Pensiero positivo: l’importanza del darsi tempo

0
77

Per poter mettere in pratica il pensiero positivo è indispensabile imparare la calma. Solo una mente serena e senza fretta può infatti essere propositiva e produrre pensieri migliori.

darsi tempo
donna rilassata – Fonte: Adobe Stock

Il pensiero positivo è senza alcun dubbio una delle mete di questi tempi. E se avete letto tutti i passi che servono per raggiungerlo avrete anche notato come uno dei comuni denominatori sia la calma.

Per poter produrre pensieri positivi è infatti importante partire da una mente calma e rilassata. Una mente in grado di pensare senza fretta e senza pressioni. Un aspetto non certo facili in un’era in cui tutto va di corsa e si muove più velocemente di quanto non vorremmo. Eppure, imparare la calma non è impossibile e passa sicuramente dall’imparare a darsi tempo. Scopriamo quindi come fare per raggiungere quest’ultimo step, indispensabile per poter praticare al meglio il pensiero positivo.

Imparare a darsi tempo: ecco come fare

calma interiore come raggiungerla
donna rilassata – Fonte: Adobe Stock

Darsi tempo è qualcosa che risulta difficile alla maggior parte delle persone. Dopotutto chiunque, quando inizia un percorso non vede l’ora di sentirne sulla pelle i benefici. E ciò vale in particolar modo quando il premio in palio è una vita migliore.

Eppure, la fretta, è spesso l’ostacolo più grande da sconfiggere. La sua presenza porta infatti ad agire senza pensare, a non godersi l’attimo e a vivere costantemente proiettati nel futuro. Tutti aspetti che come abbiamo ormai visto non sono affatto propedeutici al pensiero positivo.

Ecco quindi che imparare a darsi tempo si rivela indispensabile per vivere meglio e per mettere in pratica nel modo corretto i vari passi che conducono a pensare in modo costruttivo e positivo. Che si vada dal tenere un diario per il pensiero positivo all’imparare ad essere grati, darsi tempo è qualcosa che occorre mettere sempre in conto. Scopriamo quindi quali sono i metodi più adatti per riuscirci.

Imparare a pazientare. La prima regola del darsi tempo è essere pazienti. Ciò significa essere consapevoli che non si può avere tutto e subito ma che ogni processo necessita di un suo tempo personale per completarsi in modo armonioso. Più facile a dirsi che a farsi, specie per le persone impazienti. Eppure, basta scegliere la via più adatta a se per imparare a farlo nel modo corretto. Ciò che conta è arrivare a quel punto in cui non si sente dentro la brama di accelerare i tempi ma la voglia di vivere il momento, di goderne a pieno e di coglierne ogni più piccolo particolare. Solo così, infatti si potrà sperimentare la vera pazienza e quella calma interiore che aiuta la mente a lavorare nel modo migliore.

Godersi il viaggio. A prescindere dalla meta scelta, un aspetto importantissimo è quello di imparare a godersi il viaggio. Ciò significa non intraprendere un determinato percorso solo per arrivare il più in fretta possibile al risultato finale ma godersi il percorso stesso, osservando ogni più piccola variazione che è in grado di produrre sia sul personale modo di essere che sulla vita di tutti i giorni. Farlo aiuta infatti a vivere in modo più positivo le cose e ad imparare ad apprezzare anche i più piccoli cambiamenti. Quelli che con il tempo portano alle trasformazioni.

Apprendere l’arte della contemplazione. Osservare un fiore mentre sboccia, soffermarsi ad ammirare un tramonto o le foglie che cadono dagli alberi sono tutte forme di contemplazione che inducono uno stato di quiete mentale e che portano a sentirsi in pace con se stessi. Tra le altre cose, aiutano anche a percepire la vita in modo diverso e a rilassare la mente. Cose che portano pian paino ad imparare l’arte della pazienza nonché quella del darsi tempo. Attraverso la contemplazione si apprende infatti l’importanza del tempo e di come solo lasciandolo scorrere senza fretta è possibile raggiungere determinati obiettivi.

meditare
Donna che medita sul letto – Fonte: Istock photo

Meditare. Se si fa fatica ad imparare a darsi tempo la meditazione può essere paricolarmente utile. Praticandola, infatti, si riesce a portare calma nella propria mente, a creare il vuoto e a diventare più ricettivi. Si può imparare a meditare anche da soli, concentrandosi sul proprio respiro e andando avanti fin quando i pensieri che solitamente affollano la mente non iniziano a svanire.

Prendersi i propri spazi. Darsi tempo significa anche imparare a prendersi i propri spazi e comprenderne l’importanza. Una vita vissuta sempre di corsa impedisce infatti di coglirne aspetti importanti, spingendo la mente a correre a sua volta. Questo, oltre a generare stress porta a voler ottenere tutto subito e a diventare nervosi quando non ci si riesce. Imparare a prendersi degli spazi in cui rilassarsi, ascoltare buona musica, leggere o più semplicemente pensare, può aiutare a migliorare le cose.

Praticare yoga. Anche lo yoga può essere utile per imparare a darsi tempo. Praticarlo infatti aiuta a rilassare la mente e a comprendere e rispettare i propri tempi. Questo, con il tempo, rende più semplice l’attesa di qualsiasi cosa, portando ad una mente più libera e serena e pertanto in grado di darsi il giusto tempo per arrivare ad ogni obiettivo prescelto.

Trovare un proprio spazio mentale. Per rasserenare la mente e imparare a vivere le cose con calma è necessario ricavarsi un proprio spazio mentale. Questo può essere in un luogo fisico come un parco che dona serenità o in riva al mare o mentale e cioè dato dall’ascolto di una determinata musica in silenzio o dal camminare all’aperto all’alba o al tramonto. È importante sperimentare per trovare il proprio spazio privato in modo da viverlo ogni qual volta se ne sente il bisogno. Nei momenti di stress, il solo sapere di averlo e di potervisi rifugiare, farà la differenza.

relax sposa
donna che si prende il suo tempo sul divano – Fonte: Istock photo

Imparare a darsi tempo è importantissimo per il pensiero positivo. Perché solo agendo con i propri tempi e senza la fretta di scorgere dei risultati si acquisirà un modo di pensare rilassato al punto giusto da produrre i pensieri positivi che, come visto, sono alla base di tutto.