Home Gossip Kelly Rowland ammette: “Ho vissuto per anni nell’ombra di Beyoncé”

Kelly Rowland ammette: “Ho vissuto per anni nell’ombra di Beyoncé”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:29
CONDIVIDI

Kelly Rowland, ex membro delle Destiny’s child, ha ammesso durante l’esperienza di coach a The Voice Australia, di aver vissuto per anni nell’ombra di sua cugina Beyoncé.

Kelly e Beyoncé cugine
La Rowland fa una confessione su Beyoncé (Instagram)

Kelly Rowland è una delle cantanti più famose degli ultimi. Il suo esordio, ma anche il suo successo, si riscontrano nella sua presenza all’interno della girl band delle Destiny’s Child.

Il gruppo è stato uno dei più famosi degli anni 90, anche se i brani erano principalmente incentrati per esaltare le doti artistiche di Beyoncé, nonché cugina di Kelly.

Avere un parente così famoso in famiglia, e doverci anche lavorare nello stesso campo, non è stato facile per la cantante. A confessarlo è lei stessa durante l’esperienza da coach a The Voice Australia dove ha confidato ad un concorrente della sua squadra che sa esattamente cosa vuol dire vivere nell’ombra di qualcuno, visto che l’è stato impedito di esprimersi liberamente per paura che potesse ricordare troppo sua cugina.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Beyoncé morsa sulla faccia | Ecco chi è stato

Kelly Rowland ha ammesso di vivere nell’ombra di Beyoncé, tra l’altro la canzone della cantante si è scoperta essere la più gettonata agli addii nubilati, e che non ha vissuto attimi facili nello scandire il suo percorso artistico lontana da lei.

Kelly Rowland fa un’amara confessione a The Voice: “Non è stato facile”

Kelly Rowland retroscena
La Rowland si confessa a The Voice Australia (Instagram)

Kelly Rowland ha fatto un’amara confessione al suo concorrente di The Voice, spronandolo ad andare avanti nonostante le difficoltà e chi meglio di lei può comprendere cosa si prova nel sentirsi vivere all’ombra di qualcuno a cui vuoi bene.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Britney Spears | La madre: “Non posso credere a ciò che sta accadendo”

Ho provato sulla mia pelle tutto questo, sai cosa vuol dire essere in un gruppo con Beyoncé?” ha esordito la cantante. “E’ una sensazione che mi ha fatto stare male per tutta la mia vita” ha proseguito l’artista americana con la sua esperienza.

“Non ho potuto indossare un vestito o fare una canzone in un determinato modo perché mi dicevano che ricordano lei” ha proseguito Kelly Rowland su Beyoncé, che si è schierata come molti artisti contro Trump. “Ci confronteranno sempre e comunque e ti mentirei spudoratamente se ti dicessi che non mi ha mai ferito o infastidito tutto questo” ha concluso amareggiata.

“Ho avuto questo problema per un decennio intero, in cui mi sono sentita come un elefante in una stanza” ha concluso Kelly Rowland a The Voice.