Covid-19 | Obesità infantile in aumento dopo il lockdown

Il lockdown a cui l’emergenza Covid-19 ha costretto il nostro paese per mesi, ha creato molte conseguenze nei bambini e non solo psicologiche. I bambini infatti sarebbero ingrassati molto e l’obesità infantile avrebbe assunto proporzioni importanti. 

obesità infantile in aumento dopo il lockdown
Adobe Stock

Essere costretti in casa non è significato soltanto isolamento sociale per moltissimi bambini, soprattutto i figli unici, che da un giorno all’altro si sono ritrovati a non potersi più relazionare con altri bimbi. Il lockdown ha prodotto anche un’altra conseguenza molto allarmante, l’obesità infantile. 

SULLO STESSO ARGOMENTO: Asili nido e scuola di infanzia | Come riaprono a settembre

A dimostrarlo una ricerca dell’Università di Buffalo, condotta con un equipe dell’Università di Verona e dal pediatra nutrizionista Angelo Pietrobelli pubblicata sulla rivista ‘Obesity’. Scopri anche Gaslini di Genova, bambini regrediti durante lockdown.

Bambini più grassi dopo il lockdown | gli allarmanti risultati di una ricerca scientifica

Obesità infantile dopo lockdown ricerca scientifica
Adobe Stock

Il lockdown ci ha costretti in casa, ha costretto moglie e marito a convivere forzatamente per 24 ore al giorno, ha costretto i nostri figli a passare ore infinite senza la compagnia di un coetaneo, per molti, senza la possibilità di vivere all’aperto qualche ora del giorno, provocando conseguenze psicologiche molto importanti, regressioni vere e proprie per quanto riguarda i bimbi più piccoli, ma anche fisiche, come l’accumulare peso in una fase di crescita delicata come quella pediatrica. 

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | Save the Children: “10 mln bambini forse mai più a scuola”

L’obesità infantile sta vivendo un pericoloso picco dopo il lockdown e questo perché i bambini sono stati lasciati troppo spesso di fronte alla tv, a consumare cibo spazzatura mentre i loro genitori erano costretti allo ‘smart working’ e avevano bisogno di restare concentrati, senza avere la possibilità di sostituirsi, almeno per la maggior parte delle ore del giorno, alla maestra di asilo.

Le lezioni on line hanno impegnato i più grandicelli, ma per la popolazione dei bambini in età prescolare il restare a casa, è stato potenzialmente dannoso. Se per molti bimbi è stato possibile avere mamma e papà a disposizione tutto il giorno, questa piacevole novità non ha investito invece la vita di molti altri bambini che si sono ritrovati a dover fare i conti con i nervi a fior di pelle dei genitori, con ore vuote e consolazioni, nella maggior parte dei casi rappresentate da cibo, il loro preferito.

Gelati, merendine confezionate, caramelle, patatine, bibite zuccherate e sedentarietà hanno innescato una vera e propria bomba fisiologica, quella dell’obesità. I bimbi infatti, secondo lo studio condotto presso l’Università di Buffalo assieme all’equipe dell’Università di Verona, hanno dormito in media, mezz’ora in più e hanno passato circa 5 ore in più di fronte alla televisione o al computer.

I genitori in questa ‘terza fase’ dell’emergenza Covid-19 dovrebbero permettere ai bambini di passare più ore all’aperto, a muovere il corpo e anche la mente, di ritrovare il gusto di merende sane, come delle frutta fresca, dei frullati o anche delle verdure croccanti. Ritrovare il gusto di un piatto di pasta, nella quantità giusta, di dolci preparati in casa con ingredienti genuini e sopratutto evitando di far assumere ai propri figli zuccheri raffinati, molto dannosi per il corpo ma anche per il cervello di un bambino.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Pranzo ideale per bambini | Come dovrebbe essere composto il pasto

6 bambini su 10 regrediti dopo il lockdown | lo studio dell'Irccs Giannina Gaslini di Genova 
AdobeStock

I bambini, sono stati il ‘sacrificio’ più grande di questo bruttissimo momento storico che il mondo tutto sta vivendo. Ritorniamo a farli sorridere, a proiettare davanti ai loro occhi il più bel film approfittando anche delle belle giornate al mare che l’estate ci offre. Se hai un bambino scopri i cibi e bevande più sani da consumare in estate.