L’amore nato online ci sembra meno bello e puro di quello dal vivo: è così davvero?

L’amore nato online è meno forte, meno romantico e meno bello di quello “normale”? Scopriamo insieme la risposta a questa domanda.

amore nato online
(fonte: Pixabay)

Il primo segnale che sei preoccupata all’idea di parlare del tuo rapporto è che non vuoi mai, assolutamente, raccontare come vi siete conosciuti.

Se te lo chiedono, infatti, arrossisci e ti schernisci, inizi a balbettare e, dopo poco, stai già cambiando discorso.

Il tuo partner ti sembra perfetto con un’unica, piccola macchia: lo hai incontrato online.
Ecco che cosa succede quando due persone si conoscono su internet e poi finiscono insieme (quasi) per sempre.

Amore nato online: è meno bello di quello dal “vivo”?

amore online
(fonte: Pixabay)

Forse vi siete conosciuti su Tinder oppure vi è capitato di incontrarvi tramite la nuova funzione di Facebook, “Facebook Dating“.
Non importa come sia andata, se il vostro rapporto risale agli albori di internet ed è nato tra le stanze di mIRC oppure se siete millennials o generation Z.
Ormai vi siete incontrati e, non solo, anche innamorati!

Ci sono molti modi per trovare l’amore online e di vivere le relazioni prima in maniera virtuale: vi avevamo parlato qui del dating sui social.
Insomma, non si tratta di una cosa da nascondere, quanto di un comportamento che abbiamo avuto (più o meno) tutti nella vita!

Spesso, però, quando arriva il momento di fare i conti con la realtà ci troviamo a fare una decisa marcia indietro.
Forse abbiamo visto troppe volte The Social Dilemma” e sappiamo quali sono i rischi di collegare troppo strettamente vita privata e connessioni online.
Oppure, semplicemente, subentra un sentimento decisamente poco felice: la vergogna.

Se hai conosciuto il tuo partner online, con tutte le dovute cautele, ti sarà capitato di trovarti in imbarazzo nel momento di spiegare agli altri quale sia stato il vostro primo incontro.
Forse si tratta della prima volta che lo hai raccontato alla nonna ma la paura del giudizio rimane, immutata, anche quando ne parli con le amiche.

Si tratta di un pregiudizio che ci portiamo dietro da anni, che bolla le relazioni online come delle vere e proprie “scappatelle” al limite della legalità.
Online, secondo la percezione che ci hanno inculcato, si trovano solo buoni a nulla e maniaci e mai dovremmo uscire con qualcuno conosciuto solo tramite i social!

Questa è una norma di buon senso che nel caro vecchio mondo di internet 1.0 aveva molto più ragione di esistere.
Prima, quasi nessuno aveva accesso ad internet nella modalità e nella quantità di tempo che possiamo sperimentare tutti al giorno d’oggi.
Un appuntamento preso online era, quindi, da guardare con sospetto e destava la perplessità delle persone che avevamo intorno.

Adesso, invece, quasi tutti siamo su internet e ci riversiamo gran parte dei nostri interessi e delle nostre personalità.
Non è sempre detto che sia un bene ma, ad esempio, durante i lunghi mesi di quarantena sicuramente avere internet a farci compagnia ci ha aiutato a passare il tempo!

Tra le molte persone che si sono rivolte ai social per svagarsi durante i giorni di lockdown, ci sono anche sicuramente molti single che adesso, però, sono diventati una coppia.
Cosa è successo?
Semplicemente, a forza di girare per forum, social network e siti di dating online hanno, finalmente, incontrato la persona giusta.

Che cosa succede a questo punto?
Dopo il primo, il secondo, il terzo appuntamento iniziate piano piano a comportarvi come una coppia “normale”.
Conoscete gli amici e le famiglie (sempre a distanza di sicurezza, sia chiaro!) ed iniziate a pensare a come potrebbe essere la vostra vita insieme.

Un’unica macchia rovina il tutto: il modo in cui vi siete conosciuti.

Se hai paura che il tuo amore sia meno reale o puro solo perché hai conosciuto il tuo partner online, siamo qui per rassicurarti.
Non c’è assolutamente nulla di male in questo!

Certo, i social network ci rubano tantissimo tempo e, a volte, faremmo decisamente meglio a spegnerli: su questo siamo tutti d’accordo.
Vero è, però, che questi social per funzionare hanno alla base una pratica formula matematica che si chiama algoritmo.
Questo algoritmo serve a determinare quali sono le attività e gli interessi che ci piacciono di più e ce li “propina” di conseguenza.
La home di Facebook tua e della tua migliore amica, ad esempio, sono radicalmente diverse!
Questo è uno dei modi con i quali i social network ci tengono “incatenati” alla tastiera (un altro ha a che vedere con i colori che usano) ma può essere usato anche a nostro vantaggio.

L’algoritmo, infatti, ci propone anche nuove persone da conoscere senza contare quando siamo sulle famose app di dating dove l’obiettivo è proprio quello di presentarci qualcuno di nuovo.
Ma siamo sicuri di quanto sia nuova questa persona che ci viene proposta?

Tantissimi “match“, infatti, sono creati con persone che non solo ci assomigliano per quanto riguardi i nostri gusti o gli interessi ma che forse, in un modo o nell’altro, avremmo conosciuto comunque!
L’algoritmo funziona connettendo persone che si trovano nella stessa area o che hanno a cuore le stesse problematiche.
Magari vi sareste incontrati facendo la spesa, oppure portando un randagio dal veterinario.
Forse la tua fiamma conosciuta online è il cugino del tuo dentista, oppure il figlio della tua professoressa del liceo.

Insomma, quando “incontri” qualcuno online non scordarti che non si tratta solo di un agglomerato di dati, nato dal niente per incontrare proprio te.
Si tratta di una persona in carne ed ossa che ha deciso di usare (come facciamo tutti) internet per guardarsi un po’ intorno.

Il vostro amore, quindi, è più reale che mai: reale quanto lo siete voi due!

amore nato online
(fonte: Unsplash)

Non c’è alcun motivo o bisogno di vergognarsi se hai conosciuto il tuo partner online.

L’importante, in una storia d’amore, è che tu ti senta felice, rispettato ed amato.
Il resto, veramente, sono tutte bazzecole.

Forza, è ora di fare coming out: dove vi siete conosciuti tu ed il tuo partner?