Pane raffermo | nessuno spreco in cucina, scopri come riutilizzarlo

Il pane raffermo si può riutilizzare in cucina, per la preparazione di tanti piatti, così da evitare sprechi. Potete preparare non solo le bruschette, scoprite altre semplici ricette.

Pane
Pane raffermo Fonte:Pixabay

E’ importante non sprecare il cibo, ma pochissime persone sono a conoscenza che dietro ad alimento ci sono tantissime risorse naturali, che hanno un notevole impatto ambientale. Il pane è tra quegli alimenti che si può riutilizzare in cucina per la preparazione di tantissime ricette.

Come si può rinunciare al pane, appena sfornato ha un profumo invitante, ma alcune volte rimane, ma non lo buttate in pattumiera, potete riutilizzarlo!

Si il pane raffermo si presta alla preparazione di diverse ricette, è versatile, si possono preparare sfiziosi antipasti e non solo. Questa è un abitudine antica delle vecchie massaie, che preparavano il pane in casa e lo utilizzavano per diversi giorni.

Oggi le abitudini sono cambiate, addio a olio di gomito, ora si compra facilmente dal fornaio, scegliendo quello che preferite, di semola, integrale ai cereali.

Noi di CheDonna.it, vi diamo tutti i consigli per riutilizzare al meglio il pane raffermo, così da evitare sprechi, preparando semplici e sfiziose ricette.

SULLO STESSO ARGOMENTO:Pane | 6 preparazioni facili e veloci da fare a casa

Ricette con pane raffermo: semplici e sfiziose

Il pane raffermo, si presta a diverse preparazioni in cucina, spesso capita che rimane del pane e non sapete come utilizzarlo. leggi le ricette proposte e sbizzarritevi come preferite.

1- Polpette di pane e senza carne

Ricetta riciclo
Polpette di pane Fonte:Pixabay
 Le polpette di pane sono una valida alternativa alle polpette di carne e verdure, un modo alternativo per smaltire il pane raffermo.
Si presta a varianti, magari potete aggiungere un pò di salumi e provola.
Ingredienti per 4 persone
  • 200 g di pane raffermo
  • 2 uova
  • pan grattato q.b.
  • 80 g di parmigiano reggiano
  • un pò di prezzemolo
  • sale fino q.b.
  • q.b. di latte
  • olio di semi di arachide per la frittura q.b.

Preparazione

Per preparare le polpette di pane raffermo, iniziate a mettere ad ammorbidire le fettine di pane nel latte, o acqua, come preferite. In una ciotola, mettete in ammollo, se volete potete eliminare la crosta, anche se dona un sapore più deciso. Non appena sarà morbido, strizzate bene e mettetelo in un’altra ciotola, aggiungete le uova, il formaggio grattugiato, un pò di sale e pepe.

Poi se gradite, mettete il prezzemolo lavato e tagliato finemente e aggiungetelo all’impasto, lavorate bene con una forchetta e poi procedete con le mani, così da amalgamare bene il tutto.

Appena l’impasto sarà omogeneo e compatto, prendetene un pò e formate le polpette e disponetele su un vassoio. In un piatto mettete il pan grattato e impanate bene le polpette, che deve aderire su tutta la superficie.

In una padella ampia antiaderente mettete abbondante olio di semi di arachide, non appena sarà caldo, immergete la polpette e non mettetene troppo, altrimenti si raffredda l’olio. Girate durante la cottura, poi appena saranno cotte toglietele con la schiumarola e mettetele in un piatto con la carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

Servite in un piatto da portata e gustatele calde.

SULLO STESSO ARGOMENTO:Sfogliatelle di patate con speck e formaggio | un contorno facile e gustoso

2- Bruschetta al pomodoro

Bruschetta Fonte: Pixabay
Il pane raffermo è perfetto per preparare le bruschette, una ricetta evergreen della cucina, sempre apprezzata, perfetta da servire per un antipasto sfizioso. Si presta a tantissime varianti, la potete condire come preferite, con pomodori e verdure. Scopri come prepararle.

Tagliate a fettine un pò più spesse il pane, con uno spessore di 1 cm e distribuite su una leccarda da forno e lasciate cuocere in forno a 200° per pochi minuti, il tempo necessario che diventano croccanti, ma non troppo. In alternativa potete utilizzare una piastra o una padella antiaderente, in entrambi i casi si consiglia di riscaldarle bene, poi aggiungete le fettine di pane.

Non appena sarà pronto lasciate raffreddare un pò e preparate il condimento, ecco i possibili ingredienti.

  • Pomodori pachino e aglio: in una ciotolina, mettete i pomodori lavati e tagliati a dadini, condite con olio extra vergine di olive, aglio tagliato a pezzetti e origano, Mescolate bene e distribuite sul pane.
  • Melanzane sott’olio: distribuite le melanzane su tutta la fettina, magari aggiungete qualche dadino di feta.
  • Formaggio e prosciutto: scegliete un formaggio spalmabile, che distribuite sulla fettina , poi aggiungete un pò di rucola e il prosciutto crudo affettato.
  • Peperoni e stracchino: spalmate lo stracchino o ricotta e aggiungete i peperoni arrostiti.

3- Crostini di pane

ricette di riciclo
Crostini Fonte:Pixabay

I crostini sono una valida e soprattutto veloce idea per riutilizzare il pan raffermo, basta davvero pochissimo tempo. I crostini si possono utilizzare nella stagione invernale per accompagnare tante zuppe di legumi e passati di verdure. Scopriamo come prepararli

Ingredienti

  • pane raffermo q.b.
  • origano q.b.
  • rosmarino q.b.
  • sale q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.

Preparazione

Basta tagliare il pane a fettine e poi a dadini, li trasferite in una padella antiaderente, aggiungete un filo di olio extravergine di oliva, il rosmarino, l’origano e un pò di sale mettete il pane e lasciate per pochi minuti, girate di tanto in tanto.

In alternativa, distribuite il pane su una leccarda da forno, ricoperta con carta forno e condite, lasciate cuocere a 200°, quando saranno dorati, li togliete e li lasciate raffreddare e teneteli in un contenitore a chiusura ermetica.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Zuppa di verza e castagne, la ricetta leggera, gustosa e originale per l’inverno

4- Pan grattato

ricetta di riciclo
Pan grattato Fonte:Pixabay

Il pan grattato, si può evitare di comprare, se si ha il pane raffermo in caso, così facevano le massaie. Si prepara in pochissimo tempo, perfetto per impanare carne, polpette e tanti altri cibi, che necessitano la frittura.

Basta tagliare il pane a fettine e poi a cubetti, trasferite in un robot da cucina e sminuzzatelo con le lame. La granulosità decidetela voi, se volete un pangrattato molto lavoratelo per un tempo maggiore. Se volete potete aromatizzarlo con spezie o con qualche foglia di alloro e conservatelo in un contenitore ermetico o in un sacchetto, fate attenzione a non far rimanere aria. In questo modo avrete un pangrattato sempre pronto per l’uso e soprattutto senza conservanti, per poter impanare quello che volete.

5- Mondeghili: le polpette milanesi

Ricetta riciclo
Mondeghili Fonte: Pixabay

I mondeghili o polpette milanesi sono un piatto tipico della Lombardia, molto apprezzato in tutta Italia. Si preparano naturalmente con pane raffermo e tanti altri ingredienti.

Un secondo piatto perfetto per accompagnare qualsiasi contorno, si adattano tantissimo, si friggono in padella, ma potete anche cuocerle in forno per una cottura più salutare. Scopriamo gli ingredienti e la preparazione.

Ingredienti per 4 persone

  • Biancostato di manzo 300 g
  • Mortadella di fegato 80 g
  • Uova 1
  • Pane raffermo di mollica 130 g
  • Grana Padano 20 g
  • Latte intero 80 g
  • Scorza di limone non trattato 1
  • Cipolle bianche 1
  • Sedano 1 costa
  • Pepe nero in grani q.b.
  • Carote 1
  • Noce moscata q.b.
  • Prezzemolo tritato 5 g
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Per la panatura

  • Pangrattato 8 cucchiai
  • Burro 250 g
Preparazione
Per preparare i mondeghili, iniziate a mettere in una pentola abbondante acqua salata, e fate cuocere il sedano e la carote tagliati a pezzi grossolani, la cipolla coi chiodi di garofano. Dovete portare ad ebollizione, poi aggiungete il biancostato lasciate cuocere a fiamma media, fino a quando la carne sarà morbida. Il tempo stimato è di circa 50-60 minuti, se si forma la patina il grasso in superficie, eliminate con la schiumarola.

Terminata la cottura ,spegnete e lasciate raffreddare, poi nel frattempo, mettete il pane raffermo in una ciotola con il latte 4. Prendete la carne e tagliatela a mezzi piccoli e mettetela in una ciotola con il pane ben strizzato. Eliminate il budello della mortadella di fegato, tagliate a fettine e con un mixer, tritatelo, trasferite nella ciotola con la carne.

Passate il composto nel tritacarne, aggiungete il limone grattugiato, l’uovo, la noce moscata grattugiata e il grana padano. Mescolate bene con le mani, così da amalgamare bene gli ingredienti, aggiungete il prezzemolo tritato, un pò di sale e di pepe.

Poi formate le polpette di forma allungata o rotonda, trasferite in un piatto con il pan grattato, che deve aderire bene su tutta la superficie.

Mettete il burro in una padella, non appena si sarà sciolto, adagiate poche polpette alla volta e fate cuocere per 2 minuti, girateli con la pinza, così da garantire una cottura uniforme.

Togliete con la schiumarola e mettete su un vassoio con carta assorbente da cucina, così da liberare il burro in eccesso servite subito. Se rimangono le polpette, le potete conservare in frigo per 2 in un contenitore ermetico.

Pane
Pane Fonte: Pixabay

Adesso tocca a voi, scegliere la ricetta che preferite e mettervi subito all’opera.

Buon appetito!