Assenza del ciclo mestruale: da cosa può dipendere

Assenza del ciclo mestruale è una condizione che si verifica spesso nella vita di ogni donna, non va mai sottovalutata. Scopriamo le possibili cause.

Ritardo del ciclo mestruale
Ciclo mestruale Foto:Adobe Stock

A tutte le donne in età fertile, è capitato almeno una volta nella vita di avere un ritardo o l’assenza del ciclo mestruale. A meno che non si stia cercando una gravidanza, l’assenza delle mestruazioni è solo un fattore positivo, ma in caso contrario no.

Il ritardo o l’assenza delle mestruazioni, non dipende solo dalla presenza della gravidanza, ci possono essere diversi fattori che possono influenzare sul ciclo mestruale. Da disfunzioni ormonali allo stress, ma anche la variazione di peso può influenzare sull’arrivo del ciclo.

Noi di CheDonna.it, vi elenchiamo alcuni fattori che potrebbero causare l’assenza o il ritardo del ciclo.

Assenza del ciclo mestruale: le principale cause che lo determinano

Ritardo del ciclo
Sovrappeso Foto:Adobe Stock

Il primo pensiero quando si manifesta il ritardo del ciclo mestruale è la gravidanza, soprattutto se si ha una vita sessuale attiva.

Le mestruazioni si presentano in media ogni 27-28 giorni, ma potrebbe variare da donna a donna. Il corpo umano non è una macchina perfetta, quindi ci possono essere fattori che possono determinare il ritardo del ciclo o addirittura l’assenza.

I fattori che determinano un ritardo o assenza delle mestruazioni, sono vari:

  • Ansia e stress
  • Variazione di peso
  • Obesità
  • Gravidanza
  • Tiroide
  • Ovaio policistico

Questi sono le principali cause che sono responsabili del ritardo del ciclo mestruale, ma esaminiamo in dettaglio.

1- Ansia e stress: purtroppo periodi intensi di lavoro, preparativi per un evento importante, situazioni e impegni familiari possono influenzare negativamente sull’arrivo del ciclo mestrualeL’ansia e lo stress, non vanno mai sottovalutati. Talvolta può farlo ritardare di qualche giorno, mentre in altri casi può addirittura saltare un mese. Parlatene con il vostro ginecologo, magari saprà consigliarvi al meglio come gestire la situazione.

2-Variazione di peso: se si sta seguendo una dieta dimagrante, soprattutto se avete perso dei chili di troppo in pochissimo tempo, si ripercuoterà negativamente sull’arrivo del ciclo mestruale.  E’ opportuno farsi seguire da specialisti come il ginecologo e il nutrizionista che sapranno indicarvi come procedere per evitare il ritardo del ciclo.

3- Obesità: purtroppo un peso corporeo eccessivo, determina un alterazione del ciclo mestruale. Talvolta si possono anche verificare casi di ridotta fertilità. E’ un legame diretto tra obesità e amenorrea,  la mancanza del ciclo mestruale.

Purtroppo lo squilibrio alimentare va ad incidere proprio sul sistema ipotalamo-ipofisi-ovaie e di conseguenza sulla produzione degli ormoni che vanno proprio a  regolare il ciclo mestruale. Non solo l’obesità, ma anche il sottopeso, può influenzare negativamente il ciclo mestruale. Se il peso corporeo è molto variabile, quindi si perdono e acquistano facilmente i chili in un lasso di tempo breve, possono inibire sull’ipofisi e bloccare il flusso mestruale. Non trascurate mai l’obesità, ma potete prevenirlo per il benessere del vostro organismo.

4-Gravidanza: la mancanza del ciclo mestruale, può essere legato ad una gravidanza, soprattutto se si fa una vita sessuale attiva e non si fa uso di contraccettivi. Quindi in questi casi, è opportuno fare subito un test che potete tranquillamente trovare in farmacia che è rapido, oppure fare l’analisi della Beta HCG, con un semplice prelievo del sangue.

5-Tiroide: un cattivo funzionamento della tiroide, può determinare il ritardo del ciclo mestruale. Non sottovalutate il problema, anzi parlatene sempre con il vostro medico. La ghiandola tiroidea, che è localizzata nel collo, regola il nostro metabolismo, ma interagisce anche con molti sistemi del nostro corpo. Se c’è uno squilibrio può influenzare negativamente sull’arrivo del ciclo mestruale.

6- Ovaio policistico: come dice la parola stessa, è la formazione di cisti nelle ovaie, che in casi normali può causare un ritardo del ciclo, ma in casi più importanti, invece può determinare l’infertilità. Sarà il ginecologo che saprà consigliarvi come gestire questa situazione.

Non sottovalutare mai il problema

Ritardo del ciclo
Ginecologo Foto:Adobe Stock

Il ritardo o l’assenza per diversi mesi del ciclo mestruale, non va mai trascurata e soprattutto sottovalutata. Purtroppo quando il problema è legato a fattori transitori come stress, ansia, peso corporeo variabile, va bene, ma in casi come ovaio policistico o disfunzione della tiroide è opportuno prenderne coscienza.

Il medico va avvisato in entrambi i casi, sicuramente un medico saprà trattare le possibili patologie.

Talvolta, anche se sono casi rari, l’assenza di mestruazioni può dipendere dal tipo di contraccettivo che si utilizza normalmente. Ci sono alcune pillole a basso dosaggio, che causano un’assenza di mestruazioni, inoltre anche dopo l’interruzione, le mestruazioni possono richiedere molto tempo per riprendersi. Perciò ogni scelta che fate sia nell’assumere che staccare di spontanea volontà la pillola, parlatene con il vostro medico.

Assenza o ritardo del ciclo
Foto:Adobe Stock

L’assenza del ciclo mestruale può dipendere dalla menopausa precoce, in giovane età, ma non è sempre legato ad una storia familiare pregressa.

Quindi come ribadito più volte, parlatene con il vostro ginecologo così da poter seguire al meglio e gestire alcune problematiche.