Crema autoabbronzante graduale: cosa è, quando e perché utilizzarlo sulle pelli chiare

La crema autoabbronzante graduale entra a gamba tesa nel mondo del self tanning regalando alte prestazioni e prendendosi cura della pelle, soprattutto quella chiara. 

La tintarella è un ‘must’ della bella stagione e non appena il primo caldo si fa sentire sulla pelle, ecco che gonne e bluse diventano leggere e lasciano intravedere il corpo in tutto il suo pallore invernale. Come porre un veloce rimedio all’incarnato pallido? Con l’autoabbronzante, un prodotto in grado di donare in poche ore un colorito dorato con prodotti studiati sia per il viso che per il corpo.

abbronzatura
Adobe Stock

Dopo aver dedicato un approfondimento sui migliori autoabbronzanti viso e sugli autoabbronzanti corpo, oggi vogliamo parlare delle creme autoabbronzanti graduali o progressive, forse la scelta migliore sotto diversi punti di vista.

Come preparare la pelle all’applicazione dell’autoabbronzante graduale

Come prima dell’applicazione di qualsiasi prodotto autoabbronzante, anche prima di quello graduale la pelle andrà preparata con uno scrub esfoliante che elimini tutte le cellule morte e renda la pelle molto luminosa.  

L’idratazione non dovrà mai mancare e ogni giorno si potrà applicare una crema o una lozione idratante e nutriente sia sul viso che sul corpo.

Crema autoabbronzante graduale o progressiva: cosa è

La crema autoabbronzante graduale anche chiamata progressiva, vanta una formula in grado di donare alla pelle un abbronzatura artificiale ma al contrario della maggior parte degli autoabbronzanti, che regalano un colorito dorato anche dopo un’ora dall’applicazione, il graduale crea una ‘abbronzatura progressiva’ dall’effetto molto naturale che si palesa in modo delicato dalla prima applicazione per intensificarsi durante le successive applicazioni. La maggior parte dei prodotti, alla quarta applicazione dovrebbero raggiungere il massimo dell’intensità.

crema autoabbronzante
Adobe Stock

Un modo decisamente più ‘dolce’ per ottenere la tintarella desiderata e farlo proprio come dopo diverse giornate al mare, quando il sole colora la pelle in modo delicato e ogni giorno di più.

->>LEGGI ANCHE: Creme autoabbronzanti: tutto quello che c’è da sapere per risultati perfetti

Crema autoabbronzante graduale: come funziona

L’autoabbronzante graduale, nella maggior parte dei casi,  è formulato con una percentuale più bassa di DHA, (Diidrossiacetone) che è uno zucchero capace di reagire con gli aminoacidi dello strato corneo della pelle e solitamente anche addizionato con acceleratori di abbronzatura che vanno ad agire direttamente sulla melanina e sulla pigmentazione cutanea.

crema abbronzante
Adobe Stock

Queste formulazioni all’avanguardia permettono dunque di raggiungere un colorito intenso applicazione dopo applicazione per un effetto più naturale e duraturo. A differenza dei classici autoabbronzanti poi, vantano formulazioni super idratanti e non tendono a seccare la pelle.

Gli agenti idratanti contenuti nella crema autoabbronzante graduale, permette di mantenere la giusta idratazione dell’epidermide che tenderà a desquamarsi sempre meno, assicurando un’abbronzatura artificiale più duratura.

Autoabbronzante progressivo: un ‘must have’ per le pelli chiare

La crema autoabbronzante graduale sarà un ottimo prodotto per preparare le pelli chiare e delicate alla vera esposizione al sole e sarà un validissimo alleato per la skincare da utilizzare sia durante la primavera che in preparazione di una bella vacanza al mare per esempio. 

La stimolazione della melanina che avviene attraverso l’utilizzo dell’autoabbronzante progressivo permetterà alla pelle chiara e delicata di ‘prepararsi’ alla tintarella vera e propria che richiederà sempre e comunque l’applicazione di creme con fattore di protezione medio alta. 

Da leggere