Home Attualità Coronavirus | nei bambini si replica e si trasmette

Coronavirus | nei bambini si replica e si trasmette

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:30
CONDIVIDI

Secondo alcuni recenti studi scientifici, il Coronavirus si replicherebbe e trasmetterebbe anche attraverso i bambini, a metterlo in evidenza il virologo Roberto Burioni. 

Coronavirus si replica e trasmette nei bambini
Foto: AdobeStock

I bambini sono sempre stati descritti come i più immuni e resistenti al Coronavirus e in parte le statistiche basate sull’osservazione oggettiva dei casi riscontrati il dato sembra essere rilevante. ll mondo scientifico però, in continua ricerca, sembra abbia dimostrato, in due studi in particolare, come il virus si possa replicare e trasmettere anche nei bambini. 

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | Bambino positivo di 8 mesi operato a Milano: è il primo

A porre l’attenzione su questi due recenti studi, il virologo Roberto Burioni sul suo sito e lo avrebbe fatto proprio per mettere in guardia rispetto alla fase 2 che sta iniziando a concedere un poco di libertà dopo mesi di isolamento.

Coronavirus e bambini | i due studi scientifici che dimostrano come si possa replicare e trasmettere tra i più piccoli

Coronavirus studi scientifici su contagio bambini
Foto: AdobeStock

Alla luce della fase due che sta iniziando in Italia proprio oggi, 4 di Maggio, e alla riapertura delle scuole che dovrebbe riprendere in Settembre, la posizione dei bambini rispetto al Coronavirus merita dei chiarimenti e soprattutto degli approfondimenti scientifici.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Sindrome di Kawasaki | I pediatri rasserenano “c’è la terapia”

Davvero i bambini sono immuni e protetti dal virus e sviluppano soltanto sintomi molto leggeri se contagiati? La trasmissione del virus tra i più piccoli è più rara? Due studi scientifici, uno tedesco e l’altro svizzero, avrebbero posto l’attenzione su come il Covid-19 possa replicarsi e anche trasmettersi facilmente anche nei bambini. A mettere in evidenza questi due recenti studi, il virologo Roberto Burioni sul suo sito Medical Facts. 

Lo studio tedesco 

Uno studio condotto dal dottor Christian Drosten, virologo della Charité di Berlino e consigliere del governo tedesco per la pandemia da Covid-19, ha analizzato la quantità di virus presente nella gola di 3.700 pazienti colpiti da Coronavirus per poter capire se subisse variazioni con l’età e come sottolinea Burioni:

“Il responso è stato chiarissimo: i bambini e gli adolescenti hanno una carica virale sovrapponibile a quella degli adulti e per quanto possiamo saperne a questo punto, sono infettivi quanto gli adulti e hanno un ruolo nella trasmissione del virus tanto importante quanto quello degli adulti”

I risultati di questo studio quindi, dovrebbero allarmarci circa la possibilità di contagio del virus anche tra bambini ed adolescenti, dato di cui si dovrebbe tener conto relativamente alla riapertura delle scuole e anche delle varie attività ludiche tra bambini.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Quarantena da madri | Vi raccontiamo il disagio delle nostre famiglie

Lo studio svizzero 

Anche presso l‘Università di Ginevra è stato condotto uno studio simile ma con una variante di rilievo. Il virus presente nei giovani pazienti studiati, è stato fatto crescere in laboratorio e in più del 50% dei casi, la crescita del virus è riuscita, confermando che, come sottolineato su Medical Facts:

” il virus presente nella gola e nel naso dei bambini può infettare”

Coronavirus bambino operato milano
(Fonte: Instagram)

I due studi scientifici hanno posto l’attenzione sul problema della gestione del contagio anche tra i giovanissimi e questi dati dovrebbero essere presi in esame soprattutto alla luce della riapertura delle scuole e degli spazi dedicati ai bambini.

(Fonte: Medical Facts di Roberto Burioni)