Bucato profumato: piccoli e semplici accorgimenti da seguire

0
111

Desiderate un bucato profumato a lungo? Non è difficile, dovete solo porre attenzione per evitare spiacevoli sorprese, anche dopo prima del lavaggio.

Come avere un bucato profumato
Bucato profumato Foto:Adobe Stock

E’ importante prestare attenzione quando si lava il bucato, non solo per preservare i tessuti, ma anche per garantire un bucato fresco e profumato a lungo. Non solo è importante il lavaggio vero e proprio del bucato, ma anche la fase preliminare quando i capi sono nella cesta, ma anche dopo quando si asciugano.

Infatti spesso si commettono degli errori che possono determinare un cattivo odore del bucato anche dopo un corretto lavaggio sia a mano che in lavatrice. I motivi possono essere diversi anche l’utilizzo sbagliato o non adatto del detersivo.

Noi di CheDonna.it vi diamo alcuni consigli su come avere il bucato profumato con rimedi naturali.

Bucato profumato in modo naturale

Come profumare il bucato
Olio essenziale Foto:Pixabay

Si può rendere il bucato profumato a lungo con ingredienti naturali anche senza ricorrere all’ammorbidente, che talvolta sono preparati con ingredienti che possono essere dannosi per l’ambiente e per la nostra salute.

Di solito se si lava il bucato in lavatrice si mette nella vaschetta l’ammorbidente così da donare un profumo delicato ma non sempre basta questo prodotto.

Il bucato può profumare anche utilizzando dei prodotti naturali senza sostanze dannose per la salute e l’ambiente, gli oli essenziali, sono i protagonisti. Potete far profumare il bucato utilizzando ad esempio circa 15 gocce di olio essenziale di lavanda, arancia, limone, tea tree o bergamotto. Ma ci sono altri oli che potete utilizzare per poter profumare il bucato, ma l’unico problema di questi oli è che si volatilizzano e quindi il profumo potrebbe disperdersi. Magari l’aggiungete prima del risciacquo.

In alternativa potete procedere con un ammorbidente preparato a casa, basta mettere in una bottiglia 200 g di acido citrico e unite un litro di acqua, mescolate energicamente e poi per dare il profumo, unite 15 gocce di olio essenziale che preferite, ma li mettete a fine lavaggio.

Questo riguarda per il lavaggio in lavatrice. Mentre per il bucato a mano, dopo averlo lavato, lo sciacquate e lo mettete in ammollo in una bacinella con acqua e ammorbidente naturale.

Consigli per un bucato profumato

Come avere un bucato profumato
Foto:Istock

Il bucato se viene lavato in lavatrice o a mano deve essere fatto in un particolar modo per evitare di ottenere un risultato spiacevole. I capi non solo devono essere divisi in base ai tessuti e colori, ma bisogna rispettare le temperature e il tipo di lavaggio. Fate sempre riferimento alle etichette presenti all’interno dei capi. Inoltre ricordate che se procedete come indicato sopra per far profumare il bucato in modo naturale, potete ottenere un bucato poco profumato se:

-sovraccaricate la lavatrice: se il cestello si riempe troppo, i capi non vengono lavati bene, rischiando di fare danni ai capi ma anche alla lavatrice stessa. Inoltre non vengono lavati bene e non profumeranno;

-scegliete un detersivo poco adatto: in commercio si possono acquistare diversi detersivi per bucato, ma dovete scegliere quello adatto al tessuto e colore;

-esagerare con le quantità di detersivo: le indicazioni riportate sulla confezione sono davvero fondamentali, non solo per garantire un bucato pulito ma anche per proteggere la lavatrice. Innanzitutto è importante ribadire che utilizzare detersivi aggressivi e in quantità eccessiva non garantisce una buona detersione e un profumo a lungo del bucato. Ma non dovete metterne poche, la giusta quantità. Provate a preparare a casa un detersivo al sapone di Marsiglia.

lavatrice
Fonte: Istock-Photos

Se ritenete che il vostro bucato sia particolarmente sporco, con macchie difficili da eliminare, potete fare un pre- lavaggio. Aggiungete al normale detersivo, un cucchiaio di aceto e bicarbonato. In alternativa all’ammorbidente potete aggiungere un pò di aceto di mele stesso nella vaschetta della lavatrice. L’aceto di mele avrà una triplice funzione, in quanto ammorbidisce i capi, elimina i cattivi odori e manterrà pulita anche la lavatrice, perchè elimina il calcare;

-non asciugare il bucato all’aria aperta: se si ha l’abitudine di asciugare in casa il bucato non si potrà garantire un bucato profumato a lungo. E’preferibile stendere il bucato e farlo asciugare all’aria aperta, esponendolo alla luce del sole e all’aria aperta. Certo che se avete l’asciugatrice, potete utilizzarla, ma provate a mettete dei fogli profumati. Basta bagnarli sotto acqua corrente, poi li strizzate e distribuite circa 10 gocce di olio essenziale che preferite. Metteteli nell’elettrodomestico e solo negli ultimi dieci minuti di ciclo, così dopo averli tolti i vostri capi profumeranno a lungo;

non pulire la lavatrice: la pulizia poco frequente e attenta del cestello e dei filtri, può avere delle ripercussioni negative sul corretto lavaggio del bucato. Quest’ultimo può profumare a lungo se ogni tanto pulite il cestello della lavatrice. Non è difficile farlo, basta mettere in una ciotola l’acqua calda e unite circa mezzo litro di aceto bianco e versate nel cestello della lavatrice e lasciate riposare per circa mezz’ora. Poi procedete con il lavaggio normale ma senza bucato. Terminato il lavaggio, lasciate aperto lo sportello della lavatrice, così da far arieggiare il cestello. Infatti dopo ogni lavaggio lasciate sempre lo sportello aperto per evitare che si possa formare la puzza di muffa. E’ davvero importante altrimenti  la puzza persisterà anche sul bucato.

Ricordate che potete dopo aver seguito i consigli, potete prolungare il profumo del bucato mettendo dei sacchetti profumati nell’armadio. Prendete dei sacchetti di organza e mettete delle erbe aromatiche per prolungare il profumo, così ogni qual volta che aprite i cassetti sentirete un profumo.  In alternativa potete versare alcune gocce di olio essenziale su dei sacchetti contenenti i chicchi di riso. Questi li potete avvolgere in un canovaccio di cotone e riporlo tra i capi.