Piangere fa bene alla salute per almeno tre motivi

piangere fa bene
Fonte: Istock

Piangere fa bene alla salute: i tre motivi per cui non si dovrebbero mai reprimere le lacrime.

piangere fa bene
Fonte: Istock

Il pianto, al contrario della risata, è da sempre percepito come un segno di debolezza o un’esternazione di dolore da mostrare solo tra persone intime. Si tratta invece di una reazione fisiologica che il nostro organismo mette in atto in determinati momenti. Che si pianga di gioia, di dolore, per un’emozione improvvisa o per l’ansia, le lacrime che si versano sono molto utili all’organismo e portano benessere in almeno tre modi diversi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Timidezza: come affrontarla e superarla

Se vuoi restare aggiornata sui tutto ciò che riguarda il benessere e le notizie curiose CLICCA QUI!

Piangere fa bene, ecco il perché

Donna che piange (Thinkstock)

Che piangere sia qualcosa che molti non amano fare in pubblico è più che risaputo. Al contrario, ci sono persone che non si fanno problemi in merito e che piangono liberamente davanti ad un film romantico, nel rivedere un vecchio amico o semplicemente per esprimere che al momento stanno vivendo una forte emozione. Ebbene, queste persone, grazie alle proprie lacrime possono vantare dei benefici che solo il pianto può dare. Ecco quali sono:

Dona equilibrio. Molti non lo sanno ma piangere più che un segno di debolezza è, a tutti gli effetti, un segno di forza. Per piangere davanti a tutti ci vuole infatti una certa dose di coraggio o una libertà interiore superiore alla media. Farlo, fa scaricare lo stress e aiuta a portare equilibrio alle emozioni che si provano. Inoltre piangendo si butta fuori il proprio dolore o la tristezza e ciò fa si che questi vengano in qualche modo accettati, vissuti e metabolizzati. Trattenere le lacrime è un’abitudine errata e nociva perché oltre a prolungare lo stato di malessere fa si che con il tempo questo si ripresenti più forte ed intenso di prima.

Aiuta a rigenerare l’organismo. Chiunque, prima o poi, ha sperimentato un senso di benessere dopo aver pianto. Ciò dipende dal fatto che quando si piange, si mettono in moto degli ormoni che donano all’organismo un senso di benessere e di rilassatezza che si estende per il resto della giornata. Anche per questo, a volte, si sente il bisogno di piangere senza un motivo. Al di là del fatto che seppur inconsciamente un motivo probabilmente c’è, l’organismo sta cercando di mettere in atto questa speciale funzione.

Aiuta a depurarsi. Piangere fa bene prima di tutto agli occhi che in questo modo vengono lubrificati naturalmente e subito dopo all’organismo. Piangendo, infatti si buttano fuori le tossine e si rafforza il sistema immunitario che si prepara a combattere eventuali agenti esterni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Voglia di cambiare vita? Ecco le cinque dritte da seguire

Insomma, se fino ad oggi hai considerato le lacrime come qualcosa di cui vergognarti, è giunto il momento di cambiare idea. Certo, il pianto deve essere spontaneo e non valgono lacrime da coccodrillo (come quelle che si versano davanti ad una cipolla e che al massimo possono aiutare gli occhi). Perché funzioni deve scaturire da dentro ed essere accompagnato da una forte emozione. Memori di ciò, quindi, la prossima volta che si sente l’impellente bisogno di piangere, a meno di non essere su posto di lavoro o in una situazione in cui farlo potrebbe causare dei problemi, è bene lasciarsi andare e dar libero sfogo alle proprie emozioni. L’organismo ringrazierà.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

GUARDA ANCHE:
Queste cinque abitudini fanno male al cervello
Gli abbracci fanno bene, lo dice la scienza
Ecco tre modi di fare che ti renderanno felice