Matteo, figlio di Carlo Conti: “Ora so cos’è la felicità”

Carlo Conti, un papà affettuoso e premuroso racconta il suo legame con il piccolo Matteo. Ecco chi è il figlio del noto conduttore televisivo.

Foto di Instagram

Matteo, il figlio di Carlo Conti e della costumista Francesca Vaccaro è nato nel 2014 ed oggi ha quasi 7 anni ed ha da poco iniziato ad andare a scuola. Il papà molto fiero racconta spesso con le immagini ciò che accade nel suo nucleo familiare.

Sicuramente tutti ricorderemo quel  famoso “Ti amiamo, babbo” (in dialetto toscano) che fece impazzire il web appena qualche mese fa. Per l’esattezza quando, il conduttore aveva contratto il Covid ed era stato costretto a vivere separato dalla famiglia oltre che a condurre “Tale e Quale Show” dal salotto di casa.

Carlo Conti è sempre stato molto riservato in fatto di famiglia e vita privata per non molto tempo fa aveva dichiarato di aver lasciato alcune delle sue produzioni più storiche, come l’Eredità per vivere più intensamente la sua famiglia, Francesca e Matteo. Infatti, Carlo era costretto a viaggiare costantemente tra Firenze e Roma togliendo tempo alla sua famiglia.

Carlo Conti racconta il rapporto padre-figlio

Foto di Instagram

Carlo Conti e sua moglie non hanno mai nascosto di essere molto legati, tanto che lui anni fa la descrisse come la sua “cura alla dongiovannite” che per molti anni non gli ha permesso di avere relazioni stabili e che gli amici di sempre Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello classificavano come “l’Alberto Sordi del gruppo, che non si sarebbe mai sposato”.

Il piccolo Matteo ha difatti come padrino niente di meno che Leonardo Pieraccioni. Da vecchi colleghi di sketch, Pieraccioni e Conti (entrambi toscani) hanno sempre fatto tutto insieme e la loro amicizia è solida, anche se raramente ostentata sui social. Spesso i due si dilettano a giocare a tennis. Proprio per questo sport che li lega, Carlo ha parlato del rapporto padre-figlio, in quanto il conduttore è cresciuto senza un padre. Venuto a mancare quando aveva appena 18 mesi, Carlo Conti ha raccontato:

“Poi, un giorno, giocavo a tennis con Leonardo Pieraccioni, da cialtroni come sempre, e il babbo di Leo, in fondo al campo, urlava: vai, forza, oh ma come tu batti? Mi sono girato e per la prima volta ho visto che, dietro di me, non c’era nessuno.”

Foto di Instagram

Ciononostante, Carlo sembra aver imparato molto bene a fare il padre grazie a Matteo. Carlo Conti ha spiegato l’importanza che per lui ha la paternità soprattutto alla luce della sua esperienza personale: “Quando ho iniziato a giocare con mio figlio mi è venuto in mente mio padre… Mi sono immaginato come sarebbe stato con me e cosa avremmo fatto insieme se non fosse scomparso così presto.

Faccio con Matteo le cose che forse il ‘mi babbo’ avrebbe fatto con me”, ha affermato, rivelando un momento molto intimo risalente alla nascita del suo bambino, quando lui e la moglie tornarono nella loro casa dopo il parto: “Io e mia moglie ci siamo guardati e ci siamo abbracciati: a quel punto la nostra famiglia era completa”.