Pasqua | Controlli capillari e sanzioni inasprite, il piano sicurezza

Intensificate le misure di sicurezza sul territorio nazionale con l’avvento di Pasqua e Pasquetta. La possibilità che, in Italia, durante le feste, si infranga il divieto di circolazione è concreta.

Coronavirus, intensificato il piano per evitare gli spostamenti
Coronavirus, intensificato il piano per evitare gli spostamenti (Getty Images)

Il Paese si prepara a festeggiare Pasqua e Pasquetta ai tempi del Coronavirus, l’atmosfera è particolare: il meteo sembrerebbe incoraggiare gli italiani a fare delle gite fuoriporta. Se il sole impera sullo Stivale, rispettare il divieto di circolazione su tutto il territorio nazionale per evitare assembramenti e, quindi, altri possibili contagi da Coronavirus, sarà più difficile.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Covid-19 | le mascherine servono | la risposta della scienza

Dunque, per prevenire ogni eventuale esodo (perchè l’aria di primavera potrebbe far venire la tentazione a chiunque, magari recandosi presso le seconde case), le Forze dell’Ordine saranno triplicate nei giorni di festa. Già dalla settimana santa in corso i controlli sono ulteriormente stringenti, grazie ad un maggiore dispiegamento di forze in tutto il Paese. Gli esperti hanno avvisato: “Ci avviamo verso la fase due dell’emergenza, che significa poter pensare ad un alleggerimento delle misure draconiane adottate finora. Tuttavia non è ancora il momento di mollare la presa”. Significa che bisogna restare a casa, il più possibile.

Pasqua, raddoppiano i controlli sul territorio nazionale per evitare l’esodo

Maggiori controlli a Pasqua per evitare gli assembramenti
Maggiori controlli a Pasqua per evitare gli assembramenti (Getty Images)

Allora ogni regione del Paese si industria come può per trascorrere le festività pasquali al meglio, nonostante i divieti e le privazioni: c’è chi come De Luca – in Campania – invita a fare pastiere, intanto a Napoli è previsto un piano di sicurezza particolare affinché vengano intensificati i controlli sul lungomare Caracciolo, piazza Plebiscito, piazza Trieste e Trento. Ulteriore stretta per quanto riguarda le strade che portano fuori città, il sindaco sottolinea: “Il nostro Comune ha un’unica strada di accesso, questo facilita la vigilanza, ma i controlli saranno comunque serrati”.

Stesso scenario a Milano, nel capoluogo lombardo arriveranno 180 agenti in più pronti a presidiare le strade con pattuglie e posti di blocco della Polizia locale. Il Presidente della Lombardia Attilio Fontana ha imposto rigore e disciplina: “Dobbiamo stare attenti, in particolar modo nelle vie dove passano grandi flussi come le autostrade”. Attenzione massima anche a Roma, Capitale d’Italia, allerta anche per quel che riguarda accessi a parchi e aree verdi del territorio.

Al cospetto della Mole, invece, i controlli verranno fatti sia sul territorio con un maggiore quantitativo di Polizia per le strade, sia attraverso l’uso di droni affinché gli spostamenti vengano controllati anche attraverso le vie aeree onde avere una visione globale del possibile problema. L’augurio è che tutti rispettino il divieto di circolazione, ma che qualcuno provi a trasgredire le norme è altamente probabile.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | Bill Gates finanzia un vaccino

Segnali sconfortanti che il Presidente della Regione Piemonte vuole escludere: “Tenteremo di bloccare le partenze e gli arrivi extra regione, con molta attenzione verso chi volesse recarsi alla seconda casa. È severamente vietato”. Maglia nera, invece, per Genova: polo della discordia per via delle foto diffuse la settimana scorsa che registravano un gran numero di persone ammassate nel centro città. Invertire la tendenza sotto Pasqua e Pasquetta, in Liguria, diventa fondamentale.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google news, per restare sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Da leggere