Home Salute e Benessere Pressione: questi sintomi indicano che è troppo bassa

Pressione: questi sintomi indicano che è troppo bassa

CONDIVIDI

La pressione sanguigna è, a tutti gli effetti, uno dei parametri del nostro benessere. Scopri se la tua è troppo bassa e come fare per farla tornare nella norma.

Sintomi pressione bassa
Fonte Istock

La pressione arteriosa come già spiegato nell’articolo sull’articolo dedicato ai sintomi della pressione alta, è un valore di riferimento importante per comprendere se si sta bene o se c’è qualche problema di salute sul quale sarebbe meglio indagare. Se quella alta è nota perché pericolosa, anche una pressione bassa può avere delle ripercussioni anche gravi, motivo per cui è sempre preferibile saperne distinguere i sintomi in modo da riconoscerla il prima possibile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Questo è ciò che accade al tuo organismo se non consumi alcol per un mese

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda il benessere e i modi per vivere al meglio ed in salute CLICCA QUI!

Pressione bassa, ecco i segnali da non lasciarsi sfuggire

Una pressione ottimale è quella che si aggira tra i 115-130 di massima e i 75-85 di minima. Ovviamente questi valori possono cambiare in base all’età, il peso ed altre caratteristiche ma a meno di non avere indicazioni precise dal proprio medico curante, è bene prestare attenzione a valori al di sotto dei 90/60 in quanto simili numeri sono spesso identificavi di pressione bassa, detta anche ipotensione. Nella maggior parte dei casi, l’ipotensione è da considerarsi preoccupante in presenza di vertigini o casi di svenimento.
Spesso essa può verificarsi anche al mattino o quando ci si alza all’improvviso, situazione in cui basta solitamente tornare a sedersi per un attimo per tornare a star bene.
Anche in assenza di simili reazioni è comunque consigliabile comunicare eventuali valori bassi al proprio medico curante in modo da stabilire insieme se è il caso di intervenire e come.

Detto ciò, ecco alcuni sintomi da pressione bassa ai quali prestare attenzione:

  • Vista offuscata
  • Palpitazioni
  • Difficoltà nel mantenersi stabili in piedi
  • Senso di svenimento
  • Capogiri
  • Nausea
  • Confusione mentale
  • Debolezza
  • Senso di stanchezza generale

In generale, a meno di altri problemi seri o di valori troppo bassi, è possibile vivere normalmente con la pressione bassa, seguendo alcune semplici regole come il mantenere la giusta idratazione, non alzarsi mai troppo in fretta e fare pasti leggeri e nutrienti.
Visto che esistono diverse forme di ipotensione è bene farsi aiutare dal proprio medico nel capire da quale si è affetti e come gestirla.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> 16 minuti di sonno in meno peggiorano le prestazioni sul lavoro

In caso di episodi casuali, come suggerito dal sito cure-naturali, è possibile aiutarsi seguendo alcune indicazioni come:

  • Mettersi seduti o sdraiati con le gambe sollevate
  • Bere caffè o tè. In alternativa mangiare del cioccolato
  • Slacciare indumenti troppo stretti
  • Bagnarsi i polsi con acqua fredda
  • Evitare sforzi eccessivi
  • Moderare il consumo di alcolici
  • Evitare ambienti troppo caldi

In questo modo ci si sentirà immediatamente meglio, evitando giramenti di testa o svenimento.
Nel caso gli episodi siano gravi è bene andare in pronto soccorso e qualora si ripetano, è meglio rivolgersi al proprio medico curante.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

GUARDA ANCHE:
Piangere fa bene alla salute per almeno tre motivi
Questi otto segnali indicano che hai bisogno di una detox
Dieta scaccia metalli: i consigli detox da seguire