Home Salute e Benessere Melone | proprietà benefiche e possibili controindicazioni

Melone | proprietà benefiche e possibili controindicazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:00
CONDIVIDI

Il melone è un frutto molto consumato e apprezzato perchè è povero di calorie e ricco di antiossidanti, vitamine e sali minerali. Scopriamo le possibili controindicazioni.

proprietà melone
Melone Foto:Adobe Stock

Il melone è un frutto che piace molto per il suo sapore e profumo intenso, non è molto calorico e inoltre è ricco di sali minerali e vitamine.

Il melone viene consumato fresco e non solo come frutto, è il protagonista di diversi piatti infatti spesso si serve a tavola come antipasto accompagnato dal prosciutto crudo e il salmone affumicato. In alternativa si può scegliere per accompagnare macedonie, gelati e sorbetti.

Scopriamo le sue proprietà e come utilizzarlo e conservarlo per preservarne la freschezza.

Melone: varietà e valori nutrizionali

proprietà del melone
Melone Fonte: Pixabay

Il melone è un frutto che appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae, le dimensioni sono medie, può avere la buccia gialla o retata. La pianta è caratterizzata da un fusto rampicante, i frutti possono essere o tondi o ovali. Il colore della buccia può essere gialla o retata, caratterizzato da molto semi nella parte centrale.

In Europa, i maggior produttori sono Spagna, Romania, Francia e Italia, ecco le varietà che differiscono tra loro per colore della buccia e della polpa.

Le varietà più conosciute di melone sono tre:

  • retato: è un melone non molto profumato, si presenta con forma ovale o tonda, con la buccia a rete dal colore marroncino, che presenta delle righe verdi.
  • cantalupo: si presenta di forma tonda, è caratterizzato da un profumo molto intenso ed ha una forma ovale. La buccia è rugosa e di colore grigio-verde, mentre la polpa è color arancio;
  • d’inverno: ha la forma allungata, con la buccia liscia e gialla e la polpa bianca molto succosa e dolce. Si può acquistare dal mese di settembre a dicembre.

SULLO STESSO ARGOMENTO: 7 buoni motivi per mangiare un kiwi al giorno

Il melone è un frutto molto apprezzato grazie alle sue proprietà ed è povero in calorie, inoltre è un frutto molto fresco e dissetante. Basti pensare che possiede 34 calorie ogni 100 grammi di parte edibile, infatti si può definire un frutto perfetto per chi segue una dieta dimagrante.

Non solo idrata e disseta, contiene circa il 90% di acqua, inoltre aumenta la sazietà ed è diuretico, infatti viene consumato in estate per reintegrare i liquidi persi con la  sudorazione eccessiva, aiuta a reintegrare i sali minerali persi.
Ecco cosa contiene il melone:

  • potassio: va a ridurre la pressione arteriosa e regola anche i battiti cardiaci;
  • fosforo e calcio: sono due sali minerali alleati delle ossa;
  • betacarotene: aiuta l’organismo a produrre melanina, un alleato per un’abbronzatura impeccabile.
  • vitamina C
  • vitamina B3
  • fibre: grazie al loro contenuto elevate, aumentano la sazietà, infatti si può mangiare come spuntino in particolar modo nelle diete ipocaloriche;
  • niacina: una sostanza antiossidante.

Il melone è un frutto che apporta diversi benefici al nostro organismo, grazie alle vitamine, fibre, sali minerali e antiossidanti. Infatti quest’ultimi vanno a contrastare l’invecchiamento cellulare.

Proprietà benefiche per l’organismo

Sistema immunitario Fonte: Istock-Photos

Il melone contiene antiossidanti e grazie alle sue proprietà nutritive, apporta diversi benefici al nostro organismo, ecco quali.

1- Abbassa la pressione arteriosa: grazie al potassio, che regola il buon funzionamento sia del cuore che dei vasi sanguigni.

2- Protegge la vista: per la presenza della vitamina A, va a contrastare l’azione dei radicali liberi è indispensabile per il corretto funzionamento della vista;

3- Rinforza il sistema immunitario: l’elevata quantità di vitamina C del melone, ci proteggerci dai malanni di stagione, uno scudo protettivo da virus e batteri.

4- Contrasta la cellulite: grazie all’elevata quantità di acqua e di potassio va a stimolare la diuresi e contrasta la ritenzione idrica e la comparsa della cellulite.

5- Previene infarti e ictus: il melone, contiene l’adenosina, che va a fluidificare il sangue e  riduce il rischio di queste patologie.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Orzo | proprietà benefiche e come utilizzarlo in cucina

6- Azione cicatrizzante: grazie alla vitamina C che stimola la produzione di collagene.

7- Favorisce l’abbronzatura: grazie al beta-carotene, che va a stimolare la produzione di melanina, favorendo un’abbronzatura omogenea e duratura. Inoltre va a proteggere la pelle dai danni causati dai raggi uv.
8- Azione emolliente e sedative: infatti i semi del melone, vengono utilizzati per preparare degli infusi che calmano la tosse.

Come conservalo e consumarlo

Antipasti
Antipasti sfiziosi Fonte:Pixabay

Il melone è un frutto che piace a tutti, non apporta molte controindicazioni, ma si sconsiglia in alcuni casi , ecco quali.

  • Diabete: visto che ha un indice glicemico abbastanza alto e sconsigliato il consumo.
  • Disturbi gastrici, perchè l’elevata quantità di acqua può diluire eccessivamente i succhi gastrici, rallentando la digestione
  • Meteorismo o diarrea: infatti ha un effetto lassativo, quindi sconsigliato il consumo quando si ha problemi di diarrea.
  • Crampi: un consumo esagerato può provocare crampi muscolari.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Nespole | proprietà benefiche e come utilizzarle in cucina

Inoltre è importante dell’acquisto è importante riconoscere alcune caratteristiche, ecco quali:

  •  sodo
  • profumo non troppo intenso
  • presenza di una leggera screpolatura nel punto di stacco: significa che il frutto  è maturo.

E’ sconsigliato invece acquistare meloni con delle macchie, ammaccature e se al tatto risultano molli e senza profumo. Inoltre non devono essere leggeri e di colore non uniforme.

Dopo l’acquisto il melone se non è matura si consiglia di tenerlo ad una temperatura di  6 o 8 gradi, non temperature più basse, che possono alterare il profumo.

10 cibi che puoi mangiare a volontà Istock

Il melone si può consumare come frutto, lontano dai pasti come un vero e proprio spuntino di metà mattinata o pomeriggio. Si presta benissimo alla preparazione di macedonie magari con le fragole, pesche e albicocche. In alternativa, anche dei frullati sono perfetti come bevanda dissetante.

Il melone si presta benissimo come antipasto accompagnando gli affettati e formaggi, da servire come antipasto.