Home Ricette

Le 4 regole per mangiare il gelato e non ingrassare

CONDIVIDI
gelato
Le regole per mangiare il gelato e non ingrassare (Istock Photos)

Sei a dieta ma non vuoi rinunciare al gelato? Non devi, basta seguire alcune regole per mangiare il gelato e non ingrassare. In più la ricetta del gelato fatto in casa

Con l’arrivo della bella stagione, la voglia di mangiare un bel gelato, fresco e gustoso, fa gola a tanti, anche a coloro che sono a dieta e, probabilmente ancor di più. Perché rinunciare al gelato per mantenere la linea o per perdere quei chiletti di troppo? Basta seguire alcune semplici regole per mangiare il gelato e non ingrassare. Ce lo spiega la scienza dell’alimentazione, perché non è mangiare un gelato che ci fa ingrassare, ma il modo in cui lo si mangia, la scelta di alcuni gusti e l’orario in cui si mangia il gelato. Queste piccole regole, a cui nessuno fa caso, sono invece, indispensabili per stare in forma senza rinunciare a gustare un fresco gelato. Allora, questa estate segui anche tu le regole e rimani in forma non rinunciando al gelato.

Potrebbe interessarti anche: La Dieta del Gruppo Sanguigno A: Dimagrire con facilità

Potrebbe interessarti anche: La Dieta del gruppo sanguigno B: dimagrire e vivere a lungo

Come mangiare il gelato senza ingrassare

gelato
le regole per mangiare il gelato e non ingrassare Istock

Il gelato è un alimento valido ma, in alcune versioni, anche piuttosto calorico. Eppure, con le opportune precauzioni, può essere consumato perfino quando si fa la dieta, come sostituto di un pasto o come spezza fame. Sapevi che due palline di gelato alla frutta, per esempio, forniscono l’equivalente in calorie di quattro cracker? Ebbene sì, spesso non si ha la consapevolezza e la giusta educazione alimentare per capire la differenza tra ciò che fa ingrassare e ciò che invece, sarebbe meglio consumare per rimanere in forma. Si pensa che un biscottino al cioccolato non faccia poi così male, mentre un gelato alla frutta è, sempre un gelato! quindi meglio evitare. Sbagliato. Ciò che non si sa, sono le regole per mangiare bene, sì, anche il gelato. Dunque seguiamo questi punti chiave e scopriamo come scegliere il gelato migliore per rimanere in forma.

  • Scegli sempre quello artigianale: questa prima regoletta è fondamentale. L’ideale è puntare sempre sul gelato artigianale, fatto con ingredienti semplici e freschi. Ma come capire se la gelateria usa materie prime genuine e non basi liofilizzate e latte in polvere? Come prima cosa devi sapere che puoi sempre chiedere di la lista degli ingredienti (che dovrebbe essere esposta, anche le gelaterie al dettaglio hanno l’obbligo di farlo). Quindi sarebbe meglio evitare ( o limitare) il gelato industriale, perché spesso contiene grassi vegetali e tanti additivi di sintesi che, oltre a non essere sani, fanno ingrassare, (anche quelli alla frutta).
  • Scegli i gusti alla frutta: Il gelato alle creme contiene uova, latte e spesso anche panna. Se scegli quello alla frutta, invece, riduci drasticamente le calorie e ti assicuri tante vitamine. In media, un cono alla frutta apporta circa 100-150 calore per 100 grammi, mentre uno al cioccolato ne ha circa 250!
  • Per i golosi dei gusti crema e cioccolato: In questo caso, non bisogna rinunciare se si vuole mangiare un gelato alla crema o cioccolato. Qui, quello che conta è il Quando mangiarlo. Dunque se si opta per un gelato con base crema, il momento migliore è sostituirlo ad un pasto completo, dunque pranzo o cena. Se mangi il gelato al posto del pranzo o della cena, puoi mangiare tranquillamente un gelato al cioccolato o al fiordilatte. I gelati alle creme, infatti, sono più nutrienti, dato che contengono proteine e grassi.
  • Quando mangiare il gelato per chi è a dieta: Chi fa la dieta  non dovrebbe mangiare il gelato più di due volte alla settimana, anche nel caso dei gusti alla frutta: oltre al fruttosio contenuto naturalmente nella materia prima, spesso, infatti, sono ricchi di saccarosio, cioè il comune zucchero bianco raffinato. In più, il gelato sazia meno di un pasto completo quindi, il rischio è di mangiare di più.

Seguendo queste piccole regole si potrà mangiare il gelato con tranquillità e senza il senso di colpa di aver fatto quello strappo alla regola che ci fa sentire male. In più, altri piccoli suggerimenti salva-linea per voi.

  1.  Abbina il gelato a un alimento ricco di fibreA pranzo, accompagnalo, per esempio, a un piatto di insalata verde, che modula l’assorbimento degli zuccheri e scongiura i picchi insulinici.
  2. Non mangiare il gelato direttamente dalla vaschetta formato famiglia: il rischio di non sapersi moderare è elevato e la conseguenza sarebbe di finire la vaschetta senza rendersene conto. E’ sempre consigliato fare delle piccole porzioni, magari aggiungendo qualche frutto fresco a pezzi all’interno del gelato, in tal modo si avrà visivamente, la sensazione di mangiare più gelato.
  3. Al posto del cono, preferisci la coppetta, in modo da ridurre l’apporto di carboidrati della cialda.
  4. Non usare topping sul cono o coppetta ed evita anche la panna montata!
  5. Evita di mangiare dolci, in questo caso i gelati, dopo le 5 di pomeriggio. Infatti in serata si ha più difficoltà a smaltire le calorie ingerite; mentre prediligi le ore mattutine o primo pomeriggio, quando si ha ancora a disposizione l’intera giornata per bruciare le calorie di troppo.

Se vuoi restare sempre aggiornato sulla categoria cucina, dieta, benessere e alimentazione clicca qui!

I sorbetti per rimanere in linea

le regole per mangiare il gelato e non ingrassare, i sorbetti (Istock Photos)

Sono freschi e gustosi, leggeri e ricchi di nutrienti. I sorbetti vivono in estate la loro stagione migliore: sono ottimi come dessert dopo il pasto, perfetti come spuntino che soddisfa il gusto senza appesantire e volendo, proprio per le loro ottime virtù nutrizionali, possono rappresentare di tanto in tanto un valido sostituito del pasto, soprattutto se accompagnati da una cialda biscotto e una coppetta di frutta.

Scelti con attenzione poi non pesano sulla linea e possono rientrare con tranquillità anche nell’alimentazione di quelle persone che sono a dieta. Sorbetti e gelati alla frutta sono quindi un’ottima scelta sia per l’alimentazione dei bambini che degli anziani e per tutti coloro che non rinunciano al piacere di un dolce leggero senza appesantire troppo la digestione e mantenersi in linea. I sorbetti, fatti solo di acqua e frutta, con le loro 100 al massimo 130 calorie per etto sono sicuramente la scelta giusta.

Potrebbe interessarti anche: Torta Chantilly: il dolce classico per le tue feste – ricetta VIDEO

L’importante è non esagerare. Naturalmente, per non far salire l’ago della bilancia, il gelato e il sorbetto vanno consumati innanzitutto al posto di altri dessert (meglio evitare gli abbinamenti con torta, brioches o crepes) e in quantità non eccessiva limitandosi a una coppetta o a un cono con non più di due gusti.

Potrebbe interessarti anche: Torta bianca di ciliegie: il dolce del mese di Maggio- VIDEO

Come preparare il gelato alla frutta in casa: la ricetta

le regole per mangiare il gelato e non ingrassare Istock

Ottimo come spuntino o merenda e non solo d’estate, il gelato, se preparato in casa con ingredienti sani, può rivelarsi anche un ottimo sostituto per il pranzo durante quelle giornate in cui le temperature sono molto alte e non abbiamo per niente voglia di cucinare. L’importante è recuperare a cena con un sano e nutriente piatto unico.

Il gelato, molto amato dai bambini, prepararlo insieme non solo si rivelerà un momento divertente da trascorrere insieme ai piccoli ma anche un’ottima occasione per spiegare loro quanto è importante preparare in casa tanti degli alimenti che, ogni giorno, acquistiamo al supermercato: prima di tutto per la nostra salute e anche per risparmiare sui costi della spesa. Correte quindi al mercato, fate una bella scorta di frutta di stagione e seguite, passo per passo, le nostre indicazioni per preparare in casa,  un ottimo gelato alla frutta fai da te:

Ingredienti

  • 250 gr di panna liquida
  • 300 gr di latte
  • Frutta fresca di stagione a piacere

Occorrente

  • Un frullatore o robot da cucina
  • 6/12 formine del ghiaccio

Procedimento: ricetta gelato alla frutta

ricetta gelato frutti bosco (Istock Photos)
  1. Versate il latte e la panna nelle formine del ghiaccio e poi riponetele in freezer: questa operazione serve per ridurre il volume del latte e della panna in modo che sia più facile frullarle, dopo che si saranno congelate.
  2. Lavate la frutta, eliminate gli eventuali piccioli e torsoli, se si tratta di frutta biologica mantenete anche la buccia. Frullate la frutta e riponete il tutto in un contenitore.
  3. Trascorsa un’ora valutate se il latte e la panna risultano congelati, in tal caso frullateli. Riponete una parte del composto di panna e latte in una ciotola e un’altra parte mescolatela con la frutta.
  4. In questo modo avrete ottenuto due gusti: fior di latte e gelato alla frutta.

Potete variare i gusti in base a ciò che più vi piace. Quindi per le fragole, il consiglio è usare quelle più mature, mentre per le ciliegie, ottime in questo mese, fate attenzione a togliere il nocciolo interno.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore