Coronavirus | Centri estetici chiusi: come fare con le unghie?

0
68

Alcuni consigli utili per arrivare al prossimo ritocco, quello post emergenza da Coronavirus, senza danneggiare le unghie con gel o smalto semipermanente.

nail art
Foto da Pixabay

Restiamo a casa. Noi ma anche i professionisti.

Eh già perché questo periodo di clausura forzata ci mette tanto tempo a disposizione per la cura della nostra bellezza ma ben poca professionalità.

E’ dunque giunto il momento di mettere in atto il miglior fai da te che possiamo realizzare, piccoli gesti, ricette e manovre rispetto alle quali sul web molti professionisti stanno già elargendo i loro consigli.

Da dove iniziare? Noi vi suggeriamo dalle mani, quelle per le quali più spesso ci rivolgiamo agli esperti. Il prossimo ritocco appare alquanto lontano però, dunque meglio attrezzarci da sole per far sì che, al momento giusto, le nostre unghie non appariranno reduci da un vero e proprio disastro.

Ecco allora alcuni pratici consigliare la manutenzione a casa di gel e smalto semipermanente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Unghie rovinate | ecco gli errori da evitare assolutamente

Coronavirus: consigli utili per unghie gel

manutenzione unghie gel
Foto da Pixabay

Nonostante le tante novità che ogni anno giungono nel mondo della manicure e della nail art, il gel rimane un vero e proprio grande classico e la gran parte delle donne sceglie ancora questa soluzione per le proprie mani.

Una soluzione non di facile gestione però senza l’aiuto di un’esperta e in questo periodo di quarantena e chiusura della gran parte delle attività commerciali tale supporto viene meno. Come comportarsi allora?

In primis due grandi divieti andranno tenuti a mente: non tagliate e non strappate! Il rischio di rovinare le unghie è infatti dietro l’angolo e occorrerà limitare al meglio i danni.

I consigli sono allora di optare per una lima non troppo aggressiva con cui accorciare progressivamente le unghie e assottigliare lo scalino tra il gel e l’unghia naturale. Passare poi uno smalto per cercare di coprire al meglio l’interezza dell’unghia, meglio se di un colore quanto più possibile simile al gel già presente sulle unghie.

E se si scollano? Mai metterle in bocca, piuttosto armarsi di una colla per unghie e cercare di riattaccare, oppure, tentare di eliminare la bolla con grande cura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Smalto semipermanente | scopri come prolungare la tenuta

Coronavirus: consigli utili per semipermanete

cura semipermanente
Foto da Pixabay

Nel caso del semipermanente invece la rimozione potrebbe essere più semplice e sicura.

Ecco allora che, quando l’estetica della vostra manicure non vi soddisferà più, con le dovute precauzioni, potrete procedere all’eliminazione dello smalto che, oramai, si sarà senza dubbio scheggiato qua e là o, in alternativa, avrà una ricrescita un po’ troppo gradevole.

La tecnica che vi illustriamo non è efficace su smalto semipermanente che NON si rimuovono con il solvente, o su gel e acrilico.

Occorrerà inoltre reperire l’acetone puro. Potrete facilmente farlo in farmacia, su Amazon, o al supermercato.

Che cosa ci occorrerà nel dettaglio?

  • Acetone puro
  • Dischetti di cotone
  • Alluminio
  • Stuzzicadenti (o bastoncini d’arancia)

Iniziamo tagliando a metà i dischetti di cotone che dovranno poi esser imbevuti con l’acetone puro. Dopo aver dato una limatura veramente leggera all’intera superficie dello smalto, applichiamo questi mezzi dischetti e incartiamoli accuratamente con l’alluminio. Lasciamo il tutto in posa circa 15 minuti e, una volta rimosso l’impacco, aiutandoci con lo stuzzicadenti, procediamo. Rimuovere delicatamente i residui di smalto semipermanente (la maggior parte verrà via con il dischetto imbevuto) con l’aiuto delle stuzzicadenti o, ancora meglio, di un bastoncino d’arancia. Un ultima passata di acetone e avremo concluso. Ora consigliamo di applicare una base rinforzante e, naturalmente, lo smalto che più vi piacerà. Un po’ di olio per le cuticole (da mettere vi ricordiamo ogni sera) e avrete mani come nuove, in attesa della prossima visita dall’estetista.

Dry Manicure: i segreti della tecnica a secco

Infine, in questo periodo di frequenti lavaggi mani, vi ricordiamo di applicare regolarmente una buona crema idratante, anche più volte al giorno. Le vostre mani ringrazieranno e anche la vostra estetista.