Conte su Calabria: “il commissario della sanità? Cerco profilo adatto”

Ancora aperta la questione della Calabria sul commissario della sanità. Il sindaco di Catanzaro: “Si prenderanno qualche giorno in più”.

Conte valuta il lockdown leggero per l'Italia (Getty Images)
Conte valuta il lockdown leggero per l’Italia (Getty Images)

 

È ancora aperta la questione della Calabria dopo il passo di lato dell’ex rettore della Calabria Eugenio Gaudio. Questo quello che si evince dall’Ansa.

“Non ci sfugge che una gestione commissariale, che deve essere straordinaria, si trascina da dieci anni- ha detto il premier Giuseppe Conte nell’incontro con i sindaci calabresi – rischiando di essere ordinaria. Intanto in vista un cambiamento di direzione: spostare i colori dalle regioni alle province.

Continuiamo insieme a leggere cos’ha detto.

Qualche giorno in più per la scelta del commissario alla sanità in Calabria

Giuseppe Conte diretta
Foto da Facebook @giuseppeconte64
Dobbiamo lavorare per dare alla gestione commissariale una prospettiva temporale ben delimitata”. “Avvertiamo forte – ha sottolineato – la responsabilità di individuare un profilo adatto per il commissario alla sanità calabrese“.

“Si prenderanno qualche giorno in più” per la scelta del commissario alla sanità in Calabria “perché hanno capito che c’è grande necessità. Hanno capito l’errore che è stato fatto e vogliono scegliere un personaggio che risolva il problema della sanità”, ha detto il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo al termine dell’incontro a palazzo Chigi.

Intanto la Calabria continua a rimanere nella zona rossa per il numero di contagi e secondo i 21 parametri individuati dall’Istituto Superiore della Sanità. Qui per leggere il bollettino sui nuovi casi positivi di oggi emesso dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, sono +506 i nuovi casi odierni nella regione. Intanto in Italia siamo in attesa del vaccino, una realtà sempre più presente e sempre più possibile per dare un alone di speranza.

Tra il caos di questi giorni, il presunto accordo tra Gino Strada e la Protezione Civile, l’arresto del Presidente del Consiglio regionale per ‘ndrangheta e le dimissioni di Gaudio (durato un giorno) la situazione in Calabria è altalenante.

Seguiranno aggiornamenti.