Home Dieta e Alimentazione

Zuccheri nascosti: ecco come smascherarli

CONDIVIDI

zucchero

Nella costante lotta contro gli zuccheri, ogni giorni ci troviamo a cercare di mangiare il più possibile in modo sano, evitando quindi di aggiungere edulcoranti a bevande come latte o caffè o dicendo di no al cioccolatino di troppo che ci viene offerto al bar. Eppure, nonostante i tanti sforzi, sono sempre in molti coloro che, inconsapevolmente, si trovano ad ingerire più zucchero del dovuto e tutto a causa di alcuni alimenti che ne contengono ben più di quanto non si pensi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Inverno, come alimentarsi correttamente per restare in forma

Gli zuccheri nascosti negli alimenti

A volte si tratta di cibi insospettabili, altre volte, invece, pur riconoscendone il sapore dolce, si ha l’idea purtroppo errata che di zucchero ce ne sia poco. Questo può dipendere da molti fattori. Uno tra i più comuni è dato dalla dicitura light posta sull’etichetta o dal pensiero che un determinato cibo come, ad esempio uno yogurt alla frutta, sia sano e pertanto privo di ingredienti come lo zucchero.
La verità è che per andare sul sicuro bisognerebbe, prima di tutto, leggere le etichette per accertarsi che non ci siano zuccheri o che ce ne siano pochi.

Ma quali sono i cibi più comuni sui quali si tende a sbagliare?
Messe da parte le bibite gasate di cui tutti ormai sono a conoscenza, ci sono i succhi di frutta. Ognuno può contenere fino a sei cucchiaini di zucchero.
Seguono poi i già citati yogurt alla frutta o magri ma dolci che hanno di norma almeno 4 cucchiaini di zucchero per vasetto.
E poi arrivano i cibi cui davvero non si pensa mai. Un esempio?
I sughi pronti contengono in media otto cucchiaini di zucchero mentre il pane in cassetta ne contiene mezzo per ogni fetta. Altri cibi che contengono zuccheri sono i wurstel, i salumi, l’aceto balsamico ed alcuni minestroni surgelati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Problemi di peso? Ecco alcune abitudini per dimagrire e restare in forma

D’ora in avanti, quindi, non avete più scuse. Se davvero volete ridurre il quantitativo di zuccheri, la mossa corretta sarà quella di leggere attentamente le etichette di ogni alimento, anche il più insospettabile.