Giulio Berruti vittima di bullismo: “Gettato nel cassonetto”

0
9

Giulio Berruti sul suo profilo Instagram ha rivelato di essere stato vittima, durante il periodo dell’adolescenza, dei bulli. L’attore ha approfittato del momento per lanciare un importante messaggio ai più giovani.

giulio berruti lutto
Giulio Berruti confessa di essere stato vittima di bullismo durante l’adolescenza (Instagram)

Giulio Berruti è famoso al pubblico del piccolo e grande schermo per le sue doti recitative. Non è un mistero, infatti, che il bell’attore abbia un certo seguito grazie al suo talento e alla sua prestante forma fisica. Per questo motivo, ha scelto di utilizzare il proprio profilo Instagram per lanciare un forte messaggio contro il bullismo. Che cosa ha fatto?

Giulio ha raccontato, per la prima volta, di essere stato vittima dei bulli durante il periodo di adolescenziale. Quindi conosce in prima persona, sulla sua pelle, ciò che si prova quando si è vittima di tale fenomeno; così ha scelto di condividere la sua esperienza con i propri followers, provando a far ragionare loro che non c’è nulla di cui vergognarsi, ma sono i loro carnefici a provare tale sentimento per ciò che fanno.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Britney Spears vittima di bullismo? Lei: “Certi commenti fanno male”

“Ho bei ricordi del periodo legato alla mia adolescenza, ma non posso nascondere che ci sono stati dei momenti difficili” ha premesso il bell’attore, che non molto tempo fa è stato colpito da un grave lutto. “Ero un ragazzo introverso e un po’ insicuro. Ciò era dovuto al fatto che ero molto magro e decisamente non molto alto” ha spiegato. “Ciò ha portato inevitabilmente qualcuno ad approfittarsi, soprattutto quando avevo 14 anni”.

“Durante quel periodo un gruppo di ragazzi decise di gettare me e il mio motorino nel cassonetto dell’immondizia nei pressi di un locale molto popolare all’epoca” ha scritto l’attore confidando di essere stato vittima di bullismo. “Lo fecero soltanto per il puro gusto di umiliarmi e, come se non bastasse, a guardare la scena c’era anche una ragazza per cui all’epoca avevo una cotta” ha proseguito l’attore con il suo racconto. “Lei rimase ferma a guardare tutta la scena con le sue amiche e poi scoppiò a ridere”

“Fu un’esperienza terribile” ha commentato Giulio Berruti su Instagram. “Ma si sa che l’adolescenza è un periodo spietato e purtroppo questo che vi ho raccontato è soltanto uno dei tanti episodi di violenza che ho subito, ma fortunatamente gli anni passano e la vita cambia” ha proseguito l’attore con la sua confidenza. “Così come sono cambiate le mie amicizie” ha aggiunto. “Inizio a conoscere le arti marziali e 19 anni di colpo peso 104 chili e sono alto quasi due metri” ha spiegato. “Nessuno mi si è più avvicinato, così ieri così anche oggi”.

Giulio Berruti lancia un importante messaggio contro il bullismo: “Non c’è rivincita migliore”

Giulio Berruti si confessa su Instagram
Giulio Berruti lancia un importante messaggio sul web contro il bullismo (Instagram)

Giulio Berruti ha proseguito con la sua esperienza personale, lanciando poi, come anticipato poco fa, un importante messaggio per tutti coloro che sono vittime di bullismo. Provando a far loro ragionare loro anche in merito agli incontri che ha avuto poi in seguito l’attore con coloro che si divertivano ad umiliarlo durante il periodo legato all’adolescenza.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Giulio Berruti paparazzato con una nuova fiamma. E la Boschi? – Video

“Mi è capitato durante il corso della mia vita di incontrare poi quelle persone che amavano divertirsi umiliandomi davanti agli altri” ha proseguito l’attore, che qualche anno fa rivelò anche di essere stato malato da 12 anni. “Quando succede, loro sono in una situazione di imbarazzo” ha spiegato. “In cosa consiste il loro imbarazzo? Nel non saper sostenere il mio sguardo”.

“Ora mi arrivano si e no ai capelli e pesano nemmeno la metà di quello che peso io ora” ha proseguito. “Ma il punto della situazione non è assolutamente questo, non riguarda chi è più forte” ha spiegato. “Loro si imbarazzano per il silenzio, la fatica e l’impegno di quello che io sono riuscito a costruire su me stesso mentre loro no” ha aggiunto. “E vi garantisco che non esiste la rivincita migliore contro il bullismo se non i fatti, dei traguardi, che siano loro grandi o piccoli”.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Trono Over | Dama contro Maria De Filippi: “Si diverte con il bullismo”

“Per questo motivo vi consiglio di concentrarvi unicamente su voi stessi e non su cosa pensano gli altri di voi” ha spiegato Giulio Berruti nel suo messaggio contro il bullismo. “Pensate a focalizzarvi su ciò che vi piace di più, su quello che vi appassiona” ha proseguito. “Cercatelo con la fame negli occhi e date il tempo ai vostri tormenti di scavarvi dentro, nel profondo” ha consigliato l’attore. “Di spingervi a chiedervi se esiste un futuro diverso per voi”.

“Sono le voci di noi stessi, quelle che ci guidano, vi prego di ascoltarle” ha proseguito. “Siate capaci di lottare contro chiunque, anche il mondo intero, per inseguire i vostri sogni e poco importa se sbagliate” ha consigliato. “Andate avanti lo stesso senza nessun rimorso perché avete già vinto cacciando fuori il coraggio che serve per provarci”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ho avuto un adolescenza molto fortunata ma spesso complessa. Ero un ragazzo a tratti introverso, curioso ma un pó insicuro. Ero anche molto magro e non troppo alto. Cosi qualcuno se ne approfittava. A 14 anni, un gruppo di ragazzi decise di gettare me ed il mio motorino dentro un cassonetto dell’ immondizia davanti ad un locale molto frequentato solo per il gusto di umiliarmi. C’era anche una ragazza che all’epoca mi piaceva tantissimo, vide la scena e si mise a ridere con le sue amiche voltandomi le spalle. Fu un esperienza atroce per me,ma l’ adolescenza é spietata si sà e purtroppo quello fu soltanto uno di mille episodi simili.Poi gli anni passano, la vita cambia cosi come le amicizie, e conosco le arti marziali. A 19 anni di colpo pesavo 104 chili per 1.92 di altezza.Non si avvicinava più nessuno,cosi come oggi. Capita che a volte,peró, incontri ancora alcune di quelle persone, e quando succede, sento spesso il loro imbarazzo, la loro difficoltà nel sostenere il mio sguardo. Mi arrivano si e no ai capezzoli e pesano la metà di me. Ma non é questo il punto.Il loro imbarazzo é dato da ció che con il silenzio, la fatica e l’impegno, sono riuscito a costruire per me stesso mentre alcuni di loro ancora no. E non c’é rivincita migliore dei fatti, perché i traguardi , anche se piccoli, pesano come macigni a questa età. Perció concentratevi su voi stessi, non su cosa pensano gli altri di voi. È un loro problema non il vostro. Concentratevi su cosa vi piace,su cosa vi appassiona, cercatelo con la fame dell’anima,date il tempo ai tormenti di scavarvi nel profondo,di spingervi a domandarvi se esiste altro per voi stessi, sono voci interiori che ci guidano,ascoltatele. Imparate a lottare contro il mondo per inseguire i vostri sogni e se sbagliate non giudicatevi, andate avanti, senza rimorsi, perché serve molto coraggio anche solo per provarci. La pazienza di capire,di misurarsi con le cose, la curiosità del vivere, sono scintille primordiali che a molti mancano. Ed é cio che più li spaventa, perché una vita senza amore, senza scopo, é una vita persa. L’adolescente lo sa bene, ma non é capace di codificarlo, io ci sono riuscito da poco, e voi?

Un post condiviso da GIULIO BERRUTI (@giulioberruti) in data:

“Dovrete armarmi di pazienza. La pazienza per capire come misurarvi con le cose” ha concluso Giulio Berruti nel suo messaggio contro il bullismo su Instagram. “Abbiate la curiosità di vivere, lasciatevi andare alle scintille primordiali che a molti sembrano mancare” ha consigliato. “E’ questo che li spaventa: una vita senza scopi e senza nessun amore” ha osservato. “Senza questo è una vita persa e un adolescente lo sa bene soltanto che non è ancora in grado di codificarlo” ha aggiunto. “Io ci sono riuscito da poco tempo, fatelo anche voi”. Giulio, è bene specificare, non è l’unico volto del mondo dello spettacolo ad aver aderito a questa battaglia. Di recente anche Fabrizio Moro si è scagliato contro il bullismo.