Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione I cibi anticellulite: come eliminare la pelle a buccia d’arancia

I cibi anticellulite: come eliminare la pelle a buccia d’arancia

CONDIVIDI
i cibi anticellulite
i cibi anticellulite: come eliminare la pelle a buccia d’arancia (Istock Photos)

I cibi anticellulite: come eliminare la pelle a buccia d’arancia prima dell’estate. Gli alimenti detox per un fisico asciutto e invidiabile

L’estate è alle porte e a noi non ci resta che la prova costume. Come fare per sfoggiare un fisico da urlo sulle spiagge senza rinunciare al piacere della buona cucina? Mangiando cibi anticellulite. Ebbene sì, per eliminare quell’odiosa pelle a buccia d’arancia – oltre che ad una buona attività fisica – serve una corretta alimentazione ma, non tutti sono a conoscenza del valore di alcuni alimenti. Esistono in natura un’infinità di cibi anticellulite, utili a contrastare gli inestetismi della pelle a buccia d’arancia e a levigare il tessuto epidermico.

Potrebbe interessarti anche: Dentifrici e collutori fai da te: come prepararli a casa

Cibi detox, drenanti, ricchi di vitamineantiossidanti: in un concetto solo, cibi anticellulite. Li usiamo nella vita di tutti i giorni, spesso sono i più comuni, particolarmente efficaci contro questo inestetismo della pelle se accompagnati magari anche a trattamenti e massaggi.

Se l’accumulo adiposo in parti del corpo specifiche, insieme alla ritenzione idrica, porta allo spiacevole effetto della pelle a buccia d’arancia, la soluzione sta nella dieta di tutti i giorni. Una dieta che non è mirata alla perdita di peso soltanto: si tratta di scegliere alcuni cibi anticellulite che, in quanto tali, hanno la capacità di poter eliminare il tessuto adiposo in eccesso e rivitalizzano la circolazione, se associati ad attività specifiche.

Quali sono i cibi anticellulite? Eccone alcuni importantissimi. Niente paura, nessuna ricerca specifica o quasi impossibile. Si tratta di un elenco di cose che sono già nel frigorifero o negli scaffali della nostra cucina, che usiamo tutti i giorni.

Se vuoi restare sempre aggiornato su le novità e i consigli in fatto di bellezza, come creare saponi e creme per il corpo e il viso clicca qui!

E’ importante ricordare però che non esiste una dieta magica in grado di far sparire in un attimo la cellulite. Una strategia alimentare mirata è comunque in grado di ridurre il grasso in eccesso ed insieme ad esso buona parte della cellulite.

Quando un ben preciso piano alimentare si fonde con un regolare programma di attività fisica e con trattamenti di bellezza calibrati è invece possibile sferrare un attacco decisivo alla cellulite fino a farla scomparire, se non completamente, quasi del tutto.

Potrebbe interessarti anche: Tisane: quale scegliere? Effetti benefici e controindicazioni

Cibi anticellulite: la frutta detox

i cibi anticellulite, la frutta detox, gli agrumi (Thinkstock)

In particolare limoniarance e pompelmo rosa. Il limone viene facilmente assorbito dal corpo e, come ogni altro agrume, contiene la vitamina C, alleata fondamentale per un processo contro la cellulite.

Le arance e i pompelmi rispondono con i bioflavanoidi: sostanze che aiutano la circolazione del sangue e ne riducono l’eventuale malfunzionamento che potrebbe causare gli inestetismi. Con l’arrivo dell’estate e con la prova costume alle porte, gli agrumi allora sono gli alimenti perfetti!

Potrebbe interessarti anche: La frutta di stagione: quale scegliere nel mese di Maggio

E’ noto che le spremute di agrumi hanno un’azione depurativa all’interno del nostro organismo, drenano e bruciano i grassi, stimolando anche il metabolismo con un effetto snellente. Fate attenzione però!! Le spremute di arancia possono essere un’efficace scelta per la cura della pelle solo se preparate e bevute all’istante. Infatti, la Vitamina C si ossida e perde le sue proprietà anti età se consumata dopo ore dalla spremitura.

Andando nello specifico, l’Arancia contiene: vitamina A – B – C – E, sali minerali. Mangiare il frutto fresco o bere una bella spremuta apporta benefici al nostro organismo in quanto le arance hanno un effetto drenante e antiossidante. Le creme a base di arancia hanno un effetto: disinfiammante, protettivo per i capillari, elasticizzante per la pelle grazie alla produzione di collagene.

Potrebbe interessarti anche: La Dieta del gruppo sanguigno B: dimagrire e vivere a lungo

Potrebbe interessarti anche: La Dieta del Gruppo Sanguigno A: Dimagrire con facilità

Un altro frutto fresco anticellulite è l’Ananas. Essa contiene  acqua, proteine, lipidi, glucidi, vitamine (come la vitamina A, B e C), acidi organici (acido citrico, malico e ossalico) e vari microelementi come calcio, fosforo, ferro, magnesio , potassio.
Il sapore caratteristico dell’Ananas è dovuto alla presenza di zuccheri uniti ad un notevole quantitativo di acido citrico.
L’ananas fornisce circa 40 calorie ogni 100 g; a quello in scatola in genere viene aggiunto dello zucchero, per cui è più calorico.

Il kiwi e le ciliegie sono entrambi utili per combattere la cellulite. In particolar modo il kiwi, nel rispetto delle necessità individuali, è possibile consumarne da 2 a 4 porzioni al giorno (soprattutto negli sportivi). Una porzione di kiwi apporta 44-132 kcal (in media 88kcal) e rientra tra gli alimenti dolci, quindi a prevalenza di carboidrati. Gli zuccheri in esso contenuti sono semplici e più precisamente composti dal fruttosio. La sua azione lassativa permette di drenare i liquidi in eccesso favorendone l’espulsione. Ecco perché mangiare i kiwi fa bene alla pelle ed è considerato uno tra i cibi anticellulite migliori in assoluto.

Potrebbe interessarti anche: Le 4 regole per mangiare il gelato e non ingrassare

Mentre le ciliegie (frutto tipicamente estivo) e in particolare i peduncoli di ciliegia, sono ottimi per contrastare la cellulite. Per la loro azione depurativa, gli infusi ed i decotti a base di peduncoli di ciliegia vengono utilizzati appunto per combattere cellulite e ritenzione idrica, e come valido ausilio nelle diete depurative/disintossicanti. I “piccioli” di ciliegie vengono tipicamente utilizzati per la preparazione di decotti o tisane. La dose è di una manciata (30g) di peduncoli non trattati per litro d’acqua; farli bollire per 10 minuti e lasciarli in infusione (fiamma spenta) per circa 20 minuti; bere mezzo litro al giorno (se i peduncoli di ciliegia sono secchi, prima di preparare il decotto vanno lasciati in ammollo per 12 ore in acqua fredda).

La mela è un altro frutto efficace. Una raccomandazione: è preferibile mangiare la mela con la buccia, ben lavata, perché proprio la buccia contiene il piruvato, una sostanza naturale in grado di smaltire la massa grassa a favore di quella muscolare e che può prevenire la formazione dei radicali liberi. Dalla mela si ricava anche l’aceto di mele. Usatelo per condire le insalate: l’aceto di mele è un potente detossinante e riduce la ritenzione idrica. Perfetto per combattere la cellulite perché stimola la diuresi.

Cibi anticellulite: la verdura e le spezie

verdure cibi anticellulite
i cibi anticellulite: la verdura detox (Istock Photos)

Alcune verdure fresche come (lattuga, radicchi, spinaci, broccoletti ecc.) e alcuni ortaggi freschi (broccoli, cavoli, cavolfiori, pomodori, peperoni) e tuberi come le patate novelle sono importantissimi da inserire nella dieta quotidiana per eliminare la cellulite perché questa verdura è ricca di acido ascorbico, una vitamina che protegge i capillari sanguigni.

Per esempio gli spinaci perfetti per l’estate non solo per la loro capacità abbronzante (il potere magico della vitamina A) ma anche perché migliorano la pelle: stimolano il collagene, che rende più elastica la pelle, riducendo così un eventuale spiacevole effetto a buccia d’arancia.

Così come i broccoli, ricchi di vitamine e sali minerali, sono antiossidanti e sono considerati come “la verdura che fa belle” per le loro mille e una proprietà che ci fanno stare meglio. Tra i tesori che contengono c’è anche un acido alfa lipoico, ovvero “alleato del collagene” affinché non provochi l’insorgere della cellulite.

Potrebbe interessarti anche: Gli 11 alimenti che aumentano la memoria a lungo termine

Disintossicante, depurativa, detox, in grado di regolare la digestione: la barbabietola rossa è un toccasana che, tra le altre cose, purifica e riduce la ritenzione idrica. Ottima d’estate nelle insalate, condita con un filo d’olio extravergine d’oliva e una spruzzata di limone e pepe nero. Assolutamente da provare!

Una tra le spezie più idonee a contrastare gli inestetismi della cellulite è sicuramente la curcuma. Da un paio di anni ormai nota alla maggioranza della popolazione italiana ma, questa spezia è antichissima. La curcuma è fondamentale per avere benefici sulla pelle del corpo e sull’organismo in generale. Questa spezia ha proprietà conosciute per il dimagrimento, infatti al suo interno è contenuta l’anti-angiogenesis, elemento che comporta la perdita di peso, la riduzione e la prevenzione di formazioni adipose. L’azione della curcuma a livello del fegato inoltre, contribuisce alla produzione degli acidi biliari che comportano accelerazione del metabolismo dei grassi. Contrastando il senso di fame sarà anche più facile mangiare in modo più equilibrato e ridotto, stando sempre nelle giuste porzioni. Di grande importanza è anche l’azione della curcuma sulla circolazione e a livello linfatico che permette quindi di combattere la ritenzione idrica e di conseguenza la cellulite. Combattere la cellulite in questo modo diverrà un gioco da ragazzi, in particolare per gli effetti diuretici, lipolitiche, anti infiammatorie, ma anche per il rilassamento cutaneo, l’effetto tonificante e rassodante che questa spezia comporta contro la pelle a buccia d’arancia.

I suoi benefici non interessano soltanto il dimagrimento e la lotta contro la cellulite, ma vanno ad interessare tutto il nostro organismo, infatti

  • Previene e aiuta nella lotta del cancro inibendo la produzione di cellule tumorali
  • Rallenta l’invecchiamento della cellule celebrali, mantenendo il cervello attivo e giovane
  • Riduce i problemi cardiovascolari, rinforza i vasi sanguigni, riduce i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, mantiene forte il cuore
  • Combatte il raffreddore, le forme influenzali, batteriche e virali, rafforzando il sistema immunitario
  • Contribuisce ad equilibrare i livelli di glucosio ed insulina nel sangue, prevenendo e combattendo il diabete
  • Utile nel trattamento di tagli, ferite e scottature grazie alla sua azione antisettiche e antiinfiammatorie, previene anche le malattie della pelle
  • Protegge il fegato

Aggiungendo un pizzico di curcuma alle tue pietanze otterrai effetti incredibili. Un consiglio, la mattina a digiuno bevi un bicchiere di acqua tiepido e aggiungi un mezzo limone spremuto e un pizzico di curcuma in polvere! Vedrai che risultati magnifici.

Cibi detox: le bevande che eliminano la cellulite

bevande anticellulite: l’acqua (Istock Photos)

Tutte noi conosciamo il valore inestimabile dell’acqua. Sì, l’acqua è la prima fonte essenziale da tenere in considerazione se si vuole eliminare per sempre la cellulite. L’abitudine di portare una bottiglia di acqua sempre fuori casa è il primo passo verso la guarigione non solo dalla cellulite ma da molte malattie e patologie. Quindi sembra una banalità ma non lo è affatto: sappiamo che è importante bere almeno due litri di acqua al giorno e tra i benefici di questa azione quotidiana c’è anche la lotta alla cellulite e alla buccia d’arancia. Se si accumulano troppe tossine possono esserci difficoltà nella nostra circolazione che causano proprio la cellulite e quindi, per espellerle, occorre bere molti liquidi: l’acqua è la risposta! L’acqua deve diventare una fedele compagna e come tale va portata sempre con sé. Una corretta idratazione è infatti una delle soluzioni più semplici ed efficaci per combattere la cellulite. Bisogna pertanto sforzarsi di consumare almeno un paio di litri di acqua al giorno. In generale è buona regola aumentare le dosi quando il colore delle urine è troppo scuro e/o di cattivo odore (per esempio nel periodo estivo o più in genere quando si fa sport e si suda molto).

Alcune bevande alcoliche e non (come aranciate, bibite, cola, succhi di frutta, birra, caffè zuccherato, tè ecc.) oltre a fornire acqua apportano anche altre sostanze che contengono calorie (zuccheri, alcol) o che sono farmacologicamente attive (ad esempio caffeina). Queste bevande vanno quindi usate con moderazione. E’ invece consigliato l’utilizzo di acque oligominerali o minimamente mineralizzate.

Potrebbe interessarti anche: Ghiaccioli allo yogurt e marmellata bio: ricetta VIDEO

Probabilmente all’inizio della dieta, specie se si è abituati a bere poco, l’aumentato introito idrico stimolerà la diuresi, un po’ come succede quando l’acqua scivola da un vaso di fiori rinsecchito ed annaffiato dopo un lungo tempo. Il problema può essere prevenuto bevendo frequentemente e a piccoli sorsi; in questo modo il corpo imparerà ad assorbire una maggiore quantità di acqua, proprio come succederebbe ad un terreno arido.

Il tè verde stimola il metabolismo e brucia i grassi. Contiene inoltre una sostanza specifica che ha la particolare sostanza di distribuire il grasso in tutto il corpo, evitando accumuli in zone specifiche che potrebbero causare gli inestetismi.

 

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI