Come rassodare l’interno coscia: gli esercizi più efficaci

0
59

L’interno coscia rappresenta un problema per quasi tutte le donne. Ecco alcuni esercizi per rassodare questa parte delle gambe più difficile da allenare.

rassodare interno coscia
Adobe Stock

L’interno coscia è una delle parti più difficili da rassodare. Quando alleniamo le gambe infatti non tutti gli esercizi che eseguiamo hanno un’efficacia specifica su questa parte del corpo.

Per tonificare l’interno coscia si deve procedere con esercizi mirati che vadano a far lavorare dei muscoli che in genere non sono quasi mai sollecitati nei movimenti quotidiani, ovvero gli adduttori.

Quando si accumula il grasso in questa parte delle gambe poi non è per niente semplice buttarlo giù e per smaltirlo occorre eseguire un lavoro piuttosto specifico. Scopriamo gli esercizi più efficaci.

Ecco gli esercizi più efficaci per rassodare l’interno coscia

Pur essendo la parte delle gambe più difficile da rassodare esistono validi esercizi per tonificare l’interno coscia. I muscoli chiamati in causa in questo caso sono gli adduttori. Solitamente poco sollecitati nei movimenti consueti, vanno invece stimolati attraverso esercizi specifici.

Solo attraverso un allenamento mirato di questi muscoli infatti potremo dire addio ad un interno coscia flaccido. La sola dieta e l’esercizio fisico generico non bastano infatti ad avere un interno coscia tonico.

In certi casi capita che le cosce si tocchino generando fastidiose frizioni. Esistono in tal caso alcuni rimedi naturali per alleviare questi fastidi provocati dallo sfregamento.

Se però eseguiamo questi semplici esercizi potremo dire addio a tali problematiche ed avere un interno coscia tonico e sodo.

1) Sumo squat. Si tratta di una variante dello squat normale ma va eseguito con un apertura più marcata delle gambe. In particolare quest’ultime dovranno essere leggermente più divaricate della larghezza delle spalle. Scendiamo con la schiena dritta fino a che le cosce non saranno parallele al suolo, quindi torniamo su. Importante sarà spingere il sedere indietro come se volessimo sederci su di una sedia immaginaria. Inoltre per eseguirlo correttamente le ginocchia non dovranno mai superare la punta dei piedi. Per rendere l’esercizio ancora più efficacie, ma solo se siete abbastanza allenate potrete aggiungere un bilanciere o dei pesi. Possiamo fare 4 serie da 12 ripetizioni ciascuna.

2) Adduttori da sdraiati. Un esercizio semplice all’apparenza ma che in realtà se fatto bene è molto faticoso e quindi efficace. Distese sul pavimento su di un lato pieghiamo la gamba sopra, mentre tenendola tesa solleviamo leggermente quella sotto. Andando su e giù con la gamba che lavora non dovremo mai toccare il suolo. Facciamo 4 serie di 16 ripetizioni per gamba.

3) Affondi laterali. Una variante anche questa dei classici affondi frontali. Un esercizio utile a rassodare non solo l’interno coscia ma anche i glutei. Si parte dalla posizione eretta e con una gamba si fa uno slancio dal lato esterno e si scende con il sedere tenendo il più possibile la schiena dritta. Una volta eseguito l’affondo laterale si torna in posizione di partenza e si esegue l’esercizio con l’altra gamba. Facciamo 4 serie da 10 ripetizioni per ciascuna gamba.

4) Adduttori con elastico. In questo caso servirà un elastico specifico per eseguire l’esercizio che andrà posizionato su un supporto fisso. Con una gamba andiamo a tirare l’elastico fino a che non sarà in tensione. A questo punto iniziamo a fare dei movimenti laterali così da tirare più possibile l’elastico. Facciamo 4 serie di 16 ripetizioni per ciascuna gamba.

Per avere risultati concreti occorrerà eseguire l’esercizio almeno due volte alla settimana. Inoltre, potrete cimentarvi anche in questo allenamento per avere gambe magre e toniche.

Altrimenti potrete scoprire il segreto di Federica Nargi per avere un interno coscia tonico e perfetto come il suo.