Ti è avanzata la polenta? Ecco come puoi riciclarla con stuzzichini e finger food

Se non sai come riutilizzare la polenta avanzata ecco alcune ricette per preparare dei gustosi stuzzichini e finger food. 

Anche se la polenta è un piatto tipicamente invernale non è escluso che queste giornate dal clima ancora incerto non ci inducano a preparare un piatto di questo antico alimento di origine italiana a base di farina di mais o altri cereali.

Consumata tipicamente nelle zone montanare e in particolare nel nord Italia, la polenta è un piatto cucinato anche in diverse regioni del centro come Toscana Umbria e Marche, non escludendo l’Abruzzo, il Lazio e il Molise.

Ma cosa succede se per sbaglio ne prepariamo troppa? Cosa fare con la polenta avanzata? Ecco alcune ricetta per riciclarla in sfiziosi finger food ideali per un aperitivo e non solo, esistono molte ricette a base di polenta. Scopriamo di più.

Ecco come puoi riciclare la polenta avanzata con questi deliziosi finger food

polenta avanzata
Fonte: Canva

Un alimento di origini povere ma sostanzioso e che ha sfamato per secoli intere popolazioni: stiamo parlando della polenta.

Un piatto della tradizione di cui possiamo trovare diverse varietà: dalla taragna a quella di mais e grano saraceno passando per quella bianca veneta. Prepararla non è difficile: qui trovi molti consigli utili. 

Ma una volta che l’abbiamo cucinata e ce n’è avanzata in abbondanza cosa ne facciamo? Ecco alcuni spunti per riutilizzarla senza sprechi preparando degli sfiziosi finger food.

1) Pizzette di polenta. La prima soluzione che vi proponiamo sono delle pizzette che al posto della classica farina e lievito vedono alla base la polenta. Ideali per chi soffre di celiachia e intolleranza al glutine. Basterà stendere la polenta avanzata sottilmente aiutandoci con un cucchiaio. Poi con un coppa pasta facciamo le formine rotonde quindi ricopriamo ciascuna pizzetta con della salsa di pomodoro, qualche cubetto di mozzarella, sale, olio e origano, se piace. Altrimenti una fogliolina di basilico. Inforniamo a 200°C per 15 minuti.

LEGGI ANCHE –> Come fare la polenta | Dalla taragna all’istantanea tutte le ricette

2) Stick di polenta fritta. Tagliamo la polenta avanzata a bastoncini, come se fossero delle patatine. Quindi friggiamola in olio di semi finché non sarà diventata dorata. A questo punto la lasciamo scolare su carta da cucina assorbente. Aggiungiamo sale e pepe e per i più ghitti anche del pecorino grattugiato. Servite gli stick di polenta caldi.

3) Polpettine di polenta. In una ciotola mettiamo la polenta avanzata con un uovo, due cucchiai di parmigiano e un po’ di farina. Amalgamiamo gli ingredienti fra di loro e poi formiamo le polpette che andremo a passare nel pangrattato. A questo punto le disponiamo in una teglia, aggiungiamo un filo d’olio e inforniamo per 20 minuti a 180°C. Altrimenti possiamo cuocere in padella o in bianco o con il sugo di pomodoro.

4) Polenta grigliata a quadretti. Una soluzione molto semplice è invece la polenta grigliata. Basterà tagliarla a quadretti più o meno tutti simili, li disponiamo sopra ad un griglia e li cuociamo da entrambi i lati quindi li serviamo con un filo d’olio evo a crudo. Può essere anche un’idea se si è a corto di pane.

polenta avanzata
Fonte: Canva

5) Crostini di polenta. Per realizzare questi deliziosi finger food basterà procedere come sopra grigliando inizialmente i quadretti di polenta e poi possiamo farcirli come più ci piace. Ad esempio con funghi trifolati o con pomodorini e stracciatella di bufala, ma anche con dello speck e formaggio fuso. Insomma a voi la scelta.

E per finire qui puoi trovare alcune ricette sia dolci che salate a base di polenta: Sformatini di polenta, funghi e gorgonzola, polpette di polenta e pistacchi, torta polenta ciocco-cocco: il dolce fit e goloso da provare assolutamente.

Da leggere