Home Salute e Benessere Scarti frutta e verdura | Ecco come riutilizzarli non solo in cucina

Scarti frutta e verdura | Ecco come riutilizzarli non solo in cucina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:05
CONDIVIDI

Se non sei un’amante degli sprechi scopri come riutilizzare gli scarti di frutta e verdura non solo in cucina.

scarti frutta verdura
Adobe Stock

Frutta e verdura oltre ad avere numerose proprietà benefiche per il nostro organismo trovano largo impiego anche in tutta una serie di utilizzi che esulano dalla cucina. Specialmente le loro bucce e scarti.

E come esiste il detto: ‘Del maiale non si butta via niente’, stesso ragionamento vale anche per frutta e verdura. I loro avanzi possono essere destinati ad esempio alla pulizia, alla cosmetica e al giardinaggio.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Patate | Ecco i 9 modi alternativi per utilizzarle

Scopriamo quali sono gli usi alternativi di quello che resta di frutta e verdura una volta che abbiamo consumato la parte più buona.

Ecco come riutilizzare gli scarti di frutta e verdura

scarti frutta verdura riutilizzarli
Adobe Stock

Se non sei un amante degli sprechi sarai anche curiosa di sapere quali sono gli usi alternativi che puoi fare con le bucce della frutta o con gli scarti delle verdure.

Già perché se non lo sapevi esistono vari modi per reimpiegare quello che finora hai destinato all’organico. In questo modo potrai davvero non sprecare nulla di frutta e ortaggi.

Scopriamo come possiamo riutilizzare, in cucina ma non solo, quelli che hai sempre pensato fossero scarti. Leggi anche Scarti di frutta e verdura | scopri quali ricette preparare

SULLO STESSO ARGOMENTO: Burro scaduto | Ecco i 10 usi alternativi per riutilizzarlo

1) Limone. Una volta spremuto non buttare la scorza ma utilizzala per strofinarla sui depositi di grasso in cucina, ad esempio su una pentola o su un ripiano facendo attenzione a non metterla su quelli in marmo.

Via libera invece a stoviglie e fornelli non solo per sgrassare ma anche per lucidare. Inoltre le scorze di limone possono togliere anche il calcare da teiere e pentole in metallo. Facendole bollire nell’acqua, al loro interno, e poi lasciando riposare il tutto per un’oretta. Dopodiché si procede a risciacquare.

Stesso discorso vale per la caffettiera. Mettendo qualche buccia al suo interno portiamo ad ebollizione e poi lasciamo riposare per una mezzora, quindi strofiniamo e risciacquiamo. Con le scorze di limone possiamo tornare a far brillare anche le caraffe di vetro.

Non solo la scorza può essere utilizzata anche per sbiancare i denti strofinandola dopo averli lavati come di routine. Il limone è anche un ottimo alleato contro la cellulite la parte bianca della scorza può essere massaggiata sulle cosce con movimenti circolari.

2) Scarti degli agrumi. Le scorze di limone, arancia e mandarino messe all’interno di un sacchettino di cotone possono servire a profumare la biancheria. Non solo, questi odori tenderanno a tenere anche lontane le tarme. Volendo le bucce degli agrumi possono profumare anche l’interno delle scarpe. Inoltre fatte bollire insieme ad altri aromi come la vaniglia possono diventare un deodorante per ambienti.

3) Le bucce di patata trovano impiego nella cosmetica. Ad esempio quando abbiamo le occhiaie possiamo applicare le bucce di patata sul contorno occhi riducendo così le borse causate dalla stanchezza. Se avete finito il deodorante e cercate un rimedio veloce sfregate l’interno delle bucce di patate sotto le ascelle. Se vi scottate usatele per alleviare il dolore.

4) Anche le bucce di banana possono essere riutilizzate in diversi modi. Ad esempio per lucidare le scarpe. Ma anche in campo cosmetico. Qualche idea? per fare un massaggio esfoliante su viso e corpo cospargendole di zucchero sulla parte interna. Leggi anche Buccia di banana | Non dovresti mai buttarla: usi beauty e non solo. E per finire, le bucce di banana trovano impiego anche in giardino. Leggi anche Buccia di banana? Prenditi cura del tuo orto, usala come fertilizzante! VIDEO

SULLO STESSO ARGOMENTO: Uova scadute | Come capire se sono ancora buone e 10 usi alternativi

5) Le bucce di cipolla possono essere utilizzate per ottenere, attraverso un infuso, un effetto ramato sui capelli.

riutilizzare frutta e verdura
Adobe Stock

6) Con quelle di melograno possiamo realizzare delle tinture naturali per i tessuti. Come? Immergendole dentro a una pentola con acqua bollente. Lasciamo riposare una notte quindi leviamo le bucce e immergiamo la stoffa nel liquido e lasciamo in ammollo per un giorno intero. Leggi anche Olio di melograno | pregiato elisir di bellezza