Come diventare consumatori consapevoli

0
1

Tutte le dritte da seguire per diventare dei consumatori consapevoli ed in grado di scegliere ogni giorno cosa portare in tavola.

Organizza i rifornimenti alimentari in casa così | Spesa
Donna che fa una spesa sana per la famiglia – Fonte: Adobe Stock photo

L’alimentazione è la base della nostra salute. Una verità che negli ultimi tempi ha preso sempre più campo, sensibilizzando sempre più persone ad aver cura di ciò che mangiano e ad imparare a scegliere ciò che è giusto per loro e per i propri cari. Districarsi tra le tante scelte offerte dal mercato e tra i pareri spesso discordanti che ci sono in merito a ciò che è giusto mangiare, è però davvero difficile.

SULLO STESSO ARGOMENTO: I 10 alimenti che mantengono giovani, cervello, cuore, pelle e cellule

Scopriamo quindi alcune strategie di base dalle quali partire per diventare dei consumatori consapevoli, ovvero persone in grado di scegliere personalmente cosa mangiare e di distinguere gli alimenti sani da quelli che invece non lo sono affatto.

Diventare consumatori consapevoli si può. Ecco come fare

Donna che fa la lista della spesa
Donna che fa la lista della spesa – Fonte: Adobe Stock

Quando si decide di aver cura di se e della propria salute, il primo passo da compiere è quello di abbracciare uno stile di vita sano alla cui base ci sia anche un’alimentazione corretta. Questa, per essere tale, dovrebbe seguire tutta una serie di regole, indispensabili per capire cosa è bene mangiare, in che quantità, etc…

SULLO STESSO ARGOMENTO: Cosa succede al tuo corpo se smetti di mangiare pane bianco

Ovviamente, muovere i primi passi in questa direzione può essere disarmante perché le cose da sapere sono davvero tante da creare confusione. Basta però, iniziare da poche e semplici basi per riuscire ad acquisire informazioni sempre nuove,

impratichendosi giorno per giorno ed avviandosi sempre più in un percorso che porterà sicuramente a conoscersi meglio e a fare le scelte alimentari più giuste, sia per se che per i propri cari.
Iniziamo quindi dalle basi, in modo da capire in che direzione andare.

Capire l’importanza dell’alimentazione. Per poter fare delle scelte corrette in ambito alimentare, prima di tutto è importante comprendere l’importanza che l’alimentazione ha nella vita di tutti noi. Mangiare gli alimenti giusti aiuta infatti a mantenersi in salute, a tenere a bada alcune patologie e ad evitarne altre. Allo stesso tempo, consente di mantenersi in forma senza troppi sforzi, promuove la buona salute, l’energia vitale, etc… Una volta compreso questo punto, sarà più facile capire il perché compiere determinate scelte piuttosto che altre.

Scegliere di mangiare in modo bilanciato. Al fine di mantenersi in buona salute è importante. Per farlo è necessario comprendere il ruolo che giocano i macro nutrienti di ciò che si mangia e saperli riconoscere nei vari alimenti. Se non si hanno nozioni in tal senso, è importante approfondire la conoscenza di carboidrati, proteine e grassi e capire come inserirli all’interno di ogni pasto per poter mangiare in modo da nutrirsi davvero e da mantenersi in forma.

Coronavirus e alimenti quali rischi si corrono
Donna che sceglie cosa acquistare-  Fonte foto: AdobeStock

Cosa che si ottiene scegliendo carboidrati provenienti da cereali integrali, frutta e verdure, da proteine magre e da grassi buoni. Un po’ l’abc della sana nutrizione, cosa che è possibile approfondire con delle ricerche o recandosi da un nutrizionista per avere le giuste informazioni sui cibi da scegliere per alimentarsi al meglio.

Imparare a leggere le etichette. Un altro passo importante per diventare dei consumatori consapevoli è quello di imparare a leggere le etichette di ciò che si compra e di informarsi sui valori nutrizionali dei cibi che si consumano. In questo modo si potranno evitare gli zuccheri nascosti negli alimenti, scegliere le proteine buone e riconoscere i cibi da prediligere in base al quantitativo di grassi saturi presenti. Tutte informazioni che sono disponibili attraverso la lettura degli ingredienti e dei valori nutrizionali presenti in ogni confezione.

Puntare al bio e ai cibi freschi. Sebbene la fretta che domina le nostre giornate porti verso l’acquisto di cibi pronti o precotti, la strada per una spesa consapevole comporta a scelte ben diverse. Bisogna infatti prestare attenzione a tanti particolari tra i quali spiccano la salubrità di ciò che si porta in tavola. Per mangiare bene è quindi importante scegliere prodotti bio ed evitare il più possibile cibi pre confezionati o elaborati.

Questi, infatti, sono ricchi di ingredienti spesso nocivi per la salute, limitando al massimo il valore nutrizionale degli alimenti che contengono. E sebbene pensare di passare al bio possa sembrare una scelta economicamente difficile, basterà scoprire quanto si risparmia evitando i cibi preconfezionati per capire che la differenza non sarà così elevata. Per fare un esempio, un’insalata in busta può costare più di tre volte tanto di un’insalata normale acquistata fresca. Motivo per cui è possibile mangiare cibi sani senza spendere troppo.

Seguire un’alimentazione controllata. Evitare fritti, zuccheri e cibi ricchi di grassi TRANS è una via che aiuta a diventare sempre più consapevoli. Nel cercare di evitarli al fine di mangiare in modo più controllato e sano ci si troverà infatti ad escludere dalla propria spesa tanti prodotti che non fanno bene alla salute. Prodotti che spesso si mangiano anche ogni giorno poiché inconsapevoli dei danni che possono arrecare. Un problema che sparirà nel momento in cui si inizierà a leggere ingredienti e valori nutrizionali di ciò che si acquista.

Prestare attenzione alle allerte alimentari. Un altro accorgimento utile è quello di prestare sempre attenzione alle allerte alimentari. Queste aiutano infatti a restare aggiornati sui problemi che di volta in volta possono riguardare gli alimenti che si acquistano, impedendo di fare le scelte sbagliate o aiutando a riconoscerle in tempo per sostituire eventuali prodotti nocivi per la salute. Un’accortezza che non costa nulla se non un po’ di attenzione e che noi di chedonna.it abbiamo molto a cuore, riportando tutte quelle che emergono nel corso della settimana.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Frutta secca: Proprietà, benefici e 9 motivi per cui mangiarla

Pianificare ciò che serve davvero. Sebbene le buone intenzioni siano sempre un aspetto positivo, è innegabile che il costante bombardamento mediatico sia fonte di confusione e che spesso porti a scelte non esattamente sane. Pianificare in anticipo ciò che serve davvero e segnare quello che si desidera acquistare, sarà più semplice fare una spesa che rispecchi i propri desideri e non le scelte di pancia fatte all’ultimo istante.

Far spesa a stomaco pieno e in un momento relativamente calmo. Un ultimo accorgimento importante è quello di far spesa quando non si ha fame e si ha del tempo da dedicare a ciò che si sta facendo. Dover controllare le etichette dei prodotti in vendita, le prime volte può risultare complicato e fame e fretta possono innervosire, portando a mettere nel carrello prodotti non idonei. Sopratutto nelle prime fasi di questo processo è quindi importante recarsi a far spesa nei momenti più idonei, senza fretta, lucidi di mente e senza fame.

spesa smartphone
Donna che controlla il telefono mentre fa la spesa – Fonte: Adobe Stock

Seguendo queste semplici regole, ci si avvierà verso un processo di consapevolezza che con il tempo potrà farsi sempre più grande aiutando ad effettuare acquisti sempre più corretti e adatti alla propria persona e alle esigenze di tutta la famiglia.