Home Maternità Coronavirus | Save the Children: “10 mln bambini forse mai più a...

Coronavirus | Save the Children: “10 mln bambini forse mai più a scuola”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:49
CONDIVIDI

Quasi 10 milioni di bambini potrebbero essere costretti a lasciare la scuola per sempre a causa del lockdown imposti dal Coronavirus. A lanciare l’allarme è Save the Children. 

10 milioni di bambini potrebbero non tornare più a scuola
Una scuola in Africa (Adobe Stock)

Save the Children lancia l’allarme. Quasi 10 milioni di bambini potrebbero essere costretti a lasciare per sempre la scuola a causa delle conseguenze economiche derivate dalla pandemia da Covid-19.

Il lungo lockdown infatti ha generato delle enormi ripercussioni di carattere economico che si sono fatte sentire anche nel settore dell’istruzione. Leggi anche Coronavirus | L’importanza dell’attività fisica nei bambini

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | Bambini dimenticati dal governo Conte

L’ong denuncia nel nuovo rapporto globale la grave situazione attuale che rischia di generare danni enormi nel campo dell’educazione. Attualmente risulta quindi una vera e propria emergenza.

Quasi 10 mln di bambini potrebbero non tornare a scuola dopo Coronavirus

10 milioni bambini potrebbero non tornare a scuola
Adobe Stock

Si tratta di una vera e propria emergenza educativa. A lanciare l’allarme è Save the Children una delle più grandi organizzazioni internazionali indipendenti non governative. L’ong lavora da sempre per migliorare la vita dei bambini di tutto il mondo.

Nel rapporto pubblicato proprio oggi dall’Ong si legge che 9,7 milioni di bambini potrebbero per sempre essere costretti a lasciare la scuola entro la fine di quest’anno. Non solo, milioni di altri bambini avranno gravi ritardi nell’apprendimento.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Lockdown | Gli effetti sulla salute psichica dei bambini

“I profondi tagli al budget per l’istruzione e la crescente povertà causati dalla pandemia da Covid-19 potrebbero portare all’interruzione del loro percorso educativo”. Asili nido e scuola di infanzia | Come riaprono a settembre

L’ong spiega che “la chiusura delle scuole come misura preventiva contro il Coronavirus ha lasciato 1,6 miliardi di bambine, bambini e adolescenti fuori dalla scuola. Questi rappresentano circa il 90% dell’intera popolazione studentesca. Ad oggi sono 1,2 miliardi gli studenti colpiti dalla chiusura delle scuole, prima dell’emergenza erano molto meno di un quarto, 258 milioni”.

Dati preoccupanti soprattutto alla luce del fatto che il cammino per garantire entro il 2030 a tutti i bambini di poter andare a scuola era già a rischio.

Con l’emergenza Covid spiega ancora Save the Children “si rischia di consegnare a una generazione di bambini un futuro fatto solo di povertà“.

Nei paesi a medio e basso reddito i bambini corrono questo rischio che è misurato attraverso un indice di vulnerabilità secondo tre parametri: il tasso di abbandono scolastico prima dell’emergenza, le diseguaglianze di genere e di reddito tra i bambini che lasciavano la scuola e il numero di anni di frequenza scolastica.

I paesi maggiormente a rischio sono 12 in particolare Niger, Mali, Chad, Liberia, Afghanistan, Guinea, Mauritania, Yemen, Nigeria, Pakistan, Senegal e Costa d’Avorio.

Un pericolo che colpisce più le bambine dei bambini, molte delle quali potrebbero essere costrette a sposarsi precocemente. Non solo, abbandonando la scuola dovrebbero entrare nel mondo del lavoro per aiutare le famiglie colpite dalla pandemia.

Il rapporto analizza anche gli effetti devastanti che l’epidemia potrebbe avere sull’educazione. Questo a causa dello spostamento delle risorse di bilancio che i governi potrebbero dedicare per rispondere all’emergenza.

Nella peggiore delle ipotesi, sempre secondo l’ong, “se i governi dovessero essere costretti a drenare il 10% delle risorse ora destinate all’istruzione per coprire altre spese legate alla risposta all’emergenza, verrebbero a mancare 192 miliardi di dollari entro la fine del 2021 per l’istruzione nei paesi a basso reddito.

Dunque, secondo Save the Children “senza un’azione urgente per proteggere le famiglie, il numero di bambini che vivono in famiglie povere potrebbe salire tra 90 e 117 milioni nel 2020, con una stima media di 105 milioni. Questo aumento della povertà avrebbe come conseguenza quella di veder crescere tra i 7 e 9,7 milioni il numero dei bambini che abbandonano la scuola“.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Gaslini di Genova | bambini regrediti durante lockdown

Infine, la chiusura delle scuole, oltre alla perdita dell’istruzione comporta il tenerli lontani da quei luoghi sicuri dove possono giocare con gli amici, mangiare e accedere ai servizi sanitari e per la salute mentale.

10 milioni di bambini potrebbero non tornare a scuola
Adobe Stock

Con questo rapporto dunque Save the Children chiede ai governi e ai donatori della comunità internazionale di investire con urgenza sull’istruzione.