Come eliminare le farfalline in dispensa: consigli utili naturali e non

Scopri tanti consigli utili per la pulizia e stratagemmi che ti aiuteranno a debellare e tenere lontane le odiose farfalline della dispensa.

farfalline dispensa
Foto da AdobeStock

Aprite la dispensa e un volo di farfalle vi accoglie.

No, non è un’immagine poetica bensì il sintomo di un’infestazione che sarà bene risolvere in modo quanto più possibile rapido ed efficace.

A tutte noi è capitato almeno una volta di avere a che fare con le farfalline della dispensa, innocue ma certo fastidiose.

Oggi scopriamo insieme come eliminarle.

Come eliminare le farfalline nella dispensa

pulizia dispensa
Foto da AdobeStock

Iniziamo da un primo indispensabile chiarimento: che cosa sono le farfalline della dispensa?

Questo nome apparentemente grazioso identifica in realtà dei veri e propri insetti, innocui per la salute ma pur sempre insetti!

Si chiamano camole o tarme della farina e si riproducono all’interno di pasta, farina e cereali.

Si tratta inoltre di insetti infestanti, ciò vuol dire che se non si pulisce tutto alla perfezione inevitabilmente si continuerà a trovarle tra pacchi di pasta e farine.

Già da quando avviene il primo avvistamento è il momento di procedere con delle pulizie straordinarie. Non basta infatti far fuori la farfallina incriminata, purtroppo quando sene vede una significa che ci sono centinaia di uova e larve in attesa nei pacchi della vostra dispensa. Le tarme del cibo depositano infatti le uova nei pacchi di farina o di pasta: le potete notare poiché si formeranno delle ragnatele lanose che si noteranno muovendo un pochino il pacchetto.

Parliamo di pulizia straordinaria perché le farfalline possono trovarsi anche nelle cucine più pulite. A volte dipende dalla temperatura e dall’umidità che ci sono in casa, altre volte dalla qualità delle farine.

Ma come dovrebbe esser questa pulizia straordinaria?

La prima cosa da fare sarà buttare tutti i pacchi aperti di cibo e controllare benissimo quelli chiusi: basta anche un semplice buchino o una ragnatela lanosa affinché tutto vd buttato via, significa che dentro ci sono uova e larve.

Poi svuotate la dispensa e passate un aspiratore con grande cura, in particolare negli angoli. Lavate tutto con acqua e aceto (potete usare l‘aceto di mele di cui abbiamo illustrato i diversi usi alternativi possibili) e strofinate aiutandovi con una spugnetta. Sciacquate bene e poi passate di nuovo acqua e aceto e fate riposare per almeno 10 minuti. Lavate un’ultima volta e poi asciugate bene tutto.

L’operazione andrebbe ripetuta settimanalmente, lasciando poi nella dispensa una ciotolina con dentro chiodi di garofano, oppure foglie di alloro o anche aceto o bicarbonato: sono sostanze il cui odore risulta particolarmente repellente per questi insetti.

Dopo queste due accortezze il problema farfalline dovrebbe esser archiviato. Ciò nonostante altre informazioni importanti potranno esser trovate nel video qua sotto.

Da leggere