Home Attualità “Non ha scelto di essere gay”: lettera di un nonno in difesa...

“Non ha scelto di essere gay”: lettera di un nonno in difesa del nipote

CONDIVIDI

Un nonno scrive in difesa del nipote alla figlia che ha scelto di cacciare il figli di casa dopo il suo coming out. La lettera diventa virale.

“Coming ou”, unire allo scopetto, svelarsi al mondo per ciò che si è in realtà.

Un momento difficile che molti giovani si trovano ad affrontare e nel quale, paradossalmente, spesso il passo più difficile è proprio quello i cui ci si pone dinnanzi ai propri cari: se render nota al mondo la propria omosessualità è cosa ardua ancor più arduo è farlo dinanzi alla propria famiglia, genitori e parenti che ci amano ma che ci si chiede se sapranno accettarci.

Succede spesso che costoro ci stupiscano, dimostrando tutto il loro amore e la loro accoglienze, ma succede anche che le cose non vadano come sperato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Outing Guglielmo Scilla, alias Willwoosh: il video è virale

Che cosa fare allora? La situazione è ardua ma, a ben vedere, una fioca luce di speranza c’è sempre.

Per Chad, ragazzo che ha fatto coming out in famiglia, questa luce è stato suo nonno. La persona più anziana, quella che avrebbe dovuto avere la mente un po’ più arretrata ma che invece ha saputo dimostrare come l’amore superi veramente ogni difficoltà.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su curiosità dall’Italia e dal mondo  CLICCA QUI

Il nonno e la lettera in difesa del nipote gay

Foto da FCKH8.com

Quando Chad ha svelato la sua omosessualità non è certo stato ben accolto: la madre, letteralmente infuriata, l’ha definito addirittura un abominio e lo ha cacciato di casa.

Ad intervenire è stato allora suo nonno che, preso carta e penna, ha scritto alla figlia, spiegandole che cosa sia il vero amore.

La lettera, neanche a dirlo, è divenuta virale. Pubblicata prima sulla pagine Facebook di FCKH8.com e ripresa dall’Huffington Post U.S., ha letteralmente illuminato il mondo, mostrando che la comprensione e l’amore non hanno età e non conoscono barriere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Bambino vittima di bullismo si suicida a 9 anni: aveva fatto coming out

Rileggiamola allora insieme:

Cara Christine,

Mi hai deluso profondamente. Hai ragione quando dici che ‘abbiamo una disgrazia in famiglia’, ma non si tratta certo di mio nipote. Sbattere Chad fuori casa solo perché ti ha detto di essere gay è il vero aspetto ‘disgustoso’ di tutta questa faccenda.Un genitore che disconosce il figlio, ecco cos’è ‘contro natura’: L’unica cosa intelligente che è uscita dalla tua bocca è ‘non ho allevato mio figlio perché fosse gay’. Certo che no. Ma non è stato lui a sceglierlo, ci è nato, così come molti nascono mancini. Sei tu quella che ha fatto una scelta. Hai scelto di ferirlo, di essere chiusa di mente e retrograda. Perciò, visto che siamo in argomento, colgo l’occasione per dirti addio.Ho un nipote fantastico che ha bisogno di essere sostenuto, quindi non ho tempo per una figlia senza cuore come te. Se riesci a ritrovare il tuo cuore scomparso, per favore, faccelo sapere.

Papà

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE…

Primo matrimonio gay della storia per la royal family inglese

Kevin Spacey coming out: “ho scelto di vivere da uomo gay”

Papa Francesco si pronuncia sulle nozze gay