Serena Grandi | “Per il mio cancro al seno faccio causa ai medici”

Serena Grandi ha scoperto troppo tardi di avere un cancro al seno: nel suo racconto un tragico esempio di mala sanità.

Serena Grandi
Serena Grandi (Fonte: Instagram)

È ormai noto che l’amatissima attrice Serena Grandi abbia avuto un cancro al seno e che si sia trovata a combattere ad armi impari contro una malattia che avrebbe potuto essere mortale.

I Fatti Vostri, condotto da Giancarlo Magalli, l’attrice ha raccontato degli ulteriori particolari in merito a quel terribile periodo della sua vita in cui si è trovata costretta a vivere un’esperienza altamente traumatica a causa dell’imperizia dei medici.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Cancro al seno: una pillola per la diagnosi precoce

L’attrice si era infatti rivolta a un’equipe di specialisti per effettuare un’operazione di chirurgia estetica al seno. Quando i medici hanno operato, però, non si sono resi conto della presenza di un carcinoma.

Serena Grandi: “Diagnosi in ritardo: mi hanno rovinato la vita”

Serena Grandi coronavirus
Serena Grandi (Foto: Instagram)

Come la Grandi ha raccontato, il motivo per cui aveva deciso di sottoporsi a un’intervento di chirurgia estetica era una gravidanza che aveva inciso profondamente sulla sua forma fisica.

Inizialmente l’attrice voleva soltanto rimodellare la pancia, messa a dura prova dalla gestazione, e solo su consiglio dei medici ha successivamente deciso di intervenire anche sul seno.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Dieta dell’ingrandimento del seno: alimenti per evitare la chirurgia

Quando i chirurghi sono intervenuti sul seno della Grandi, però, non si sono accorti della presenza di un carcinoma di 5 centimetri presente all’interno della mammella. C’è la possibilità che l’equipe di medici si sia resa conto della presenza della massa anomala e che abbia peccato di superficialità senza accertarsi della natura della massa in questione.

Soltanto undici mesi dopo l’intervento la signora Grandi si è resa conto di avere un cancro al seno eseguendo un controllo di routine all’ospedale Sant’Arcangelo di Romagna.

Purtroppo, il tumore era a uno stato molto avanzato e si rese necessaria una completa asportazione del seno che, se la malattia fosse stata diagnosticata in tempo, forse non sarebbe stata necessaria.

Proprio per questo motivo Serena Grandi ha deciso di affidarsi a un legale, che ha rilasciato diverse dichiarazioni ad Adnkronos: l’avvocato Bruno Sgromo ha spiegato che chiederà un risarcimento economico per danni biologici e psichici, nonché per una provocata incapacità lavorativa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Serena Grandi 💋💋💋💋💋 (@serena.grandi) in data:

La signora Grandi, infatti, come tutti gli uomini e le donne di spettacolo, svolge un lavoro in cui il corpo è un mezzo importantissimo di espressione. Per questo motivo l’asportazione di un seno è stato un danno dalle molteplici conseguenze sulla vita dell’attrice, conseguenze per cui la Grandi merita di essere risarcita.

L’avvocato ha anche specificato che Serena Grandi ha voluto evitare una denuncia penale, pertanto ci si limiterà esclusivamente a chiedere un risarcimento economico.