Home Salute e Benessere Psiche Dipendenza da Stress: come riconoscerla e perché si manifesta in amore

Dipendenza da Stress: come riconoscerla e perché si manifesta in amore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00
CONDIVIDI

La dipendenza da stress porta gli individui alla continua ricerca di situazioni di pena o di dolore emotivo, fino a distruggere le proprie relazioni sociali e amorose.

dipendenza da stress
(Istock Photos)

Gran parte dei meccanismi psicologici che mettiamo in atto nella nostra vita da adulti si generano da meccanismi psicologici che abbiamo imparato o che si sono generati durante l’infanzia.

Si tratta di una consapevolezza a cui la psicologia è arrivata da oltre un secolo, soprattutto grazie all’opera di Sigmund Freud.

Com’è naturale che sia, la vita emotiva dei bambini si sviluppa all’interno della famiglia. La famiglia ha quindi un ruolo fondamentale nella formazione emotiva e psicologica di un individuo, soprattutto attraverso le strategie di attaccamento.

Nel momento in cui all’interno della famiglia si sviluppano dinamiche tossiche, c’è un’enorme probabilità che i bambini tenderanno a ripetere a livello inconscio quelle stesse dinamiche nell’età adulta ma anche a creare le condizioni per cui quelle stesse dinamiche possano ripetersi.

Per fare un esempio, aver vissuto con un genitore violento condurrà molto facilmente il bambino a diventare un adulto violento oppure una vittima, a seconda della sua identificazione o con la sua opposizione al genitore in questione.

Pertanto, se il bambino (o la bambina) ha subito un comportamento violento, finirà per scegliere partner violenti, se il bambino (o la bambina) sono stati educati alla violenza sceglieranno un partner mite e remissivo, che sia facile da controllare.

Lo stress emotivo è una di quelle condizioni che purtroppo tendiamo a ricreare nelle nostre relazioni affettive anche dopo l’infanzia: ecco perché e com’è possibile tenere sotto controllo questa tendenza.

Lo stress può dare dipendenza, come una droga

litigare troppo
troppi litigi fanno male (fonte: Pexels)

La società ci insegna che la famiglia è il luogo sicuro all’interno del quale sperimentiamo tutti i sentimenti positivi che ci accompagneranno nel corso della nostra vita: amore, comprensione, protezione, accettazione.

Purtroppo non sempre è così: in molte famiglie si generano dinamiche conflittuali tra i due genitori i quali, a causa delle divergenze caratteriali o a causa di altri fattori, cominciano a litigare spesso, a farlo davanti ai figli o, peggio ancora, a fingere che vada tutto bene ma mantenendo all’interno della famiglia un’atmosfera di estrema tensione che i figli, anche quelli più piccoli, finiscono inevitabilmente per assorbire e “fare propria”.

Questo farà maturare nella mente dei bambini l’idea che lo stress e l’infelicità siano parte integrante delle relazioni d’affetto tra due o più persone.

Lo stress emotivo finirà per trasformarsi in un nido rassicurante all’interno del quale gli adulti che hanno vissuto affetti stressanti da bambini si sentiranno a proprio agio.

Ovviamente, come accade per tutto ciò che ci fornisce sicurezza e stabilità, anche lo stress può generare dipendenza, con tutte le conseguenze negative del caso.

La terribile noia delle relazioni felici

coppia letto
(Fonte: Istock)

La conseguenza più diretta, e anche più terribile, della dipendenza da stress, è che le relazioni stabili e felici dal punto di vista emotivo, finiscono per essere considerate “mancanti” dalle persone che da bambini hanno sperimentato relazioni familiari tossiche.

A volte (spesso per pura fortuna) le persone che hanno sviluppato una dipendenza patologica da stress instaurano relazioni appaganti e serene con i propri amici o con i propri partner.

Questo accade perché chi ha sperimentato spesso lo stress nella propria vita finisce con l’essere consapevole di aver bisogno di calma e sicurezza in ambito emotivo.

Peccato che, sul lungo periodo, le relazioni sicure finiscano per essere percepite come una delle cose più noiose al mondo. Senza quei picchi di adrenalina che hanno sempre caratterizzato la loro vita familiare, gli adulti dipendenti dallo stress emotivo sentono che alla loro vita sentimentale manca qualcosa.

La conseguenza diretta della noia, com’è facile immaginare, è il desiderio di litigare o, peggio ancora, il desiderio di cercare altrove l’adrenalina che manca nella propria relazione.

A questo punto le possibilità sono due: o la persona dipendente dallo stress comincia a cercare ogni pretesto per entrare in conflitto con il proprio partner (ma anche con i propri amici, o con i propri colleghi) o, più semplicemente, cercherà una relazione clandestina che regali alla sua vita il “brivido” che manca.

Nella maggior parte dei casi le persone che soffrono di dipendenza da stress non smettono di amare il partner: litigare o cercare “soddisfazione” altrove è (purtroppo) l’unico modo che conoscono per ricreare la situazione che hanno vissuto in famiglia durante l’infanzia.

Si può guarire dalla dipendenza da stress?

stress
(fonte: Pexels)

Come accade sempre in ambito psicologico, il primo passo da compiere verso la gestione delle proprie dipendenze è la presa di coscienza.

Diventare consapevoli di quali siano i propri meccanismi mentali e capire anche come si sono originati è fondamentale.

Le persone che cominciano a riconoscere se stesse come persone dipendenti dallo stress potrebbero, per esempio, cominciare a non fuggire dalle relazioni nel momento in cui si comincino a manifestare i primi segni di noia e di frustrazione.

Al contrario, quello che si dovrebbe evitare a tutti i costi è quella di ricadere nella trappola della rabbia o dell’insoddisfazioneche porta inevitabilmente a scaricare sul partner tutta la propria infelicità e inadeguatezza. Il segreto, a questo punto, è imparare a gestire i momenti di noia, cominciando a considerarli parte integrante di qualsiasi relazione.

terapia donna
(Istock)

Cambiare la propria idea di amore è possibile, liberarsi dalle dipendenze inconsce è ancora possibile ma, naturalmente, è molto più difficile. Bisogna armarsi di tempo e di pazienza e, soprattutto, bisogna capire quando è necessario rivolgersi a uno specialista per essere guidati alla scoperta e alla riscoperta delle proprie dipendenze.