Dieta Sirt spopola tra i vip | Scelta da Adele e Pippa Middleton

0
1

L’ultima moda fra le star è quella di seguire la dieta Sirt. Si tratta di un regime alimentare che alla cantante Adele ha permesso di perdere addirittura 30 chili. Scelto anche da altre vip come Pippa Middleton. Scopriamo in cosa consiste. 

dieta sirt adele
Foto Adobe Stock

Un regime alimentare molto in voga fra i vip che ha permesso di perdere addirittura 30 chili alla cantante Adele. Si tratta della dieta Sirt elaborata da Aidan Goggins a Glen Matten, due nutrizionisti di grande fama nel Regno Unito e in Irlanda.

Detta anche la dieta del gene magro è un regime alimentare molto seguito fra le star. La stessa Pippa Middleton sembra che l’abbia seguita per arrivare in forma alle nozze. Non solo, i due nutrizionisti hanno seguito con successo anche alcuni celebri sportivi inglesi, come il campione olimpico di vela Ben Ainslie e il pugile Anthony Ogogo. E alcune modelle come Jodie Kidd e Lorraine Pascale anche chef televisiva.

SULLO STESSO ARGOMENTO:Adele pubblica una foto ma è irriconoscibile: ha perso 30 kg

Ma come funziona questa dieta che promette di perdere fino a 3,5 chili in 7 giorni? Innanzitutto si tratta di una dieta inclusiva che tende quindi a includere cibi più che a escluderli. Quindi niente digiuni massacranti.

Dieta Sirt cos’è e come funziona

dieta sirt vip
Foto Adobe Stock

Promette di far perdere nella prima settimana oltre 3 chili e se seguita più a lungo i risultati sono davvero sorprendenti. Un esempio fra tutti? La cantante Adele che è apparsa irriconoscibile nella foto pubblicata su Instagram il giorno del suo compleanno con ben 30 chili in meno.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Dieta sirt: ecco come si attivano i geni della magrezza

Si chiama dieta Sirt perché si basa sulle sirtuine, proteine ad attività enzimatica. Il loro effetto è così profondo tanto da essere chiamate ‘super regolatori metabolici’. Le sirtuine influenzano infatti la nostra capacità di bruciare grassi, l’umore e i meccanismi che regolano la longevità. La loro attivazione è garantita clinicamente dalla dieta Sirt, producendo gli stessi effetti benefici del digiuno senza gli svantaggi legati ad esso.

A differenza di molte altre diete, che dicono cosa eliminare, la dieta Sirt, basata su scoperte scientifiche recenti e innovative, dice cosa inserire nell’alimentazione. Per questo è più facile da seguire e mantenere rispetto a qualunque altra dieta.

E non parliamo di cibi strani o esclusivamente ipercalorici. Nella dieta Sirt infatti sono ammessi l’olio extravergine d’oliva, il cioccolato fondente, il vino rosso, the e caffè. Non mancano poi tra gli altri cibi come fragole, mirtilli, noci, grano saraceno, peperoncino, cavolo, radicchio, cipolla rossa e rucola. Tutti alimenti facilmente reperibili e che regolarmente portiamo nelle nostre tavole.

La dieta Sirt dura all’incirca tre settimane e prevede due fasi. La prima dura 7 giorni ed è più restrittiva. Nei primi tre giorni bisogna assumere circa 1.000 calorie al dì ripartite fra cibi liquidi come succhi di frutta e verdura e un pasto solido al giorno. Nei 4 giorni successivi le calorie aumentano a 1.500 e i pasti solidi diventano due al giorno con due succhi. A questo punto si dovrebbe aver perso almeno 3 chili. La seconda fase, invece, dura due settimana e prevede un mantenimento dei cibi cosiddetti ‘sirt’ e un succo al giorno.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Adele irriconoscibile agli Oscar con 30 chili in meno – VIDEO

dieta sirt vip
Foto Adobe Stock

A questo regime bisogna affiancare anche dell’attività fisica. Praticare regolarmente moto è infatti fondamentale per la salute e sicuramente muoversi aumenterà i benefici della dieta. Anche se nella fase 1, come si legge nel sito italiano dedicato alla dieta Sirt, non c’è necessità di stressarsi con attività sportive massacranti.

di Cristina Biondi