Home Attualità J.K. Rowling svela il luogo in cui nacque Harry Potter: non è...

J.K. Rowling svela il luogo in cui nacque Harry Potter: non è Edimburgo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:54
CONDIVIDI

I fan sono sempre andati in religioso pellegrinaggio presso l’Elephant House Cafe di Edimburgo ma ora J.K. Rowling svela dove nacque veramente Harry Potter e non è lì.

J K Rowling Harry Potter
Foto da GettyImages

Più che una scrittrice un vero e proprio mito, più che un libro una vera e propria religione.

J.K Rowling e Harry Potter hanno letteralmente travolto il Pianeta per poi conquistarlo a suon di magia. Il nome della scrittrice dalla cui penna è nato il maghetto (anche se lei non ami lo si chiami così) più famoso di tutti i tempi è oramai da anni sinonimo di genialità, intraprendenza e girl power.

Ecco allora spiegato come mai non ci sia turista che non faccia un salto al binario 9 e 3\4 quando è in visita a Londra oppure non voglia ammirare a Edimburgo i luoghi in cui la penna della Rowling ha dato vita a quelle storie oramai divenute parte di noi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: EMMA WATSON dice addio a Harry Potter tra le lacrime

Già, Edimburgo, una città speciale per i fan di Harry Potter. Il mito vuole che presso un tavolino dell’Elephant House Cafe, J.K. Rowling abbia dat vita alle pagine del primo volume della saga, Harry Potter e la pietra filosofale.

Orde di turisti si sono così seduti in questo luogo sacro, svolgendo una sorta di costante pellegrinaggio presso i tavolini dell’ispirazione.

Oggi però tutto potrebbe finire. Già perché proprio la Rowling ha fatto chiarezza circa il luogo che ha dato i natali a Harry Potter e no, non è affatto quel caffè, anzi, il poto magico non si trova nemmeno a Edimburgo.

J.K. Rowling: vi mostro dove nacque Harry Potter

J K Rowling libri
Photo by Rob Stothard/Getty Images

Facciamo subito chiarezza. J.K. Rowling ha veramente scritto parte dell’opera presso i tavolini dell’Elephant House Cafe di Edimburgo, colo che non è lì che il maghetto (eh si non impariamo proprio mai) ha preso vita per la prima volta.

“È vero – spiega la scrittrice su Twitter – ho scritto in questo café ma scrivevo Harry Potter già da anni quando ci ho messo piede per la prima volta”

Come gli accaniti fan orami ben sanno, il lavoro di progettazione che ha preceduto la scrittura dei libri (che già dal principio l’autrice sapeva sarebbero stati sette) è stato lungo e laborioso: anni ci sono voluti a J.K. Rowling per concepire i personaggi, le ambientazioni e i complessi intrecci di una trama lunga e articolata. Un lavoro iniziato dunque molti anni prima del 1997, anno in cui Harry Potter e la pietra filosofale sbarcò nelle librerie.

SULLO STESSO ARGOMENTO: IDEE MATRIMONIO: ispiriamoi ad Harry Potter

Ma dove è nata allora questa saga? Inn sale luogo recarsi per rendere omaggio ai natali di Harry Potter?

“Se vogliamo definire ‘luogo di nascita’ il posto dove per la prima volta ho messo la penna su un foglio e ho iniziato a scrivere di Harry Potter – spiega sempre via Twitter la Rowling – allora i primi mattoncini di Hogwarts sono stati costruiti in un appartamento che avevo affittato a Clapham Junction”.

Clapham Junction è un quartiere di Londra: ben lontano dunque dal caffè di Edimburgo sino ad oggi osannato.

Per i più accaniti ammiratori di J.K. Rowling e la sua opera occorre però fare un’ulteriore precisazione:

“Se vogliamo definire invece ‘luogo di nascita’ il posto dove ho avuto per la prima volta l’idea di Harry Potter si tratta di un treno che andava da Manchester a Londra”

SULLO STESSO ARGOMENTO: La trama di Harry Potter, ecco gli appunti di J.K. Rowling

Origini complesse dunque per l’opera che tutti amiamo e del resto ci sembra che non potesse esser diversamente: tanta genialità richiede tanto tempo e tanto tempo può significare anche tanti spostamenti.

J K Rowling Twitter
Photo by John Phillips/Getty Images

Se dunque volete veramente esplorare i luoghi in cui Harry Potter prese vita sembra che il modo migliore sia un vero e proprio tour del Regno Unito.

A Edimburgo e Londra occorre infatti aggiungere per lo meno Manchester, la città in cui nacque il Quidditch:

“Questo edificio una volta era il Bourneville Hotel – ha scritto pubblicando una foto di un palazzo di mattoni rossi – . Ci passai solo una notte, nel 1991, e quando la mattina dopo me ne andai avevo inventato il Quidditch.”

Lo sapevate?

Un lungo viaggio dunque vi attende ma per Harry Potter e J.K. Rowling ci sembra il minimo.