Macchie da autoabbronzante | Come eliminarle e come prevenirle

L’autoabbronzate ci regala il colorito che desideriamo senza la fatica di esporci per ore al sole ma c’è anche il risvolto della medaglia noto come macchie. Scopriamo come eliminarle o, ancora meglio, prevenirle.

applicazione Autoabbronzante
Foto da AdobeStock

La bella stagione è iniziata, le calze sono oramai un lontano ricordo ma la tintarella, quella vera, sembra ancora lontana da venire.

Ecco il contesto perfetto per concedere spazio a loro, gli autoabbronzanti. Si tratta di gel, creme o spray nati per regalare alla pelle una vera e propria “patina di abbronzatura

Un vero e proprio salvagente per ottenere senza sforzi e rapidamente la tintarella desiderata ma, come nella migliore delle tradizioni, c’è naturalmente il risvolto della medaglia.

Mai sentito parlare di macchie da autoabbronzante?

SULLO STESSO ARGOMENTO: Autoabbronzante, come scegliere quello più adatto alla nostra pelle

Chi ha familiarità con questo prodotto avrà senza dubbio già toccato con mano il “dramma delle macchie” e anche chi non lo ha mai sperimentato si sarà imbattuta in donne che si aggirano con gambe e décolleté maculato.

Anche i più agevoli autoabbronzanti non garantiscono infatti il raggiungimento di un risultato impeccabile e così dobbiamo partire dal presupposto che la macchia sia veramente sempre dietro l’angolo.

Se allora nel nostro immediato futuro pensiamo di avvalerci di un autoabbronzante sarà bene imparare per tempo a prevenire o contrastare le temute macchie.

Come evitare e cancellare le macchie da autoabbronzanti

Autoabbronzante crema
Foto da AdobeStock

Le macchie da autoabbronzanti si dividono in due grandi categorie: ci sono quelle che restano sulle mani dopo l’applicazione, un residuo che se non si lava via subito ci lascia mani arancioni, oppure quelle che danno un colorito disomogeneo alle gambe in seguito a un’applicazione non corretta o troppo frettolosa o, ancora, a un eccesso di pelle secca.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Autoabbronzante, tips&tricks per una tintarella doc

Come rimediare? ci sono diverse soluzioni.

Olio corpo – Applicato sulla macchia per alcuni minuti e lavato poi via con il supporto di un deciso massaggio mezzo guanto di crine garantirà la scomparsa di qualsiasi macchia.

Succo di limone – E’ perfetto per le macchie più scure e ostinate. Applicato sulla macchia e lasciato agire a lungo, anche un’ora, andrà poi rimosso con un batuffolo di cotone imbevuto di olio corpo. Se non avrà funzionato fate un secondo tentativo mescolando il succo di limone con il bicarbonato e massaggiando lo scrub ottenuto sulle zone interessate. Lasciare poi agire ed infine risciacquare.

E se ad esser macchiato è non il nostro corpo ma il nostro abito? Indumenti bianchi, di colori chiari o di nylon non andrebbero mai indossati se si è applicato l’autoabbronzante da meno di 12 ore. Qualora però il misfatto fosse oramai compiuto sarà bene procedere come segue: innanzitutto bisognerà sciacquare il capo con acqua fredda per poi lavorare la macchia con una miscela di detersivo per piatti e acqua calda, sciacquando infine con cura e procedendo al lavaggio normale con un detersivo per macchie ostinate.

Qualora l’indumento in questione si possa solo lavare a secco, occorre portarlo subito in tintoria e spiegare la situazione.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Bellezza fai da te: olio autoabbronzante e anticellulite

Naturalmente, anche in questo caso, prevenire è meglio che curare.

Evitare che le macchie si formino è questione di dettagli. Innanzitutto trattare con cura le zone secche, quelle che più facilmente tendono a macchiarsi: utilizzate scrub, olio, crema e altro prima dell’autoabbronzante che sarà l’ultimissimo prodotto da applicare.

Non applicate poi mai direttamente il prodotto sulle zone secche, piuttosto lì sfumatelo con il supporto di una spugna.

Infine ricordate di scegliere un colorito che sia solo leggermente più scuro della vostra pelle: l’autoabbronzante deve dare un velo di colore e non trasformarci drasticamente.

Per lo stesso motivo, ovvero ottenere un risultato naturale, ricordate che l’autoabbronzante non è un prodotto da applicare in cinque minuti: occorre pazienza per massaggiare con cura e procedendo a piccole porzione, oltre che per assicurarsi che il prodotto sia perfettamente asciutto prima di vestirsi o iniziare a muoversi qua e là.

crema abbronzatura
Foto da AdobeStock

Tanta attenzione dunque, pazienza e qualche asso nella manica per porre rimedio a eventuali imprevisti è tutto ciò che vi occorre per sfruttare al meglio il vostro autoabbronzante.

Siete pronte a provare.

Fonte: blog.cliomakeup.com