Home Maternità Vacanze e bambini | Come andare in sicurezza ai tempi del Coronavirus

Vacanze e bambini | Come andare in sicurezza ai tempi del Coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:46
CONDIVIDI

Quest’anno in vacanza con i bambini oltre alle solite regole, bisognerà rispettare anche quelle anti-contagio da Coronavirus. Ecco il decalogo della Società italiana di pediatria.

bambini vacanza coronavirus
Adobe Stock

Quella del 2020 sarà sicuramente un’estate che tutti ricorderemo. Il Coronavirus ha infatti imposto una serie di cambiamenti nel nostro stile di vita, del resto inevitabili.

Ecco che allora le vacanze, dopo un lungo inverno e parte della primavera rinchiusi a causa del lockdown, rappresentano un’occasione importante di svago soprattutto per i bambini che più di tutti hanno risentito delle limitazioni imposte dal Coronavirus.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Bambini | Ecco cibi e bevande più sani da consumare in estate

La Società italiana di pediatria ha stilato alcune regole per andare in vacanza, al mare o in montagna, in tutta sicurezza nonostante lo spettro del Covid-19. Leggi anche Sole e bambini | i consigli dell’ospedale Bambino Gesù

Ecco le regole per vacanze con i bambini in sicurezza nonostante il Coronavirus

bambini vacanze coronavirus
Adobe Stock

Finalmente dopo tanti mesi chiusi in casa, anche per i piccoli è giunto il momento di tornare a godersi l’aria aperta. E per chi ha la possibilità anche di andare in vacanza.

Nonostante esista ancora il Coronavirus, rispettando alcune regole si possono fare vacanze con i bambini in sicurezza. A dettare un decalogo su come bisogna comportarci sono i pediatri della Sip.

SULLO STESSO ARGOMENTO: In vacanza con i bambini | I consigli dell’Ospedale Bambino Gesù

Se fino all’anno scorso gli unici problemi da risolvere per garantirsi una vacanza in piena sicurezza erano quelli relativi alla logistica. Ad esempio scegliere l’orario strategico di partenza per non trovare traffico o come comportarsi per evitare il mal d’auto. Quest’anno c’è anche il capitolo Coronavirus da affrontare.

Anche se sarà un’estate diversa dal solito il compito dei genitori dovrà essere quello di non infondere nei bambini paure eccessive. Al contrario consapevolezza di quello che stiamo vivendo. Come? Spiegando anche ai più piccoli che il contagio esiste ancora e che per evitare la diffusione del Coronavirus bisogna rispettare alcune semplici regole di comportamento.

I bambini potranno giocare in compagnia dei propri amichetti ma il consiglio dei pediatri della Sip è quello di frequentare gruppi ristretti. Quindi va bene la socialità ma è meglio scegliere di stare insieme sempre agli stessi 2-3 bambini. Questo per ridurre la possibilità che se c’è qualche portatore del virus sia più facile risalire ai contatti.

Inoltre, è importante non trascurare l’igiene delle mani, ricordando ai nostri bimbi di lavarle spesso o igienizzarle più volte nell’arco della giornata.

Mantenere le distanze durante i giochi all’aperto sarà un altra regola da rispettare. Inoltre, dove non è possibile rispettarle bisogna indossare la mascherina. Leggi anche Covid | Villani: Bambini mascherina da 3 anni. Contagiosi come adulti

I pediatri a questo proposito avvertono che girano troppe fake news sulle mascherine che riguardano gli effetti che queste avrebbero sulla salute dei più piccoli.

“Questa estate si potrà andare al mare – spiega Rino Agostiniani, vice presidente della Società italiana di pediatria su Ansa.it – nei periodi estivi le forme virali come quella del Covid 19 sono forme che hanno modalità di trasmissione meno pericolose rispetto ai periodi autunnali o invernali, quando si sta in ambienti chiusi e c’è più umidità”. Leggi anche Sole e bambini | i consigli dei pediatri

L’esperto spiega anche che “stare all’aperto, con un clima caldo, secco, rende anche più difficile la trasmissione di goccioline di saliva”.

Quelle che sottolinea Agostiniani sono le raccomandazioni da tenere in merito all’igiene delle mani, le distanze tra ombrelloni, e lo spiegare ai più piccoli di non portare le mani alla bocca e stropicciarsi gli occhi se si sono toccate troppe cose.

vacanze bambini coronavirus
Adobe Stock

L’esperto promuove anche le vacanze in montagna. Gli spazi aperti infatti sono indicati in questo periodo. Importante sarà in ogni caso seguire le solite raccomandazioni. Se altrimenti si resta in città vanno bene i centri estivi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Covid | Bambino Gesù: Bassa trasmissione attraverso lacrime bambini

Sulle mascherine la Sip spiega inoltre che i bambini che indossano la mascherina per più ore al giorno non rischiano una carenza di ossigeno.

La mascherina, inoltre, non indebolisce il sistema immunitario e non altera la flora intestinale. E il suo prolungato non porta ad alcalosi perché “la quantità della propria anidride carbonica respirata da un bambino sano che indossa la mascherina chirurgica è pressoché impercettibile”.

(fonte: Ansa)