Funghi porcini: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarli in cucina

0
4

I funghi porcini sono una varietà di funghi molto apprezzata. Scopriamone le proprietà, le eventuali controindicazioni e tutte le curiosità che li riguardano.

Cosa cucino oggi? Il menu completo per pranzo e cena con i funghi porcini Fonte foto: Istock

I funghi porcini sono una particolare varietà di funghi, caratteristici sia per l’aspetto che per il sapore deciso ed in grado di donare sapore a diverse pietanze. Considerati i funghi più pregiati tra tutti, vantano una discreta dose di minerali e di vitamine alle quali si aggiungano anche sostanze antiossidanti e fibre. Come ogni altro alimento, anche i funghi porcini possono avere degli effetti collaterali. Scopriamo quindi quanto c’è da sapere sul loro conto, partendo dai valori nutrizionali per continuare con i benefici e i modi di usarli in cucina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Castagne: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarle

Se vuoi restare sempre aggiornata sulle proprietà degli alimenti e su quali possono aiutarti a restare sempre in forma e in salute CLICCA QUI!

Tutto sui funghi porcini: proprietà, controindicazioni e ricette

funghi porcini Fonte Istock photo

I funghi porcini, il cui nome è boletus edulis, sono funghi pregiati che si trovano tra fine estate e inizio autunno. Appartenenti alla famiglia delle Boletaceae sono riconoscibili per la classica forma con cappello largo e marrone che sovrasta un gambo chiaro e solitamente carnoso. Noti per il loro sapore inconfondibile sono preziosi anche l’apporto nutrizionale dato dalla presenza di fibre, minerali e vitamine.
Perfetti per le diete grazie alle poche calorie che contengono, i funghi porcini sono un alimento in grado di supportare il sistema immunitario. Pur non essendoci un quantitativo consigliato da mangiare, si sconsiglia di consumarli tutti i giorni in quanto, essendo spugnosi, catturano le scorie date da inquinamento, eventuale uso di pesticidi etc… Queste impiegano un po’ per essere eliminate dall’organismo e per questo motivo è consigliato di non esagerare nel consumo.

Calorie e valori nutrizionali
I funghi porcini hanno in media circa 30 calorie ogni 100 grammi che variano in base alla quantità d’acqua che contengono. Ciò fa di loro un alimento decisamente ipocalorico e per questo indicato a chi sta seguendo una dieta. Gli scarsi carboidrati contenuti e le proteine che in proporzione sono di più, li rendono un alimento più che idoneo per chi desidera restare in forma o perdere peso. Ricchi di fibre, i funghi porcini contengono anche vitamine come la K la PP e quelle del gruppo B e minerali come potassio, selenio, rame, sodio e fosforo. Sono infine ricchi di acido folico e beta carotene.

Proprietà e benefici dei funghi porcini

I funghi apportano diverse proprietà benefiche. Tra queste, le più note sono:

  • Rafforzano il sistema immunitario
  • Sono dei rimineralizzanti naturali
  • Aiutano a contrastare l’anemia
  • Contribuiscono ad abbassare il colesterolo
  • Rendono più efficiente il metabolismo
  • Aiutano a combattre l’influenza
  • Hanno un forte potere saziante
  • Contrastano le infiammazioni
  • Fanno bene al cuore
  • Aiutano la circolazione sanguigna
  • Tengono a bada la pressione
  • Sono utili nelle diete dimagranti
  • Grazie alla presenza del tirptofano (precursore della serotonina) aiutano a mantenere alto l’umore
  • Regolano anche il ritmo di sonno/veglia
  • Sono un rilassante naturale

Controindicazioni
Anche i funghi porcini, come ogni alimento, hanno degli effetti collaterali. Per via dell’effetto spugna che gli consente di assorbire sia gli agenti inquinanti che ci sono nell’aria che quelli presenti nel terreno, non andrebbero mangiati tutti i giorni ma solo in determinate occasioni,
I funghi, inoltre, possono portare allergia in soggetti predisposti. In alcuni casi possono interagire con i farmaci, motivo per cui, prima di assumerli, è bene chiedere un parere al proprio medico curante.

Come assumere i funghi porcini e curiosità

Funghi porcini
Fonte: Istock photo

I funghi porcini si sposano bene con la stagione autunnale ma possono essere consumati tutto l’anno. Se consumati freschi si possono mangiare ripieni o in insalata, come antipasto o in aggiunta a pasta e risotti. Ottimi anche come contorno per secondi a base di carne, pesce o proteine vegetali, in commercio si trovano freschi, surgelati e secchi. Questi ultimi si usano per lo più per insaporire alcune pietanze.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Edamame: scopri cosa sono e perché sono prodigiosi per dimagrire

Andando alle curiosità

  • La fama dei funghi porcini è conosciuta da secoli tanto che nell’antico Egitto erano considerati un alimento prelibato e ricco di proprietà benefiche, tale da essere indicato per l’alimentazione del faraone.
  • Esistono ben quattro varietà di funghi porcini che si possono mangiare e sono: il boletus aestivalis, il boletus pinophilus e il boletus aereus.
  • Esistono anche dei funghi porcini non commestibili come il porcino di fiele che pur non essendo pericoloso ha un sapore estremamente amaro che lo rende immangiabile.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Cambio di stagione: ecco come affrontarlo con gli alimenti giusti
Leggi anche -> Tofu: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo
Leggi anche -> Umeboshi: ecco cosa succede se ne mangi una al giorno