Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione La Dieta del gruppo sanguigno B: dimagrire e vivere a lungo

La Dieta del gruppo sanguigno B: dimagrire e vivere a lungo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:42
CONDIVIDI
alimentazione corretta dieta del gruppo b
Dieta del gruppo B (Istock Photos)

La dieta del gruppo sanguigno B: come dimagrire  e rimanere in forma a lungo con il regime alimentare ideale per te. Consigli pratici e conosceza degli alimenti benefici

La dieta del gruppo sanguigno non è una comune dieta per  dimagrire, bensì un regime alimentare che si basa sul gruppo sanguigno e da esso si stabiliscono gli alimenti benefici alla propria salute e quelli, al contrario, che ne causano l’aumento di peso o disturbi fisici più o meno gravi. Ideata e promossa dal naturopata italo americano Dr. Peter D’Adamo, questa dieta si fonda sulla teoria che il gruppo sanguigno possa incidere pesantemente sul rapporto tra alimenti e metabolismo.

L’ideatore di questa dieta parte dal presupposto che la differenziazione dei gruppi sanguigni nell’essere umano sia avvenuta durante il corso dell’evoluzione darwiniana. In qualche modo, il gruppo sanguigno dovrebbe rappresentare la traccia genetica di una predisposizione innata verso un certo tipo di alimentazione, comportamento e attività fisica, cioè lo sport. Secondo D’Adamo, in alcuni alimenti sono contenute particolari proteine, chiamate lectine, in grado di influenzare in modo diverso i vari gruppi sanguigni (A, B, AB e 0).

Potrebbe interessarti anche: Dimagrisci e rimani in forma con la dieta del gruppo sanguigno 0

Ogni persona, in relazione al proprio gruppo sanguigno, si dimostra intollerante nei confronti di alcune lectine.
Questi peptidi, una volta introdotti nell’organismo attraverso gli alimenti, sarebbero in grado di attaccare i globuli rossi “agglutinandoli”. Secondo D’Adamo, assumere queste lectine “nemiche” con la dieta equivale a subire una piccola trasfusione da un donatore con gruppo sanguigno differente. Tale danno spiegherebbe l’epidemia di intolleranze alimentari e disturbi legati a determinate scelte dietetiche.
Abbiamo largamento discusso in articoli precedenti di due gruppi sanguigni in relazione a questo tipo di dieta con: La Dieta del Gruppo Sanguigno A: Dimagrire con facilità

E Dimagrisci e rimani in forma con la dieta del gruppo sanguigno 0

Oggi ci occupiamo del Gruppo Sanguigno B e di come affrontare un regime alimentare basato, appunto, su questo tipo di gruppo sanguigno.

Dieta del Gruppo Sanguigno B: caratteristiche genetiche

dieta del gruppo sanguigno b
La dieta del gruppo sanguigno B, cosa mangiare e cosa evitare (Istock Photos)

La dieta del gruppo B fa al caso tuo, se sei di gruppo sanguigno B Rh positivo e negativo e se il tuo obiettivo è quello di migliorare la qualità della tua vita, a scapito di qualche piccola rinuncia a tavola. Il gruppo B caratterizza le popolazioni nomadi.
Le caratteristiche principali di queste popolazioni sono il sistema immunitario molto forte e un apparato digerente tendenzialmente efficace.
Queste persone dovrebbero essere le uniche a poter consumare tranquillamente i latticini.
Gli unici alimenti sconsigliati sono quelli ricchi di conservanti e di zuccheri semplici.
Data la tendenza agli spostamenti frequenti, durante i quali c’è molto tempo di pensare, sarebbero più idonee le attività fisiche leggere, con un importante componente mentale, come il tennis e la camminata. Le persone che hanno ereditato il gruppo sanguigno B hanno la fortuna di essere particolarmente resistenti ai cambiamenti climatici e alle aggressioni che colpiscono maggiormente le società più sviluppate, come i disturbi cardiovascolari e il Cancro.

Per quanto riguarda l’alimentazione, i nomadi delle steppe erano dediti alla pastorizia, per cui consumavano parecchia carne, pesce e prodotti caseari freschi, oltre ad una buona dose di verdura e frutta. La dieta del gruppo sanguigno B si rifà in gran parte a quella che era l’alimentazione di questi popoli, con un perfetto equilibrio tra mondo animale e vegetale. Infatti le persone di sangue B sono dotate di un apparato digerente particolarmente robusto, in grado di digerire altrettanto bene sia le proteine animali, che i carboidrati.

Dieta del Gruppo Sanguigno B: alimenti benefici e nocivi

alimenti per dieta
dieta del gruppo sanguigno, gli alimenti si e quelli no (Istock Photos)

Per perdere peso le persone di gruppo B devono evitare accuratamente alcuni alimenti a cui sono intolleranti, in quanto contengono delle lectine particolarmente nocive per il loro organismo, che tendono a inibire le funzioni dell’insulina, provocando insulino-resistenza. Questi alimenti sono:

  • il mais,
  • il grano saraceno,
  • le arachidi,
  • le lenticchie e
  • il sesamo. Il consumo di questi alimenti, oltre ad un aumento del peso, può portare molti altri problemi, come stanchezza, ritenzione idrica, problemi di concentrazione.

Tra gli alimenti “dannosi” troviamo anche il frumento che contiene una lectina particolarmente aggressiva sulle persone di gruppo B, soprattutto se viene assunta in combinazione ad altre lectine dannose (come quelle contenute nel pollo o nel pomodoro). Per cui alimenti come pane, pasta, grissini, cracker, pizza e qualsiasi altro farinaceo a base di farina di frumento sono assolutamente da evitare, dato che rappresentano la causa principale dell’aumento di peso.

Inoltre, per perdere peso, le persone di gruppo B devono evitare di cenare tardi e di mangiare carboidrati a cena. Cenare alle 19:00 anziché alle 20:00-21:00 e farsi una passeggiata a passo rapido di mezz’ora subito dopo il pasto, può fare la differenza tra perdere e non perdere peso.

Potrebbe interessarti anche:Gli alimenti che fanno bene al cuore: dalla frutta secca la salmone

La dieta del gruppo sanguigno B è ottima per le persone sane, ma lo è ancora di più per tutte quelle persone affette da patologie più o meno gravi. E’ inoltre una dieta adatta a qualsiasi età; va bene per gli adulti, gli anziani, i bambini e anche per le mamme in gravidanza e in allattamento.

Carne: alimenti benefici e alimenti nocivi

Le persone con gruppo sanguigno B sono infatti in grado di metabolizzare in modo molto efficiente le proteine animali, sia della carne bianca, che della carne rossa. Tuttavia ci sono alcune eccezioni. Per esempio il pollo, uno dei cibi più diffusi al mondo, non è assolutamente adatto al gruppo B. Infatti i muscoli e gli organi interni di questo animale contengono una lectina particolarmente nociva per il tuo sistema digerente. Il consumo di questa lectina, a lungo andare, può favorire la comparsa di disturbi circolatori e immunitari. Il tacchino e il fagiano sono alternative eccellenti che non presentano questo inconveniente. Le carni migliori sono le parti magre dell’agnello e del montone. Queste carni sono generalmente tra le più digeribili.

  • Alimenti benefici: agnello, capretto, capriolo, cervo, coniglio, daino e montone
  • Alimenti neutri: manzo, tacchino, fegato (non di maiale o pollo), vitello
  • Alimenti nocivi: cinghiale, maiale, oca, pernice, cappone, pollo, gallo, quaglia e qualsiasi carne affumicata

Pesce: Alimenti benefici e alimenti nocivi

alimenti per dieta
Dieta del gruppo sanguigno B, il pesce che fa bene (istock photos)

Il pesce è un alimento ottimo per le persone di tipo B, soprattutto quello che vive nelle acque fredde e profonde degli oceani come il merluzzo e il salmone, ricchi di grassi particolarmente benefici, specialmente se consumati crudi.

Granchi, aragosta, gamberetti e frutti di mare, invece, sono sconsigliati perché contengono lectine dannose. È interessante osservare che i primi uomini con gruppo sanguigno di tipo B erano soprattutto ebrei, ai quali era proibito, per motivi religiosi, il consumo di questi alimenti.

  • Alimenti benefici: caviale, merluzzo, nasello, salmone (non affumicato), sardina, sgombro, sogliola e storione
  • Alimenti neutri: carpa, capesante, coregone, orata, palombo, persico, pesce gatto, pesce spada, seppia, tonno, triglia, trota
  • Alimenti nocivi: acciuga, anguilla, aragosta, branzino, cozze, gamberi, granchio, lumache di terra, ostriche, persico, polipo, ricciola, salmone affumicato e vongole.

Latte e Uova: Alimenti benefici e nocivi

alimenti
Dieta del gruppo sanguigno b, il latte(Thinkstock)

Le persone appartenenti al gruppo sanguigno B sono le uniche che tollerano abbastanza bene un gran numero di prodotti caseari. Vanno invece assolutamente evitati i formaggi grassi, stagionati ed affumicati, che le persone di gruppo B, al pari di qualsiasi altro gruppo sanguigno, non riescono a digerire bene. Tra i vari tipi di latte, il latte di capra e di pecora sono da preferire al classico latte vaccino.

Potrebbe interessarti anche: Dieta post Pasqua: tornare in forma con le alghe e la clorofilla

Per quanto riguarda le uova, queste sono un’eccellente fonte proteica e le persone di gruppo sanguigno B possono tranquillamente consumarne anche 1 al giorno.

  • Alimenti benefici: uova, feta (formaggio fresco di capra, pecora e di tipo greco), formaggio di capra, formaggio fresco magro, kefir, latte di capra scremato, latte vaccino scremato, mozzarella, ricotta magra, yogurt vaccino
  • Alimenti neutri: camembert, cheddar, edam, emmental, formaggio fuso, gelato, latte di capra intero, latte vaccino intero, parmigiano, provolone
  • Alimenti nocivi: tutti i formaggi grassi e stagionati (ad esempio il gorgonzola) e tutti i loro derivati (mascarpone, panna, ecc..)

Frutta fresca e frutta secca: alimenti benefici e nocivi

frutta secca per dieta
Dieta del gruppo sanguigno, frutta secca ecc ( Istock Photos)

Tra la frutta secca, per le persone appartnenti al gruppo sanguigno B le mandorle sono tra i semi meglio tollerati. Anche le noci e i semi di canapa in genere sono ben tollerati e costituiscono una preziosa risorsa in quanto ad Omega-3. Le arachidi, i semi di sesamo e di girasole sono invece da evitare.

La scelta della frutta fresca va fatta cadere sempre in base alla stagionalità, preferendo prodotti biologici e a chilometri zero. Tra i vari tipi di frutta possiamo citare i mirtilli rossi. L’ananas è ricco di bromelina, una sostanza che aiuta a combattere il meteorismo, oltre che a perdere chili di troppo. L’uva nera e l’anguria sono frutti ricchi di licopene, una sostanza con spiccate proprietà antiossidanti.

Se vuoi rimanere aggiornato giorno per giorno sulle notizie di salute, benessere, dieta e alimentazione, CLICCA QUI! 

Bere un bicchiere di acqua tiepida con l’aggiunta di mezzo limone, è un ottimo modo per iniziare la mattinata. Trattasi di un rimedio naturale per depurare l’organismo, riattivare il metabolismo e migliorare la funzionalità intestinale.

  • Alimenti benefici: ananas, banana, mirtillo rosso, prugne, uva.
  • Alimenti neutri: albicocca, anguria, arancia, datteri, fichi, fragole, kiwi, lamponi, limone, mandarino, mandarancio, mango, mela, melone, mirtilli, more, pera, pesche, pesche noce, pompelmo, ribes nero e rosso, uva sultanina.
  • Alimenti nocivi: avocado, cachi, fichi d’india, melograno, noce di cocco, rabarbaro

Verdura: alimenti benefici e nocivi

Le verdure forniscono fibre, vitamine, sali minerali e antiossidanti indispensabili per il corretto funzionamento di tutto l’organismo e andrebbero inserite ad ogni pasto, scegliendo in base alla stagionalità e preferendo prodotti freschi e biologici.

Le patate e le patate dolci per il gruppo B rappresentano una valida alternativa ai cereali, in quanto sono ricche di carboidrati facilmente assimilabili, oltre che di vitamine del gruppo B e potassio. Tra le verdure da evitare c’è il pomodoro, che dev’essere accuratamente evitato dato che contiene una lectina mal tollerata dal sistema digerente del gruppo B.

  • Alimenti benefici: broccoli, carote, cavolfiore, cavolini di bruxelles, cavolo cinese, erbette, melanzane, pastinaca, patate dolci bianche e rosse, peperoni, prezzemolo e verza.
  • Alimenti neutri: aglio, alghe marine, asparagi, cavolo rapa, cerfoglio, cetrioli, coste, daikon, germogli di soia, funghi, finocchio, indivia, lattuga, patate, peperoncino rosso, porro, radicchio, rafano, rape, rucola, scalogno, sedano, spinaci, tarassaco, zenzero, zucchini.
  • Alimenti nocivi: carciofi, olive verdi e nere, pomodori, rapanelli, zucca.

Cereali e Legumi: Alimenti benefici e nocivi

Quelli maggiormente consigliati sono i cereali che non contengono glutine, decisamente più facili da digerire. Tra questi troviamo il miglio, la quinoa e tutte le varietà di riso integrale. Dato che il metabolismo umano rallenta dopo le 17:00, il consumo di amidi, e quindi di cereali, andrebbe rilegato esclusivamente alle prime ore della giornata e mai a cena. Mangiare carboidrati a cena può comportare un aumento del peso, del colesterolo, della pressione e picchi glicemici notturni.

Tra tutti i cereali il peggiore è senza dubbio il frumento. Un altro cereale da evitare è la segale, che contiene una lectina che disturba la circolazione e può indurre gravi disturbi. Il mais e il grano saraceno, invece, rallentano il metabolismo.

  • Alimenti benefici: miglio, quinoa, farina e crusca di riso, riso integrale e semi-integrale, riso selvaggio, riso rosso, riso nero
  • Alimenti neutri: avena, farina e crusca d’avena, riso basmati e riso bianco
  • Alimenti nocivi: amaranto, amido di mais, couscous, crusca e farina di frumento, farina di grano duro, farina di mais (polenta), farina d’orzo, farro, frumento, germe di grano, grano saraceno, kamut, mais, orzo perlato, orzo, semola di frumento, segale e farina di segale, tapioca

I legumi, invece, sono i sostituti ideali dei cereali per fare il pieno di carboidrati. Mangiare legumi al posto dei cereali (anche di quelli consentiti) significa ridurre il colesterolo, il peso, la glicemia e la pressione.

  • Alimenti benefici: fagioli bianchi di Spagna, fagioli di lima
  • Alimenti neutri: borlotti freschi e secchi, fagioli rossi, fagiolini, fave, piselli, soia gialla e verde
  • Alimenti nocivi: soia rossa, ceci, fagioli neri, lenticchie

Bevande: le consigliate al gruppo sanguigno B e le nocive

proprietà del tè verde
dieta del gruppo sanguigno b (Istock Photos)

l caffè, soprattutto se bevuto caldo e senza zucchero, rappresenta un ottimo digestivo e in genere è ben tollerato dalle persone di gruppo B, tuttavia è consigliabile non bere più di 1-2 caffè al giorno. Il caffè di cicoria è l’alternativa al comune caffè, poiché migliora le funzionalità di intestino e fegato ed è ricco di antiossidanti, ha però il difetto di essere estremamente amaro. Il gruppo sanguigno B è anche l’unico a possedere un sistema digerente in grado di tollerare il tè nero, ma il tè verde risulta comunque la scelta migliore, dato che contiene parecchi polifenoli con spiccate proprietà antitumorali. Via libera anche alla Birra, sempre con moderazione e a un bicchiere di vino rosso a pasto. Quest ultomo è l’ideale per tonificare il cuore.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI