Smalto semipermanente | scopri come prolungare la tenuta

0
46

Lo smalto semipermanente è lo smalto a lunga durata scelto da tantissime donne, ma come si può prolungare la tenuta? Scopriamolo.

Smalto semipermanente
Smalto semipermanente Fonte:iStock Photo

Negli ultimi anni, quasi tutte le donne ricorrono alla smalto semipermanente, è una tecnica che permette di avere sempre le unghie in ordine e soprattutto garantisce una lunga durata dello smalto.

E’ una soluzione molto comune perchè  avrete una manicure sempre curata, è consigliata sia per le donne che hanno unghie corte che lunghe. Ma c’è un modo per far durare a lungo lo smalto semipermanente?

Noi di CheDonna.it vi diamo qualche consiglio per far durare a lungo.

Smalto semipermanente: come prolungarlo

Guanti in lattice
Guanti Fonte: iStock Photo

Le mani sono il biglietto da visita di ogni donna, è importante averle sempre in perfetto ordine. Non è bello vedere lo smalto rovinato e poi ritoccato per rimediare, è preferibile non metterlo proprio. Ma ci sono delle soluzione che vi permettano una permanenza maggiore, lo smalto semipermanente è quella più adatta.

A volte il tempo speso tra il lavoro, la casa e la famiglia, non ci permette di dedicarci troppo a noi stessi, o magari si pensa a cose più importanti. La manicure ricade in secondo piano, perciò, potete optare al semipermanente.

Questo è differente dallo smalto gel, sia per tenuta che per consistenza, infatti il gel ha una consistenza meno fluida rispetto allo smalto semipermanente e dura di più.

Vediamo come mantenere la tenuta del vostro smalto semipermanente  seguendo alcuni semplici consigli.

1. Evitare il contatto con l’acqua

Lo smalto semipermanente può durare di più se non mettete spesso le unghie in acqua calda. Dopo aver messo lo smalto semipermanente, dovete evitare contatti prolungati per almeno 12 ore, anche se lo smalto vi sembrerà asciutto, non lo è completamente.

E’ sconsigliato anche un bagno caldo, in piscina e al mare per evitare di rovinare tutto, potete farlo dopo 12 ore.

2. Indossare i guanti per le faccende domestiche

E’ fondamentale indossare i guanti quando fate le faccende domestiche, non solo quando lavate le stoviglie o tutto ciò che a che fare con l’acqua, o attività come il giardinaggio.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Oli essenziali per rinforzare le unghie | segui i consigli

Anche quando utilizzate prodotti e detergenti aggressivi, è importante proteggere le unghie, non solo anche da scheggiature, tagli e sollevamenti prematuri.

I guanti dovrebbe essere indossati sempre a prescindere dallo smalto, così proteggete le unghie a lungo, inoltre non si sfalderanno e non si spezzeranno.

 

3. Non applicare la crema idratante

Lo smalto semipermanente  può durare fino a 4 settimane, se almeno 3 ore prima di farlo e 12 ore dopo l’applicazione, non utilizziate nè oli e ne creme idratanti. Questo discorso vale sia per le mani che per le cuticole, perchè questi prodotti vanno ad ammorbidire troppo lo smalto, rischiando di eliminarlo in parte.

4. Scegliere la giusta forma delle unghie

La forma va ad incidere sulla durata dello smalto semipermanente, se scegliete una forma quadrate, gli angoli potrebbero:

  • urtare facilmente
  • impigliarsi in maglie e calze
  • rischio di scheggiature e sollevamenti

La forma consigliata è quella più arrotondata e la lunghezza deve essere media e non lunga.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Smalto piedi | come applicarlo in modo corretto | Segui i consigli

Le donne che lavorano al pc e che usano lo smatphone, devono utilizzano i polpastrelli e non le unghie per scrivere, così da garantire una lunga tenuta del semipermanente.

5. Utilizzate un top coat sigillante

Un elemento essenziale per la durata del semipermanente è il top coat, importante in quanto mantiene lo smalto più lucido e lo farà durare più a lungo. Funziona da sigillante, oltre che da lucidante, in questo modo lo smalto semipermanente non correrà il rischio di sbeccature.

Applicatelo bene alla punta, che è la parte più esposta ad urti. Si tratta quindi di un prodotto che, oltre a rendere più belle le unghie, le rende anche più resistenti.

6. Utilizzate il buffer 

L’idea del buffer è perfetta,  perchè va ad eliminare il primo strato di grasso dalle unghie, in questo modo si va a creare una barriera, che farà aderire meglio lo smalto semipermanente.

7. Applicate lo smalto per coprire la ricrescita

Se si è tolto un pò di smalto dalle unghie, potete coprire il ” difetto ” o  la ricrescita con lo smalto, ma è una strategia che si può utilizzare solo qualche giorno prima di andare dall’estetista. Il consiglio è di applicare una doppia passata di smalto scuro, andando poi a sigillare il tutto con un buon top coat.

 

Smalto iStock Photo

8. Scegliere prodotti di ottima qualità

Se si scelgono prodotti di scarsa qualità non garantiranno un’ottima tenuta, è preferibile rivolgersi sempre ad estetiste professioniste, che sicuramente applicheranno lo smalto bene e utilizzano prodotti di buona qualità.