Sfregamento interno coscia: come prevenirlo e rimedi naturali e non

0
6

Per evitare il fastidioso sfregamento dell’ interno coscia, che si crea soprattutto d’estate, esistono alcuni accorgimenti. Ecco i rimedi efficaci naturali e non.

sfregamento interno coscia
Adobe Stock

In estate è un fenomeno che si accentua ancora di più perché inevitabilmente stiamo spesso a gambe nude e indossiamo maggiormente le gonne, naturalmente senza collant.

Lo sfregamento dell’interno coscia è un problema che può diventare molto fastidioso perché tende ad irritare una zona del corpo dove la pelle è particolarmente delicata.

Il sudore e la salsedine, soprattutto d’estate, tendono ad accentuare il problema che d’inverno non si pone perché le gambe sono quasi sempre coperte. Scopriamo allora come prevenire questo disturbo e i rimedi naturali per alleviarlo.

Ecco i rimedi naturali per lo sfregamento dell’interno coscia

Si tratta di un problema che colpisce le donne ma non solo. Lo sfregamento dell’interno coscia infatti non è un disagio prettamente appannaggio femminile e di chi è in sovrappeso.

Capita infatti spesso anche agli uomini, che fanno sport, ad esempio quando corrono, di avvertire tale problematica. E non tocca solo le donne curvy ma anche quelle che non hanno particolari problemi di linea.

Lo sfregamento dell’interno coscia dunque colpisce un po’ tutti indistintamente a seconda della conformazione fisica. Le cosce infatti per loro natura tendono a toccarsi fra di loro e quando fa particolarmente caldo e si suda a lungo andare possono irritarsi.

Questo succede ad esempio camminando o correndo. Il sudore contribuisce a fare il resto. Un fenomeno che può colpire anche quando si è al mare. Il sale e il caldo tenderanno a far peggiorare il problema creando irritazione in quella parte del corpo, tra le cosce, dove la pelle è molto morbida e delicata.

Come rimediare allora a questo fastidioso inconveniente? Se non vogliamo rinunciare a indossare la nostra gonna preferita o i nostri freschi abitini basterà utilizzare dei piccoli accorgimenti.

Ad esempio un trucco è quello di infilare un paio di leggins corti sotto alla gonna. Vanno bene quelli aderenti che utilizziamo per fare sport, l’importante è che siano di una lunghezza tale che non permettano alle cosce di stare a contatto fra di loro pelle a pelle.

Altrimenti potrete provare con delle fasce di tessuto da indossare nella zona interessata. La particolarità di queste bandelettes, così si chiamano, o semplicemente bande antisfregamento è che offrono anche un tocco di sensualità. Ricordano infatti le calze autoreggenti, quindi indossandole non sembrerete affatto goffe o ridicole.

Un altro rimedio può essere quello di stendere della pasta all’ossido di zinco spesso usata per le irritazioni da pannolino dei neonati. Essendo lenitiva e calmante contribuirà ad alleviare le irritazioni prevenendo anche i batteri. Lo zinco, infatti, è un ottimo antibatterico. A questo proposito possiamo usare anche l’olio di cocco che avevamo consigliato sempre nelle irritazioni da pannolino dei bambini.

Altrimenti esiste un prodotto utilizzato spesso dagli sportivi che si chiama body glide, si tratta di uno stick che non unge e va applicato più volte nel corso della giornata.

C’è anche chi si affida a del semplice borotalco. Una spolverata tra le cosce prima di uscire e via. Se da un lato assorbe il sudore, dall’altro è un rimedio che ha una durata ridotta. A meno che non vogliate girare con il barattolo in borsa.