Fitness | Quando è giusto allenarsi in compagnia dello smartphone

Allenarsi con lo smartphone a portata di mano è un gesto sempre più comune. Si tratta però di un opzione che funziona solo in alcuni casi.

Resa nota la lista nera dei 17 telefoni che emettono più radiazioni
Persona che tiene in mano il cellulare – Fonte: IStock photo

Con l’avvento degli smartphone il modo di fare le cose è cambiato sotto diversi punti di vista. E la cosa ha toccato anche il mondo del fitness.
Se un tempo per allenarsi si usava iscriversi in palestra e frequentare i vari corsi, da quando gli smartphone hanno preso il sopravvento le cose sono cambiate.
Se da un lato c’è chi sceglie di allenarsi addirittura a casa, facendosi seguire da un personal trainer online o seguendo esercizi illustrati da applicazioni studiate ad hoc, dall’altro c’è chi, pur andando ancora in palestra, non fa un solo allenamento senza il suo smartphone vicino.

Una pratica che in alcuni casi può essere positiva ma che in altri può risultare deleteria per l’efficacia dell’esercizio e addirittura pericolosa per le tante possibilità di distrarsi durante gli esercizi.
Allenarsi con lo smartphone, quindi, è corretto o sbagliato? Come sempre la risposta non è univoca ma dipende dal modo con cui viene utilizzato lo smartphone.

Allenamento con o senza smartphone? Le tante opzioni possibili

app fitness
Persona che tiene in mano il cellulare – Fonte: IStock photo

L’uso dello smartphone durante l’attività fisica è ormai così normale che quasi nessuno ci fa più caso. Quante volte, però, la sua presenza, si può considerare un bene?
Come per molte altre cose, la risposta dipende sempre da determinati fattori e tra questi il più importante è la modalità di utilizzo. Oggi, infatti, con uno smartphone si può fare praticamente di tutto ed è proprio in quel tutto che sorgono le cose giuste e quelle sbagliate, almeno all’interno di un programma di allenamento.

Leggi anche -> Fitness: come cambiano mente e fisico quando si inizia

Per esempio, usarlo per restare in contatto con il proprio personal trainer, visualizzare le schede da fare e ascoltare la musica può essere corretto, purché ci si alleni senza distrazione.
La presenza dello smartphone diventa invece di intralcio quando lo si tiene acceso per chattare con qualcuno mentre ci si allena, si eseguono esercizi a caso presi dal web o si perde tempo a fare selfie invece di allenarsi.
In questi casi, usare lo smartphone può rappresentare sia una perdita di tempo che un pericolo.

Nel primo caso, infatti, si rischia di distrarsi e non rispettare i tempi di un esercizio, sollecitando in modo errato i muscoli e rischiando così di non ottenere i risultati desiderati.
Nel secondo caso, invece, il rischio è quello di distrarsi mentre si fa qualcosa che, senza la giusta attenzione, può diventare pericolosa. Un esempio? Il tapis roulant o il sollevamento dei pesi.
Concentrarsi durante l’esecuzione di un esercizio è infatti indispensabile per svolgere al meglio lo stesso e, ovviamente, per avere dei risultati.
Se l’obiettivo è quindi quello di allenarsi nel modo corretto, il consiglio è quello di mettere da parte il telefonino. A meno di non volerlo usare davvero solo per ascoltare la musica o scandire il tempo di un esercizio.

Leggi anche -> Fitness: ecco gli orari giusti per allenarsi

Discorso diverso va fatto ovviamente per gli orologi che, collegati al telefono, riescono a tener conto del battito cardiaco o delle calorie spese. Anche in questo caso, però, bisognerebbe limitarsi ad utilizzarli come aiuto per l’attività fisica o come mezzo per ascoltare la musica. Per il resto, la scelta migliore è quella di dedicarsi anima e corpo alla palestra o a qualunque tipo di allenamento si stia seguendo.
In questo modo, infatti, ci si sentirà meglio anche mentalmente, staccando per un po’ dai continui stimoli dello smartphone e tornando a percepire in modo più naturale il mondo e le persone che ci circondano. Dopotutto, anche se il fitness nell’era dei social viene ormai inteso in modo diverso, si può sempre scegliere come gestire il proprio allenamento anche da soli e limitare l’uso dello smartphone tenendolo in modalità aereo.

Riassumendo, quindi, quando va bene usare lo smartphone e quando è meglio evitarlo?

Va bene usarlo

  • Per ascoltare la propria play list musicale
  • Per comunicare con il personal trainer in caso di dubbi
  • Per tenere sotto controllo la scheda degli esercizi
  • Per stimare il tempo di durata di un esercizio
  • Per chiarirsi dei dubbi (solo dietro consiglio del personal trainer) su come eseguire un esercizio

Non va bene usarlo

  • Per farsi selfie durante l’allenamento
  • Per chattare con gli amici
  • Per svolgere esercizi a caso
  • Per riprendersi mentre si fa un esercizio
  • Per navigare mentre ci si allena
fitness
Donna che fa sport con smartphone – Fonte: Istock photo