Uovo all’occhio di bue: i passaggi giusti per un risultato perfetto

L’uovo all’occhio di bue o al tegamino è uno dei metodi più comuni di cucinarlo ma può nascondere delle insidie: scopriamo i passaggi giusti per un risultato perfetto. 

uovo occhio bue
Foto da Canva

L’uovo all’occhio di bue è un classico modo di cuocere le uova. Una soluzione rapida per una cena nutriente e al volo da preparare quando si va di fretta ma non si vuole rinunciare a qualcosa di sano.

Cucinare l’uovo all’occhio di bue o al tegamino può sembrare piuttosto banale ma per un risultato perfetto occorre seguire tutti i passaggi giusti.

Pochi e semplici ingredienti e porterete a tavola un piatto gustoso da accompagnare con una fresca insalata o un contorno di verdure cotte. Altrimenti è ottimo anche sopra una fetta di pane tostato. Scopriamo ricetta e trucchi di preparazione.

Ecco come si prepara l’uovo all’occhio di bue in pochi passaggi

uova
Foto da Pixabay

Un salvacena perfetto che si prepara in 5 minuti e che vi permetterà di gustare un piatto nutriente ma semplice al tempo stesso.

Adatto ad essere consumato da tutta la famiglia, l’uovo all’occhio di bue non richiede una preparazione complicata ma solo dei piccoli accorgimenti così da ottenere un risultato perfetto. Scopriamo quali.

Innanzitutto dovremo scegliere se cuocerlo con olio evo, con burro o con margarina. E poi dovremo scegliere se preferiamo il tuorlo più sodo e compatto o molto liquido. C’è anche chi lo gira come se fosse una frittata.

1) Scegliere uova fresche. In primis scegliamo un prodotto fresco. Possiamo verificare che l’uovo non sia andato a male attraverso il metodo della pentola d’acqua, altrimenti possiamo aprire le uova in una ciotolina, e controllare che il tuorlo non si rompa, in tal caso significa che l’uovo non è buono.

2) Prendere una padella non troppo grande. Se infatti l’albume si allarga troppo rischia di bruciarsi. Per 3 uova va bene una padella da 18-20 centimetri rigorosamente antiaderente.

3) Ungere il fondo della padella. Non esageratamente, basterà bagnare un foglio di carta da cucina l’olio e passarlo sulla padella.

4) Padella rovente. Quando versiamo le uova in padella quest’ultima dovrà essere rovente ma poi mettiamo il calore medio altrimenti bruceranno.

5) Coperchio sì o no? Dipende da come ci piace il tuorlo. Se lo preferiamo più cotto e sodo allora è preferibile metterlo altrimenti se ci piace liquido lasciamo la padella scoperta.

6) Sale. Il sale va messo a fine cottura altrimenti renderà l’uovo opaco.

7) Cottura. In genere il tempo di cottura dell’uovo all’occhio di bue va da 1-2 minuti ad un massimo di 5 minuti, a seconda se il tuorlo ci piace più o meno cotto.

8) Varianti. Se preferite un sapore più deciso potrete aggiungere del Parmigiano o del pecorino grattugiato sopra o una fetta di formaggio da aggiungere poco prima di servire.

Se vi piacciono le uova ecco alcuni accorgimenti per prepararle strapazzate.