Home Senza categoria Coronavirus | I tatuaggi del 2020 sono un vero racconto della pandemia

Coronavirus | I tatuaggi del 2020 sono un vero racconto della pandemia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:52
CONDIVIDI

I tatuaggi al tempo del Coronavirus raccontano tutte le sfumature della pandemia e tutte le storie di chi ha vissuto sulla propria pelle il dramma del Covid.

tattoo old school coronavirus
Coronavirus Tattoo (Fonte: Instagram)

Il motivo per cui si sceglie di portare un tatuaggio sulla pelle è profondamente legato alla nostra storia personale. 

Nella maggior parte dei casi, infatti, il tatuaggio ha un significato molto profondo per colui che lo porta e si ricollega a tutte le esperienze affrontate nel corso della vita.

SULLO STESSO ARGOMENTO:  Significato dei Tatuaggi | Cosa vogliono dire i tattoo più diffusi?

Per questo motivo non stupisce per niente scoprire che, non appena gli studi dei tatuatori hanno riaperto durante la Fase 2milioni di persone in tutto il mondo sono corse a tatuarsi.

In questo momento storico il Coronavirus è diventato uno dei soggetti più richiesti da coloro che scelgono di tatuarsi e, ovviamente, gli artisti del tatuaggio sono stati chiamati a darne interpretazioni assolutamente personali, più allegre e scanzonate oppure più serie, a seconda dello scopo del cliente.

Perché non prendere ispirazione?

Tatuaggi 2020: i più belli a tema Coronavirus

sopravvissuto coronavirus tattoo
Coronavirus Tattoo (Fonte: Instagram)

Tra coloro che hanno sentito il bisogno di tatuarsi il nome del Covid – 19 ci sono sicuramente coloro che hanno contratto il virus e sono sopravvissuti al suo decorso.

Sono moltissimi infatti coloro che scelgono di tatuare la parola “survived” o “survivor” che significano “sopravvissuto”.

Si tratta di una sorta di medaglia al valore, un modo per ricordare l’enorme pericolo scampato e, forse, anche per fare in modo che tutti i problemi della vita futura siano visti sotto una luce differente. Il tatuaggio rimarrà lì a ricordare che le cose veramente gravi non sono quelle a cui eravamo abituati nel mondo prima del Coronavirus.

tattoo coronavirus
Coronavirus Tattoo (Fonte: Instagram)

Tra i sopravvissuti (cioè che hanno fatto registrare due tamponi negativi dopo quello con che li ha “marchiati” come infetti), c’è anche chi non è assolutamente disposto a essere cortese con il virus che ha messo in pericolo miliardi di vite in tutto il mondo: “fuck off Covid-19” non è una frase che ha bisogno di traduzioni.

Coronavirus nastro
Coronavirus Tattoo (Fonte: Instagram)

C’è anche chi ha scelto di ricordare tutti coloro che non ce l’hanno fatta, utilizzando il simbolo internazionale del lutto: un nastro nero accanto al mondo.

SULLO STESSO ARGOMENTO: App Immuni | Sarà presto disponibile negli store: ecco come funzionerà

Questo genere di tatuaggi portano con sé un significato profondamente triste, che non viene stemperato dall’ironia o da una frase rabbiosa. Da fare soltanto se si è certi di riuscire a convivere con un simbolo così doloroso per il resto della vita.

Andrà tutto bene tattoo
Coronavirus Tattoo (Fonte: Instagram)

Di tono completamente differente, invece, il tatuaggio che riprende il simbolo e il motto con cui molti paesi, soprattutto l’Italia, hanno deciso di combattere il virus e tenere alto il morale. “Andrà tutto bene” in questo caso è stato tatuato (in spagnolo) sotto l’arcobaleno, quello stesso arcobaleno che centinaia di migliaia di bambini italiani hanno disegnato nelle scorse settimane.

Tatuaggio mani coronavirus
Coronavirus Tattoo (Fonte: Instagram)

Ispirato a uno dei dipinti più famosi della storia dell’arte mondiale, questo tatuaggio ricorderà al suo portatore l’importanza di lavarsi le mani accuratamente, anche in futuro.

Il dipinto a cui il tatuatore si è ispirato alle mani in preghiera di Albrecht Dürer: si tratta di un’opera realizzata con pennello e inchiostro su foglio blu, in uno stile estremamente realistico.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alpjuan (@alpjuan) in data:

Infine, dedicato alla quarantena mondiale più che al vero e proprio coronavirus, questo mappamondo incoronato riassume con la combinazione di vari elementi gli ultimi due mesi di storia del mondo.

Quarantena tattoo
Coronavirus Tattoo (Fonte: Instagram)

Per concludere, c’è da ricordare che gli studi dei tatuatori sono uno dei luoghi più sicuri d’Italia, dal momento che anche prima della pandemia i tatuatori professionisti erano tenuti ad osservare rigidissime regole igieniche e a indossare correttamente guanti e mascherine. Inoltre, i tatuatori conoscono perfettamente anche tutte le prassi di disinfezione degli strumenti, i più importanti dei quali (gli aghi) sono addirittura monouso.