Home Dieta e Alimentazione

Happy hour anche a dieta: consigli per non rinunciare all’aperitivo

CONDIVIDI

Sei a dieta ma non puoi fare a meno di concederti l’amato aperitivo? Niente paura, tutto si può a patto di sapere come fare. L’esperta ci istruisce oggi sulle regole doro per un happy hour a prova di dieta.

Foto da iStock

Resistere alla gola, non cedere alla tentazione e perseverare. Sono le regole d’oro e anche gli scogli più difficili di qualsiasi dieta: ritrovare e mantenere la forma fisica non è certo un qualche cosa di immediato e spontaneo, richiede sacrificio e dedizione ma, al tempo stesso, un pizzico di buonsenso.

Si fa presto infatti a estremizzare l’impegno datoci dalla nutrizionista o dal dietologo di turno e la dieta rischia così di trasformarsi più in una crociata che in un impegno per noi stesse. Ricordate: la dieta non deve mai divenire un impedimento per le occasioni sociali.

Una vita sana non è un deterrente per una vita serena e piena di sorrisi, motivo per cui importante sarà avere le giuste nozioni per non rinunciare mai a nulla pur mantenendo l’impegno alimentare preso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> 5 cose da sapere per realizzare un aperitivo estivo perfetto

Esempio perfetto di ciò? L’aperitivo. Quel momento a fine giornata in cui sorseggiare il nostro drink mangiucchiando qua e là è un relax e un piacere a cui appare difficile rinunciare. E perché mai dovremmo? Siamo a dieta non malate. L’aperitivo è dunque possibile, certo con qualche piccola indispensabile accortezza.

Oggi scopriamo quale.

Se vuoi rimanere aggiornato giorno per giorno sulle notizie delle categorie dieta e alimentazione, salute e benessere, CLICCA QUI!

Aperitivo durante la dieta: consigli dell’esperta

aperitivo social
aperitivo social, spritz o martini (Istock Photos)

Niente rimorsi o rischi per la linea. Con le regole che seguono potrai concederti il tuo happy hour senza alcuno spiacevole “contrappasso”. Scopriamo allora insieme come procedere!

Non dimenticare la merenda – Le 18/19 rappresentano proprio l’orario in cui il languirono si fa strada nel nostro stomaco. Fai in modo allora di non arrivare eccessivamente affamata all’aperitivo, rischieresti di gettarti a capofitto sul buffet compiendo una scorpacciata un po’ troppo calorica. Verso le 17 fai allora la tua salutare merenda. Le verdure crude sono l’ideale: ricche di fibra e acqua, riempiono lo stomaco con un apporto calorico veramente minimo. Anche della frutta o uno yogurt magro saranno però perfetti.

Che cosa bere? – Se non puoi rinunciare a un tocco d’alcol meglio stare per un bicchiere di vino o per drink poco alcolici, come ad esempio Campari e Aperol. I cocktail sono decisamente troppo zuccherini e fuori dalla nostra portata di dieta. Per le più line al dovere invece niente alcol ma tanta salute con spremute, centrifughe o estratti: meno briosi certo ma assai più amici della dieta.

L’aperitivo sostituisce la cena? – Bisogna innanzitutto premettere che c’è aperitivo e aperitivo. La classica  “apericena”, che va molto di moda negli ultimi anni, è a base di paste fredde, stuzzichini, secondi e chi più ne ha più ne metta. In questo caso far seguire all’aperitivo una cena è decisamente sconsigliato. Se invece parliamo di un drink con qualche piccolo stuzzichino, qualora riusciamo a contenerci, possiamo anche proseguire poi con la nostra cena.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> L’aperitivo social: Spritz o Martini? la dura lotta delle bollicine

Come gestisco il buffet? – Di fronte alla tavola imbandita è facile farci prendere la mano. Meglio dunque partire subito con idee ben chiare. Innanzi tutto procediamo un piattino alla volta e partiamo dalle verdure di cui, sia cotte che crude, possiamo fare manbassa. Il secondo piattino (già sappiamo che ci sarà) potrebbe invece esser equamente diviso tra carboidrati e proteine, così da concludere il pasto. Per le proteine privilegiamo carni bianche, come pollo, tacchino e coniglio, pesce crudo e formaggio magro. Per i carboidrati invece meglio evitare soluzioni troppo elaborate come pizza o pasta e, se possibile, prediligere un po’ di insalata di cereali (per esempio di farro, di riso, quinoa e cous cous).

Stuzzichini no grazie – In tanto ben di Dio un no va detto assolutamente ed è rivolto a patatine, nachos, arachidi, olive e tartine farcite. La loro unica ragion d’essere è aprire lo stomaco e creare dipendenza, due cose di cui proprio non abbiamo bisogno.

Finepasto a base di frutta – Spesso nei buffet vengono proposti anche una serie di dolciumi. Dirvi di rifiutare sarebbe una cattiveria ma vi consigliamo comunque di cedere solo a un piccolo assaggio e preferire poi i ricchi spiedini di frutta che certo non mancheranno: freschi e sfiziosi saranno la perfetta conclusione del vostro aperitivo.

Fonte: blog.cliomakeup.com

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE…

La dieta di Matilda: perdi peso con birra e patate fritte

Buccia di mela: ecco perché mangiarla fa bene

Ansia, frutta e verdura possono combatterla: ecco come

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore