Covid-19 | perché le donne sono più protette

Le donne, dati alla mano, sembrano essere più protette dal Covid-19 rispetto agli uomini. Ecco quali potrebbero essere le ragioni secondo la scienza. 

Covid-19 Perché le donne sono più protette
Fonte foto: AdobeStock

Il Covid-19 è nei nostri giorni, nella nostra mente e anche nel nostro cuore e il suo facile contagio ci fa sentire, sempre, tutti, costantemente in pericolo. Nonostante questo virus colpisca davvero ogni tipo di persona, non risparmiando nemmeno le fasce d’età più in erba, le evidenze scientifiche indicano le donne come una categoria di persone in qualche modo più protette e più resistenti al Coronavirus.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Covid-19 | le mascherine servono | la risposta della scienza

Le donne contagiate, sembrano affrontare meglio la malattia e le sintomatologie più gravi legate al virus sembrano colpirle di meno. Anche i ricoveri in terapia intensiva interessano meno le donne rispetto agli uomini. La scienza ha cercato di andare a fondo, sviscerando i possibili motivi che determinerebbero questa protezione maggiore nei confronti del virus nonostante il contagio sia davvero semplice come spiegano perfettamente alcuni video.

Covid-19 | le donne più protette rispetto agli uomini | le possibili cause scientifiche

Covid 19 | donne più protette rispetto agli uomini
Fonte foto: AdobeStock

Secondo i bollettini medici diffusi ogni giorno nel nostro paese riguardo il Covid-19, le donne sembrerebbero essere meno rispetto agli uomini ed in particolare, tra le donne contagiate, i decessi registrati sarebbero inferiori a quelli registrati per il genere maschile. Dato per assunto che le donne vivono di più rispetto ai loro compagni uomini, anche nell’emergenza Coronavirus, il dato femminile sembrerebbe più confortante. Le donne infatti, risponderebbero meglio anche alle sintomatologie causate da questo virus.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Covid-19 | il contagio negli animali | come pulire le zampe

La scienza sembra aver posto l’accento sul sistema immunitario femminile che sarebbe più forte rispetto a quello maschile. Questo dato è emerso anche rispetto ad altre infezioni respiratorie come quelle dalla Sars e dell’influenza spagnola. Secondo gli scienziati, la motivazione potrebbe risiedere nel sistema ormonale femminile e anche nella necessità delle donne di dover trasmettere anticorpi ai propri figli attraverso il complesso apparato placentare.

Dal punto di vista ormonale, la donna produce più estrogeni che sarebbero fondamentali nella risposta immunitaria femminile. L’accento sarebbe stato posto anche sul cromosoma X, dove risiederebbero diversi geni legati alle difese immunitarie. Le donne presentano nel loro Dna due copie di questo cromosoma e questo potrebbe renderle più resistenti dal punto di vista immunitario. Nell’attesa del vaccino, la cui sperimentazione sta per iniziare, questi dati scientifici restano comunque molto importanti

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus e alimenti | quali sono i rischi che si corrono

Altri fattori messi in evidenza rispetto alla maggior protezione femminile dal Covid-19 sarebbero legate al diverso stile di vita che il genere femminile conduce rispetto a quello maschile.

Coronavirus e alimenti | quali sono i rischi secondo il virologo Roberto Burioni 
Fonte foto: AdobeStock

Le donne si prendono più cura della loro salute, fumano di meno e soffrono meno di patologie legate al sistema cardiocircolatorio, fattore che predisporrebbe ad un peggioramento dei sintomi da Coronavirus. Per affrontare il virus in modo intelligente, ci si dovrà sempre proteggere con la distanza interpersonale, l’uso della mascherina e ci si dovrà lavare le mani in modo perfetto. 

(Fonte: Focus.it) 

 

 

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti