui ed umidi, quindi nei cassetti e mobili si creerebbe il loro habitat naturale.

Nel caso di macchie ostinate di unto potete mettere un pò di sgrassatore su una spugnetta morbida e non abrasiva e pulite delicatamente, poi sciacquate con un panno morbido ed infine asciugate.

Non trascurate le cerniere delle ante dove si accumula la polvere, facilitate la pulizia con pennello asciutto dalle setole morbide, eliminerà ogni residuo di cibo.

Nel caso della credenza non dimenticate il vetro, che potrà essere macchiato o con aloni a causa dei vapori della cottura dei cibi. Basta preparare una soluzione con 250 ml di acqua distillata con stessa quantità di aceto di vino bianco. Versate in una bottiglia con spray e agitate, spruzzate sul vetro e pulite con un panno morbido e con giornale, un rimedio infallibile delle nostre nonne, seguite i nostri consigli a riguardo.

Come mantenere gli interni puliti e ordinati

Come pulire cassetti e mobili
Foto:Pixabay

L‘interno dei cassetti, mobili e credenza si possono organizzare in modo da facilitare la pulizia. C’è un piccolo trucco da seguire che non fa altro che preservare anche le superfici, scopriamo.

Sarebbe utile posizionare su ogni ripiano del mobile, credenza e all’interno dei cassetti dei rivestimenti in plastica, che potete acquistare on line. Il rivestimento è ideale non solo per attutire i rumori quando poggiate soprattutto le stoviglie e pentola, ma anche per proteggere le superfici dai graffi.

Evitate quelle in carta perchè si possono facilmente rovinare. Inoltre il rivestimento in plastica ha il vantaggio di essere lavabile, infatti potete pulire più spesso anche tra una pulizia profonda e l’altra.

L‘interno dei mobili, cassetti e credenza devono essere non solo puliti ma anche ordinati  in un certo modo, così da velocizzare la ricerca di ciò che ci occorre. Innanzitutto, i cibi vanno collocati in base al genere, spezie lontano dalla pasta e dalle conserve e bibite, ogni cosa al suo posto. In questo modo si troverà subito quello che occorre senza perdere molto tempo.

Gli alimenti aperti vanno conservati bene quindi sigillate bene le confezioni con delle mollette per alimenti, oppure conservare in contenitori a chiusura ermetica, o in buste per alimenti. Collocate davanti gli alimenti in prossimità alla scadenza.

Mettete nei mobili i sacchetti di gel di silice, così da eliminare l’umidità, ma non a contatto con alimenti. Pulite periodicamente magari ogni qual volta che fate la spesa così da evitare accumulo di polvere o sporco.