Fagioli atzuki: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarli

I fagioli atzuki sono dei legumi particolarmente preziosi. Scopriamone insieme le proprietà, le eventuali controindicazioni e tutte le curiosità che li riguardano.

Fagioli atzuki Fonte: Istock

I fagioli atzuki (noti anche come fagioli azduki) sono i legumi più consumati in Giappone e, grazie alle loro particolari proprietà, sono sempre più diffusi e apprezzati anche in Occidente. Adatti a diversi tipi di preparazioni, sono ricchi di proprietà benefiche. Tra le altre cose aiutano infatti a depurare e fortificano il fegato. Sono inoltre ricchi di antiossidanti. Ovviamente, come tutti gli alimenti, anche i fagioli atzuki possono avere delle controindicazioni. Scopriamo quindi tutto quel che c’è da sapere a riguardo, partendo dai valori nutrizionali e continuando con i benefici e i modi di usarli in cucina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Latte di soia: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda le proprietà degli alimenti e i rimedi naturali CLICCA QUI!

Tutto sui fagioli atzuki: proprietà, controindicazioni, curiosità e ricette

Fagioli atzuki Fonte: Istock

I fagioli atzuki sono dei legumi di colore rosso, molto simili ai normali fagioli rossi ma con un sapore più definito e che si presta particolarmente a preparazioni sia dolci che salate.
Noti anche come “i re dei fagioli” sono famosissimi in Giappone, dove vengono consumati con cadenza quasi giornaliera. Ricchi di proprietà benefiche sono particolarmente indicati per supportare il fegato ma svolgono tra le altre cose anche un effetto depurativo per i reni, fornendo diverse proprietà benefiche all’organismo. I fagioli atzuki non hanno una dose giornaliera indicata e come per ogni alimento è bene non abusarne ma inserirli all’interno di un’alimentazione varia e che tenga conto del fabbisogno quotidiano di nutrienti indispensabili per l’organismo.

Calorie e valori nutrizionali
In media, i fagioli atzuki apportano circa 270 calorie per 100 grammi. Ricchi di proteine ne contengono circa 20 mentre hanno una cinquantina di carboidrati. Del tutto privi di colesterolo, contengono una buona dose di fibra e di minerali e vitamine. Tra questi spiccano maggiormente il potassio (1220 mg), il fosforo (380 mg), il calcio (84 mg), ferro e vitamine come la A, la B, la C e la E. I fagioli atzuki sono inoltre famosi per il contenuto di molibdeno, oligoelemento indispensabile per la formazione di uno degli enzimi più importanti per il fegato (il solfito ossidasi) e del quale sono particolarmente ricchi.

Proprietà e benefici

I fagioli atzuki vantano svariate proprietà benefiche. Tra queste, le più note sono:

  • Sono ricchi di isoflavoni
  • Mantengono attivo il sistema immunitario
  • Fanno bene a ossa e cervello
  • Sono semplici da digerire
  • Grazie al quantitativo di proteine sono utili per chi non consuma carne
  • Sono indicati a chi soffre di anemia per via della presenza di ferro e di altri minerali
  • Svolgono un’azione depurativa a favore dei reni
  • Sono particolarmente indicati per il benessere del fegato
  • Svolgono un’azione diuretica

Controindicazioni
I fagioli atzuki non hanno particolari controindicazioni a meno di non essere allergici al prodotto. I soggetti che soffrono di allergia al nichel devono prestare particolare attenzione al loro consumo per la quantità di nichel presente solitamente nei legumi. Motivo per cui è consigliato rivolgersi prima al proprio allergologo, specie se in fase di dieta disintossicante.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Soia: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarla

Come assumere i fagioli atzuki e curiosità

Fagioli atzuki Fonte: Istock

Questi fagioli piccoli e di colore rosso possono essere impiegati in svariati modi. Prima di tutto, in quanto legumi, possono essere usati per tutte le preparazioni che prevedono solitamente la presenza dei fagioli. Come altri legumi, prima di essere usati devono essere sciacquati e lasciati in acqua per 6/12 ore, in base alle indicazioni riportate sulla confezione.
Ottimi in zuppe, minestre o nella più classica pasta con fagioli, si prestano anche a fare da contorno a dei secondi piatti o ad arricchire in modo piacevole insalate di pasta e di verdura. In Giappone sono usati anche con il riso e sono un’ingrediente fondamentale per molti dolci che li contengono sia interi che sotto forma di marmellata (anko), ovviamente in versione dolce.

Andando alle curiosità

  • I fagioli atzuki, in Giappone e in Cina, sono considerati dei porta fortuna e per questo motivo vengono consumati sempre durante le feste o le celebrazioni importanti. I famosi mochi (dolcetti di riso che si mangiano sempre ed in particolar modo a Capodanno) hanno tra le tante varianti, proprio quella con i fagioli atzuki che è anche la più famosa e apprezzata.
  • Sebbene a volte vengano chiamati fagioli di soia, si tratta in realtà di legumi ben distanti dalla soia e da considerare come una particolarità a parte.
  • Sono stati inseriti con successo in una lista dei dieci alimenti esotici da non far mancare mai sulla tavola, redatta dall’Huffington Post

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Lupini: proprietà, benefici, controindicazioni e come cucinarli
Leggi anche -> Fiori di zucca: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarli
Leggi anche -> Curry: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina