Perdi peso con la pasta fredda

0
11

Scopri come perdere peso più facilmente scegliendo la pasta fredda invece di quella normale.

Donna con piatto di pasta
Donna con piatto di pasta – Fonte: Adobe Stock

La pasta è uno degli alimenti più amati dagli italiani. Corta, lunga, asciutta o al forno, rappresenta un pasto che molti idealizzano e che è in grado di dare il buon umore, rendendo il pranzo o la cena più piacevoli. Ricca di carboidrati, la pasta è anche vista come un problema sotto diversi aspetti.
L’innalzamento della glicemia che provoca può infatti causare aumento di peso o creare problemi in chi soffre di insulino resistenza o di glicemia alta.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Pizza, pane e pasta: amici o nemici? Consumali così

Con gli anni si sono appresi diversi modi in cui la pasta può risultare meno dannosa, rientrando così all’interno di un’alimentazione sana e bilanciata. Tra questi, e del tutto a sorpresa, c’è la variante della pasta fredda che, secondo alcuni studi, sarebbe meno calorica e in grado di dare una risposta più positiva a chi soffre di diabete.

La pasta fredda: ecco perché fa bene e aiuta a dimagrire

risparmio
Pasta in preparazione – Fonte: Pixabay

Per prima cosa è bene tenere a mente che ogni alimento può avere degli effetti positivi o negativi e che molto dipende dalle quantità e dal modo in cui si sceglie di alimentarsi. A piccole dosi e all’interno di una dieta bilanciata quasi ogni cibo può essere concesso, offrendo così la possibilità di mangiare in modo variato e di togliersi gli sfizi che tanto aiutano da un punto di vista psicologico.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Pasta o riso? Scopri quali sono le differenze nutrizionali

Andando alla pasta, ci sono diversi trucchi che si possono adottare per poterla mangiare senza troppi pensieri.
C’è ad esempio la pasta integrale che oltre ad avere meno calorie, è ricca di fibre che ne abbassano l’indice glicemico.
Ci sono poi i modi di mangiarla che possono fare la differenza e che, contrariamente a quanto si pensa, sono più golosi del previsto.

Il trucco sta infatti nel bilanciare il piatto di pasta (specie se lo si intende come piatto unico), in modo da inserire non solo i carboidrati ma anche le proteine e i grassi buoni. Un mix che aiuta l’organismo a rispondere meglio all’ingresso degli zuccheri contenuti nella pasta e che porta di conseguenza ad un minor innalzamento della glicemia.
Per fare un esempio, un semplice piatto di pasta al pomodoro è più dannoso di uno con ragù (purché sia magro) e del parmigiano. Questo perché le proteine date dal ragù e i grassi del parmigiano aiutano a rallentare l’innalzamento della glicemia, evitando che il pancreas metta in circolo più insulina del previsto.

Ma come si colloca la pasta fredda in tutto ciò?
Secondo alcuni studi, raffreddare la pasta prima di consumarla (cosa che vale anche per il riso e per altri cereali) porta l’amido presente a cambiare struttura, diventando resistente. Questo cambiamento rende la pasta più ricca di fibre e per via della parte di amido che, trasformato, non è più digeribile, perde anche diverse calorie. Inoltre, l’amido resistente è anche amico dell’intestino e di conseguenza dell’organismo.

SULLO STESSO ARGOMENTO: La pasta non è nemica della dieta, a patto di mangiarla al dente

Anche se la variazione di calorie e di fibre presenti non è così alta, riesce a fare la differenza, specie se si è a dieta. Tra i benefici della pasta fredda, infatti, c’è anche quello che tende a saziare di più e più a lungo, aiutando chi la mangia ad introdurre meno cibo durante il giorno.

Ora che si va incontro alla bella stagione, quindi, gli amanti della pasta fredda potranno sbizzarrirsi con piatti sempre diversi come la pasta fredda alla greca o l’insalata di pasta mediterranea. Piatti allegri e colorati che ben si prestano sia per pranzi diversi dal solito che per cene in famiglia da preparare prima.

Fusilli ricetta
Insalata di pasta fredda – Fonte: Pixabay

Attenzione: Chi soffre di patologie o è in cura con medici o nutrizionisti, prima di apportare dei cambiamenti nella propria alimentazione deve sempre chiedere il loro parere. Per quanto più sana, infatti, la pasta fredda potrebbe non essere indicata in molte situazioni. Inoltre va ricordato che la pasta fredda tende a fermentare di più nell’intestino, motivo per cui in chi è predisposto può creare gas o problemi di digestione.

Fonte: nutrizionedanielebasta.com